Caricare lo smartphone per tutta la notte è un problema? Vediamo i 5 miti sulla batteria

Chi esce di casa molto presto e di nuovo  dopo solo 8, 10 o 12 ore conosce l’agonia e l’ansia di rendersi conto che la batteria dello smartphone si sta scaricando. Ecco dove si ricordano quei vecchi suggerimenti per ottimizzare la durata della batteria, come ad esempio le applicazioni di chiusura e a non caricare il dispositivo per tutta la notte. Ma in un mondo in cui i progressi tecnologici avvengono così rapidamente, questi suggerimenti sono ancora attuali? Scopri cinque miti e le loro spiegazioni:

Mito 5: Si deve aspettare che la batteria si scarichi completamente per poi caricare lo smartphone

Le vecchie batterie usate sono meno efficienti di quella che abbiamo oggi. Hanno “dimenticato” la loro capacità iniziale delle passate ricariche. Così viene indicato di aspettare che la batteria arriva allo 0% e poi ricaricarla.

Le batterie di oggi, ma agli ioni di litio non soffrono di questo problema di memoria rispetto alle vecchie batterie al nichel-cadmio e nichel-metallo idruro. Inoltre, le batterie moderne hanno un modo diverso di raccontare ogni ciclo di ricarica.

Loading...

Apple ha spiegato come le batterie agli ioni di litio lavora, ma lo stesso vale per qualsiasi altra situazione simile:

“La batteria agli ioni di litio di Apple non deve essere al 100% scarica prima di ricaricarla. Un ciclo di carica termina quando si utilizza (scaricare) un importo pari al 100% della capacità della batteria, ma non necessariamente di un carico. Ad esempio, è possibile utilizzare il 75% della capacità della batteria in un giorno, poi prendere una carica completa durante la notte. Se si utilizza il 25% il giorno dopo avrà scaricato al 100%, e le due giornate sarà pari a un ciclo di carica. Un ciclo completo può richiedere diversi giorni. La capacità di qualsiasi tipo di batteria è ridotto dopo un certo numero di ricariche. Nelle batterie agli ioni di litio, la capacità diminuisce leggermente a ogni carico pieno. Le batterie agli ioni di litio Apple sono progettati per mantenere almeno l’80% della capacità originale e consentire più cicli di ricarica. Questo può variare a seconda del prodotto. ”

Anche se non è necessario aspettare per ricaricare che la batteria si esaurisce, molti produttori suggeriscono per”calibrare” la batteria di farla scaricare completamente ogni tre mesi, in modo che il sistema può valutare quanta capacità è stata perso finora.

Mito 4: Caricare la batteria per tutta la serata  conclude  la sua vita

Questo è accaduto con le batterie più vecchie durante il trasporto sono stati lasciati per lunghi periodi in carica. Le batterie di oggi non soffrono di questo problema, ma se si utilizza un cappuccio sul telefono, tablet o computer portatile che non consente di dissipare il calore, questo può influenzare la capacità della batteria.

Secondo il sito educativo Battery University, una batteria agli ioni di litio esposta ad un calore di circa 37 ° C per un anno perde circa il 40% della sua capacità di carico. Se esposta ad una temperatura di 23 ° C perde il 20% dopo un anno.

Mito 3: Close Apps rende la durata della batteria

Le applicazioni di uno smartphone non funzionano allo stesso modo di un computer. Quando si lascia un app aperta sul telefono, è inattiva, non ha bisogno della batteria,ma solo quando si deve chiudere.

L’allenatore Scotty Loveless del sito Genius Bar explica, spiega: “Quando si chiude un app, si rimuove la memoria RAM. Quando avete bisogno di aprire la stessa applicazione  il dispositivo è dotato di ricaricarlo alla nuova memoria. Questo provoca più stress sul dispositivo che lasciare l’applicazione aperta “.

Mito 2: Si dovrebbero utilizzare solo caricabatterie sullo smartphone

I manuali di Smartphone di solito consigliamo di non utilizzare qualsiasi altro caricatore al di là dell’originale del dispositivo. Mentre caricabatterie non originali dovrebbero essere evitati, non c’è niente di sbagliato con vettori comuni di altre marche. Mentre il tempo di carica può essere diverso, non dovrebbe influenzare la batteria stessa.

Mito 1: Spegnere Bluetooth, Wi-Fi e GPS salva la batteria

Utilizzare Wi-Fi e Bluetooth richiedere un sacco di energia, ma oggi ne usano così poca che non vale neanche la pena fermarli. Ma il GPS ne utilizza un po ‘di più, quindi assicurarsi di non utilizzarlo in un luogo per tutto il tempo.

Ciò che di solito termina con la batteria è l’uso dello schermo. Quindi, se siete veramente preoccupati per la vostra batteria, lasciare il telefono in tasca e attivare lo schermo solo quando si ha realmente bisogno.[Lifehacker, Apple,Battery University]

Juliana Blume

Fonte:http://hypescience.com/cinco-mitos-da-bateria-do-smartphone-explicados/

 

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook Pianetablunews e Beautiful exotic planet earth  € ed al nostro profilo su twitter.

 Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà  un finestrella.

Clicca sul tasto €œMi piace € e poi su €œricevi notifiche per seguirci costantemente.

 Pianetablunews lo trovi anche su google plus
 Segui anche il nostro blog  tramite email per non perdere altri articoli, curiosità  e consigli!!

Ti è piaciuto l’€™articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.