loading...

Lavatrici slim con sistema Inverter, risparmio assicurato

La scelta della lavabiancheria talvolta può risultare parecchio difficile a causa dello spazio a cui destinarla. Le abitazioni talvolta non permettono di inserirla agilmente in un locale dedicato e bisogna ripiegare per una soluzione diversa. Più spesso è il bagno e qualche volta la cucina.

Per rispondere a questa esigenza, sono stati creati dai produttori, diversi modelli che prendono seriamente in considerazione la mancanza di spazio. Ci sono quindi le lavatrici con carico dall’alto che salvano circa 20 cm, e quelle slim che arrivano quasi a dimezzare l’ingombro.

Decidendo di inserire un elettrodomestico potente in un luogo molto frequentato dalla famiglia, i 40 decibel di rumore, di quasi tutti i modelli, potrebbero essere troppi da sopportare. Per questo motivo è nata la tecnologia Inverter.

In aggiunta ad altre necessità, come quella dello spazio, del consumo, della capacità di carico bisogna tener conto anche della rumorosità.

A maggior ragione questa soluzione si rivela quella vincente quando si decide di far partire i lavaggi in orario notturno. In questo caso, specie negli appartamenti, la funzione Inverter si rivela necessaria.

Per avere una visione completa di tutti i modelli che ci sono sul mercato con un particolare occhio alle promozioni, è bene cliccare sul sito della yeppon alla seguente pagina: https://www.yeppon.it/grandi-elettrodomestici/lavatrici/slim/. Le soluzioni salva-spazio sono disponibili anche con la funzione del motore Inverter.

Qual è la differenza tra un motore Inverter e a spazzole?

Per comprendere come mai una soluzione ad Inverter sia meno rumorosa del normale motore a spazzole, bisogna dare un’occhiata al funzionamento di una normale lavatrice. Le lavabiancheria hanno un motore che serve principalmente per far ruotare il cestello di carico. Il motore ha delle parti meccaniche, come le spazzole, che azionano il motore.

La prima caratteristica delle lavatrici ad Inveter, è quello di regolare la necessità effettiva della corrente elettrica per adeguarsi al tipo di lavaggio. Già questa caratteristica la rende più silenziosa. Oltre a ciò, mancano le spazzole e questo significa che la fase di attrito tra le spazzole ed il motore viene meno. Meno vibrazioni e meno rumorosità che si creano soprattutto nella attivazione della centrifuga del cestello.

I vantaggi non finiscono qui. Meno attriti tra parti meccaniche significa far durare l’elettrodomestico per più tempo. Il  prezzo che si paga per avere questi effetti si ripaga nel tempo, ragion per cui le case produttrici talvolta si soffermano nel proporre periodi di 10 anni di garanzia.

Un ulteriore vantaggio è la capacità di sfruttare al meglio il flusso di corrente. Le lavatrici con questa tecnologia sono quelle che permettono maggiori risparmi sulla bolletta, senza perdere nella qualità del lavaggio.

Tecnologia all’avanguardia

Lo sviluppo tecnologico ha permesso di colmare esigenze di vario genere. Per lo spazio, la lavatrice si è ristretta, per il rumore è stato inventato il motore Inverter, e per la necessità di incrementare il carico sono nate quelle che arrivano fino a 12 kg. E’ interessante notare come la ricerca delle massime prestazioni presto o tardi si allarga a tutti i modelli o classi di modello. La rivoluzionaria tecnologia Inverter si è sommata con altre innovazioni per arrivare a produrre e proporre lavatrici che sommano diverse caratteristiche.

Il cestello ne è un esempio. Il suo movimento è stato sviluppato in potenza arrivando a fargli compiere 1800 giri al minuti, ed ora, a causa della necessità di rendere i modelli meno rumorosi possibili, hanno la funzione Wave Motion. Con quest’ultimo sviluppo, il cestello si muove in maniera più dolce ed uniforme, con un netto miglioramento dello sfregamento tra gli indumenti.

Un’altra innovazione è la funzione Kilo Mode che riesce a pesare con esattezza il bucato per attivare la migliore soluzione di ciclo, risparmiando sui consumi.

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

loading...