Loading...

Papa Giovanna, la papessa medievale della leggenda, potrebbe essere davvero esistita?

papa Giovanna

Secondo le leggende del Medioevo, un papa di nome Giovanni, o Johannes Anglicus, che regnò durante la metà del nono secolo, era in realtà una donna, Papa Giovanna . Una storia del 13° secolo scritta da un monaco domenicano di nome Martin, sosteneva che papa Giovanna rimase incinta e partorì durante una processione in chiesa.

Tuttavia, si discute molto se esistesse un papa di nome Johannes Anglicus, tanto meno se questo papa fosse un uomo o una donna. Il dubbio deriva in parte dalla grande confusione sulle identità dei papi durante la metà del nono secolo. Per esempio, nella più antica copia superstite del “Liber Pontificalis”, il libro ufficiale delle biografie dei papi durante il primo Medioevo, “Papa Benedetto III è completamente mancante”, come ha dichiarato lo studioso di anctiche scritture Michael Habicht, archeologo alla Flinders University di Adelaide, in Australia.

Scoprire se esistesse papa Giovanna potrebbe non solo risolvere un mistero religioso e storico , ma anche inserire argomenti moderni sul ruolo delle donne nella chiesa. “Il dibattito sull’ordinazione femminile nella chiesa è ancora in corso”, ha detto Habicht.

Ora, Habicht ha suggerito che i simboli sulle monete medievali mostrano che Papa Johannes Anglicus potrebbe essere esistito, e così anche papa Giovanna potrebbe essere stata reale. “Le monete hanno davvero trasformato le prove in favore di una storia al momento coperta ma vera”, ha detto Habicht.

Le monete avevano il monogramma del papa, forse papa Giovanna, una di lato e il nome dell'imperatore dei Franchi, dall'altra.

Le monete avevano il monogramma del papa, forse papa Giovanna, su di un lato e il nome dell’imperatore dei Franchi, dall’altra. Credits: Michael Habicht

 

La ricerca è iniziata nel momento in cui Habicht stava svolgendo lavori indipendenti per indagare sulle sepolture dei papi a Roma. “All’inizio, credevo anche che la storia di Joan fosse pura finzione, ma quando ho fatto ricerche più approfondite, sempre di più, è emersa la possibilità che dietro la storia ci fosse qualcosa di più”.

Habicht ha analizzato alcune monete d’argento conosciute come denari che furono usate nell’Europa occidentale durante il Medioevo. Il loro nome deriva dall’antica moneta d’argento romana nota come Denarius. “Sono piuttosto piccole, delle dimensioni di un centesimo o quarto di dollaro USA”.

I denari esaminati erano coniati con il nome dell’imperatore dei Franchi da un lato e il monogramma del papa dall’altra parte, un simbolo fatto usando le iniziali della persona. Habicht si concentrò sulle monete precedentemente attribuite a Papa Giovanni VIII, che regnò dall’872 all’882.

L’archeologo ha detto che mentre alcuni denari possedevano un monogramma appartenente a Papa Giovanni VIII, quelli precedenti avevano un monogramma significativamente diverso. “Il monogramma che può essere attribuito al futuro Giovanni VIII ha differenze nette nella collocazione delle lettere e nel design complessivo”, ha affermato Habicht.

Queste altre monete potrebbero appartenere a un altro Papa Giovanni, Johannes Anglicus, il potenziale Papa Joan, ha detto Habicht. Ha notato diverse fonti storiche che suggeriscono che un Papa Giovanni regnò dall’856 all’858. Ad esempio, il cronista Conrad Botho riferì che un Papa Johannes incoronò Luigi II d’Italia come Imperatore del Sacro Romano Impero nell’856, ha affermato Habicht. “Il monogramma era il precursore della firma di oggi”, ha detto Habicht. “Quindi, probabilmente potremmo persino avere una sorta di firma di Papa Joan.”

Habicht suggerì che la sequenza dei papi a metà del nono secolo includesse Leone IV nel periodo che va circa dall’846 all’853, seguito da Benedetto III dall’853 all’855, Johannes Anglicus dall’856 all’858 e Nicola I dall’858 all’867.

La letteratura scientifica precedente ha suggerito che queste monete non sono dei falsi, ha detto Habicht. Inoltre, “non c’è quasi nessun mercato da collezione per monete medievali”, in quanto tali, “i falsari non sono realmente interessati a falsificarli.” Alcuni anni fa, alcune monete papali del IX secolo dC furono offerte in una vendita all’asta a New York, la maggior parte delle monete restarono invendute e restituite al proprietario. “

Speriamo che “alcuni sosterranno il mio studio e troveranno altre prove riguardo i sacerdoti donne nei primi secoli del cristianesimo “, ha detto Habicht. “Altri rifiuteranno completamente l’idea e faranno un grande rumore mediatico contro tali affermazioni: potrebbe seguire una grande battaglia per infangare la mia ricerca, cosa che potrebbe andare avanti all’infinito”.

Foto anteprima:Opera d’arte in miniatura mostra papa Giovanna, che ha appena dato alla luce un bambino durante una processione della Chiesa. Credito:  biblioteca pubblica di New York

Fonte:www.blueplanetheart.it

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...