Numerologia e Aritmoscopia: La Magia dei Numeri

a Numerologia è vastissima, occorrerebbe un sito intero per trattarla. Pertanto questo articolo ne rappresenta solo una sintesi.

La Numerologia è la Scienza dei Numeri; il termine deriva dal latino “numerus” = “numero”, e dal greco “lògos”, secondo elemento che in parole composte significa “discorso, espressione, ragionamento, teoria, trattazione”. Il termine Aritmoscopia deriva dal greco “arithmòs” = numero e “skopìa” = “esame e osservazione”, dal verbo “skopéin”= “esaminare e osservare profondamente”. Aritmoscopia significa “Osservazione profonda dei Numeri”. Da questo termine è derivata l’Aritmologia e l’Aritmosofia.

Loading...

Pitagora di Samo (582 a.C. – 495 a.C.)

L’origine della Numerologia, definita Aritmoscopia nella parte Esoterica, è attribuita al Maestro Pitagora, ma in realtà esiste fin dalla fondazione della Gerarchia Spirituale sul nostro pianeta, 18 milioni e mezzo di anni fa, di cui Pitagora faceva parte, ed oggi è noto con il nome di Maestro Koot Humi. Nell’antica civiltà di Atlantide conoscevano già il profondo significato dei Numeri e dopo la scomparsa di quella civiltà il segreto sui Numeri sopravvisse nell’antico Egitto e in altre zone del pianeta.

SIMBOLI GRAFICI DEI NUMERI IN 6 LINGUE ANTICHE

Pitagora ha diffuso il Segreto dei Numeri in Occidente, mentre in Oriente il compito è stato svolto da Lao Tzu (VI secolo a.C.) con la sua Cosmogonia Taoista della manifestazione dell’essere attraverso i regni “numerici” dell’esistenza: “Il Tao produsse l’Uno / l’Uno produsse il Due / il Due produsse il Tre / il Tre dette vita a tutti gli esseri”. A Pitagora si attribuisce anche la diffusione di un sistema di notazione musicale nel quali i suoni erano rappresentati da simboli numerici. In seguito Aristotele (384-322 a.C.) modellò la “metafisica” dei Numeri, valutando che i concetti matematici erano più facili da regolare e classificare rispetto quelli fisici e ipotizzando che tutti i numeri derivassero dall’Uno e dalla sua moltiplicazione: “la diade genera l’indeterminazione, ovvero se c’è della materia alla quale dare una forma, la forma stessa determina che essa sia nei suoi limiti né più grande né più piccola di ciò che è, quindi piccolo e grande sono una coppia di concetti simmetrici e polari.”  Quindi si ipotizzano non più due principi ma un principio bipolare, in sintonia con il pensiero difuso da Lao Tzu.

I pitagorici assegnarono ai numeri particolari proprietà. Il numero 1 era considerato il progenitore di tutti i numeri e caratterizzava la ragione. Geometricamente, 1 era rappresentato dal punto, a sua volta considerato il progenitore di tutte le dimensioni dello spazio. Il numero 2 era il primo numero femminile, ed anche il numero dell’opinione e della divisione. Geometricamente, 2 era rappresentato dalla linea, determinata da 2 punti, che ha una dimensione. Il numero 3 era considerato il primo vero numero maschile, ed anche il numero dell’armonia, combinando l’unità (il numero 1) e la divisione (il numero 2). Per i pitagorici, l’espressione geometrica del 3 era il triangolo, determinato da 3 punti non giacenti su una retta, ed esteso in due dimensioni. Il numero 4 rappresentava la giustizia e l’ordine. Geometricamente, quattro punti che non giacciono sullo stesso piano formano un tetraedro, una piramide con quattro facce triangolari, il cui volume si estende nelle 3 dimensioni. Uno status speciale agli occhi dei pitagorici, veniva conferito al numero 4, in quanto strettamente connesso al numero 10, che rappresenterebbe il tutto. Infatti il numero 10 sarebbe il risultato della somma di 1+2+3+4 poichè riunisce i numeri che rappresentano: l’unicità, la polarità, l’armonia, la realtà spaziale e materiale, che Pitagora definì “Tetraktis“. L’etimologia del termine significa “numero triangolare”. La tetraktys aveva un carattere sacro e i pitagorici giuravano su di essa.

Tetraktis

I Greci si servivano dei “yefoi“, ossia di pietruzze mediante le quali i vari numeri erano rappresentati visivamente. Con questi numeri figurati è possibile costruire serie, per esempio quella dei numeri quadrati. Infatti partendo dal primo numero quadrato, 4 (2×2), essenza della giustizia, raffigurato con quattro punti applicando lo gnomone, ossia una specie di squadra, si può ottenere il numero quadrato successivo 9 (3×3), anch’esso essenza della giustizia, in questo modo e poi ossia 16, il quadrato di quattro e così via con i numeri successivi. Da notare che i Pitagorici non conoscevano lo zero ed è anche facile capire il perchè: con le pietruzze è impossibile rappresentarlo. Questo fatto contribuisce a conferire all’uno uno statuto particolare: è un’entità indivisibile, rispetto alla quale nulla è antecedente. Più che un numero come gli altri, l’uno è la sorgente da cui nascono tutti gli altri numeri. Questi a loro volta si suddividono in pari e dispari, che i Pitagorici identificavano con l’illimitato ed il limite. L’Uno veniva chiamato parimpari, in quanto aggiunto ad un dispari genera un pari ed aggiunto ad un pari genera un dispari: ciò significa che l’uno deve contenere in sè sia il pari sia il dispari. Il dispari, a sua volta, diviso in due lascia sempre come resto un’unità che permane come limite, mentre ciò non avviene nel caso del pari, che è pertanto identificato con l’illimitato, l’infinito, che con i Pitagorici diventa un concetto fortemente negativo e così sarà per tantissimo tempo. Mediante il calcolo con i sassolini, i Pitagorici dimostrano visivamente alcune proprietà relative a queste classi di numeri, per esempio che pari più pari risulti pari, che dispari più dispari risulti pari e così via. Di grande simpatia godeva anche il 10, che rappresentava tutti gli altri insieme. Inoltre esso era una sorta di compendio dell’intero universo ed è rappresentabile sotto la forma chiamata Tetraktis (letteralmente significa “gruppo di quattro”).

È la conoscenza di questo complesso universo di relazioni tra numeri e cose che costituiva per i Pitagorici il vertice dell’apprendimento. Tra i numeri esistono “logoi“, ossia rapporti e tra i rapporti è possibile rintracciare una proporzione (in greco analogia), ossia uguaglianze di rapporti. I rapporti e le proporzioni si manifestano soprattutto nell’ambito musicale, dove è centrale la nozione di armonia. Poichè anche i corpi celesti compiono con i loro movimenti percorsi regolari, esprimibili numericamente, i Pitagorici sono giunti a sostenere l’esistenza di un’armonia delle sfere celesti, non afferrabile dall’occhio umano. Il Cosmo (in greco “kosmos” significa ordine) dei Pitagorici è costituito infatti da un fuoco centrale, paragonato al focolare di una casa, intorno al quale ruotano la Terra, la Luna, il Sole, i cinque pianeti allora conosciuti, ed il cosiddetto cielo delle Stelle fisse. Forse per contemplare la serie fino a raggiungere il 10, i Pitagorici hanno aggiunto anche l’Antiterra, situata tra il fuoco centrale e la Terra. L’aspetto più interessante della cosmologia pitagorica è che – per la prima volta nella storia – la Terra non viene vista come centro dell’Universo. Ma numero e proporzione dominano non solo su questa scala cosmica, ma anche all’interno del mondo umano. Essi sono all’occhio dei Pitagorici lo strumento fondamentale per far cessare la discordia tra gli uomini e instaurare l’armonia tra essi, nei loro rapporti economici e politici, attribuendo a ciascuno secondo la proporzione geometrica ciò che gli è dovuto in rapporto al suo valore e non a tutti lo stesso. Risalta anche qui l’orientamento aristocratico dei Pitagorici, contro i quali tuonerà Eraclito, secondo cui, infatti, il rapporto tra gli opposti non deve essere di armonia, ma di lotta, di tensione. Per i Pitagorici invece per avere armonia ci deve essere annullamento tra gli opposti. Tra i Pitagorici va ricordato Filolao, che compose uno scritto in dialetto dorico (che secondo la tradizione sarebbe stato comprato da Platone stesso). Della sua opera ci sono rimasti alcuni frammenti dove è annunciata in maniera assertoria la tesi che il Cosmo è composto di elementi illimitati e limitanti. Ritornando alle dottrine pitagoriche, come i movimenti celesti sono eterni, perchè in essi, per la loro circolarità, il principio e la fine si ricongiungono, così anche l’anima, a differenza del corpo, ha una serie di ritorni periodici. Del ritorno periodico di tutte le cose, diceva il pitagorico Eudemo che, data l’identità del moto e la costanza delle successioni, tutti gli eventi si riprodurranno in un tempo prefisso: “così anch’ io tornerò a parlare, tenendo questo bastoncino in mano, a voi seduti come ora; e tutto il resto si comporterà ugualmente”.

                                   Il sommo Pitagora                              

La Tetraktis di Robert Fludd (1574-1637)

La Scienza moderna ha scoperto che nella Natura si trova l’essenza stessi dei Numeri, ad esempio i Colori sono espressioni di alcune frequenze di luce e l’Energia può essere espressa numericamente attraverso la misurazione delle vibrazioni.

Attraverso la Numerologia è possibile svelare la natura più profonda della vita umana e del mondo circostante, nonché scoprire il probabile futuro, ma il suo vero scopo è psicologico e spirituale. La Numerologia si distingue dalla Matematica, la quale è oggettiva e può essere paragonata al corpo fisico di un essere umano, mentre invece la Numerologia è soggettiva e ne rivela la sua Psicologia.

La Numerologia è molto più semplice dell’Astrologia perchè non richiede troppi calcoli complessi, ci insegna a conoscerci meglio ed è considerata un valido aiuto all’Astrologia, in quanto fornisce in breve tempo un ritratto della persona, che può essere approfondito dall’analisi del Tema astrologico. La Numerologia è in grado di individuare il percorso evolutivo della persona e di consigliarla sul suo obiettivo spirituale, ma non deve essere usata per ottenere potere o per controllare gli altri.

Occorre sapere che vi sono vari livelli di Numerologia e che in genere quella comunemente usata in Occidente è riferita alla “personalità” e si collega ai “Corpi sottili”, fisico-eterico, emozionale e mentale, questi ultimi confusi impropriamente con l’Anima, di cui invece si occupa la Numerologia Esoterica.

Il Maestro Tibetano D.K. ha fatto numerosi riferimenti alla Numerologia nei libri dettati ad Alice Bailey, in particolare ha precisato in “Astrologia Esoterica”: “Il senso dei numeri fa parte dell’Astrologia esoterica, e il loro studio ne è, di per sé, una branca” (pag. 129 dell’edizione inglese e italiana). Inoltre: “Il numero dà la chiave della forma e dello scopo della vita velata dalla forma” (Da: “I Raggi e le Iniziazioni” pag. 105 edizione inglese e pag. 81 edizione italiana).

Quindi è necessario distinguere e riconoscere la Numerologia Classica dalla Numerologia Esoterica.

La Numerologia Classica può essere anche definita Numerologia della Personalità, mentre quella Esoterica può essere definita Numerologia dell’Anima o Numerologia Spirituale.

In Cina è usata preferibilmente la Numerologia Cinese, che è spiegata in un altro articolo.

NUMEROLOGIA HINDU

In India è usata una Tabella diversa da quella Occidentale, qui sotto riportata a titolo informativo. Come vediamo non è compreso il numero 9 perchè gli Hindu lo considerano il Numero dell’immutabile Purusha (Coscienza spirituale) poichè è un numero che si annulla quando è sommato ad altri numeri, (come si vede anche dal Quadrato Vedico) ma non è come lo zero, che invece non ha alcuna qualità se non è aggiunto ad altri numeri e infatti il nome zero, deriva dall’arabo e significa “vuoto”. Ecco la Tabella Hindu:                               

NUMEROLOGIA EBRAICA E CABALISTICA

La Numerologia è contenuta anche nell’Albero della Vita (Sephiroth) originata dalla Cabala, in ebraico “Qabbalah” , che è un’interpretazione mistica dell’antico Testamento modulata dai rabbini ebrei. La Qabbalah ha avuto relativa origine in Asia centrale, India, Persia e Mesopotamia. La parola sephir è aperta a diverse interpretazioni e può significare: cifrario = “numero” o “chiave di un codice segreto” sfera = raffigurata come un cerchio su un diagramma zaffiro = “luminosità” o “illuminazione” Le dieci Sephiroth sono state raffigurate in diversi diagrammi per aiutare la comprensione della Qabbalah con i numeri da 1 a 10. I numeri 1 e 10 costituiscono il sistema numerico intero, da cui sono derivati tutti gli altri numeri. L’Albero sefirotico stato considerato come uno strumento matematico utilizzato da Dio nella sua opera della Creazione. Nel suo significato esoterico il numero 10 è considerato un numero onnicomprensivo, al di fuori di esso nient’altro esiste, per ciò che oltre il dieci si ritorna nuovamente all’unità. E’ interessante notare che i numeri variano di posizione a seconda del tipo di argomento, come si vede nei diagrammi sotto elencati:

LE 10 SEPHIROTH           

ORDINE SECONDO LA BIBBIA       

SECONDO LA NUMEROLOGIA       

ANALOGIA CON I PIANETI

NUMEROLOGIA CLASSICA OCCIDENTALE ED ESOTERICA

Nella Numerologia Classica Occidentale si utilizzano Numeri già pronti come la data di nascita e l’ora, ed anche Numeri derivati da nomi di persone, oppure di nazioni, città, strade, società, eccetera, nomi che vanno convertiti mediante la seguente Tabella Classica Occidentale:

Questa Tabella è il risultato della successione delle lettere nell’Alfabeto Occidentale, ed è valida per tutte le lingue in cui è usato tale Alfabeto. Ovviamente in altri Alfabeti la successione delle lettere cambia e quindi la classificazione dei Numeri associati alle lettere è diversa, come è ben noto nella Numerologia Ebraica, meglio conosciuta come Cabala o QaBbala, il cui procedimento usato dai cabalisti per scoprire i misteri della Torà è definito Ghematrìa.

Da notare come nella suddetta Tabella Occidentale le lettere A, J e S abbiano lo stesso valore numerico di 1: infatti la prima lettera dell’Alfabeto è la A, la decima è la J e la diciannovesima è la S; vedremo che ogni numero doppio o triplo si riduce a un Numero singolo, e infatti la riduzione di 10 e di 19 è sempre 1. Il Numero che corrisponde a una lettera ne rappresenta il suo potere energetico, ovvero le sue vibrazioni nella sfera fisica, psichica e spirituale.

Per convertire un Nome in un Numero si utilizza la seguente procedura: 1) Ogni lettera dell’Alfabeto viene innanzitutto trasformata nel suo Numero corrispondente. Esempio: M A R I O = 4 1 9 9 6 2) I numeri così trovati sono sommati tra loro, ovvero: 4 + 1 + 9 + 9 + 6 = 29. Il numero 29 ricavato è un Numero doppio e va ridotto a un Numero singolo.

La riduzione di un numero

La riduzione del numero viene sempre fatta quando il numero ricavato è diverso da 11 o 22 (vedere più avanti i Numeri Mastri) oppure se non è compreso tra 1 e 9, che sono le prime nove cifre di base che non vanno mai divise. Se il Numero trovato è compreso tra 1 e 9 oppure è 11 o 22 non si deve ridurre; in tutti gli altri numeri doppi o tripli le cifre che lo compongono devono essere sommate tra loro e ridotte, fintanto che il Numero trovato sarà compreso tra 1 e 9 oppure a 11 o 22: questi ultimi due sono i primi due Numeri Mastri e si devono considerare sia nella loro interezza, sia nella riduzione, quindi vanno interpretati entrambi.

Esempi: 1. Riduzione del numero 29: 2 + 9 = 11 e 2 (l’11 non si riduce perché è un Numero Mastro, ma vi si deve affiancare anche la riduzione, che ha un valore di qualità inferiore).

2. Riduzione del numero 345 (questo numero è formato dalla somma di tutte lettere dell’Alfabeto): 3 + 4 + 5 = 12 1 + 2 = 3

3. Riduzione del numero 499: 4 + 9 + 9 = 22 e 4 (il 22 non si riduce perchè è un Numero Mastro, ma vi si affianca anche la riduzione)

E’ fondamentale comprendere che le cifre ed i Numeri non sono la stessa cosa. I Numeri esprimono e rappresentano le Qualità ed i tratti del Carattere; le cifre invece servono solo a misurare le quantità, come ad esempio il peso e la distanza. Inoltre per l’analisi numerologica è importante, così come per ogni branca delle Scienze Astratte, individuare sempre il livello evolutivo del soggetto che si sta esaminando, altrimenti l’analisi e le conclusioni si rivelano distorte e fuorvianti. Per esempio se si analizzano i Numeri di un essere umano di medio livello evolutivo, alcuni Numeri classificati come “negativi” possono solo indicare carenze o eccessi che sono in fase di integrazione della personalità (non ancora integrata) e quindi indicano zone che sono ancora da sviluppare e migliorare; mentre invece nel caso di anime più evolute (che hanno superato il livello della personalità integrata) certe linee che sarebbero classificate nello stesso modo “negativo” indicano precisi lati obsoleti e superati della personalità che l’Anima cerca di eliminare in quella incarnazione. A questo riguardo si rimanda all’elenco dei LIVELLI EVOLUTIVI. In generale: i Numeri ridotti ad un solo numero sono validi per gli esseri umani di medio livello evolutivo; i Numeri Doppi non ridotti indicano gli Aspiranti Spirituali i Numeri Mastri sono validi per i Discepoli e gli iniziati.

Calcolare i propri Numeri di base

Esempio per calcolare i tre Numeri di base

Nome e Cognome: questo Numero è chiamato in modi diversi dalle varie scuole di Numerologia: “Espressione”, oppure “Via del Destino”, oppure “Capacità”, oppure “Numero Evolutivo”. Si tratta del nome principale più usato e del cognome paterno, ma si può anche analizzare i nomi aggiuntivi, il cognome materno e un eventuale soprannome:  Andrea  Fontana 154951  6652151 = 51 5+1=6Data di nascita: questo Numero è chiamato anche: “Destino”, oppure “Lezione di vita”, oppure “Numero Karmico”, oppure  “Percorso di Vita”: 18/08/1960 = 1+8+8+1+9+6 = 33 (il 33 è un Numero Mastro e va valutato insieme al numero ridotto): 3+3 = 6 Numero di Sintesi: questo Numero è chiamato anche: “Equilibratore”, oppure “Numero di Potenza”, oppure “Quintessenza”, oppure “Numero Determinante”, oppure “Numero di Vita, o Numero Cosmico”: Sommare il Numero del Nome e Cognome con il Numero della Data di nascita, e quindi arrivare al Numero di Sintesi:51+33 = 84; 8+4 = 12; 1+2 =  Per questo Numero è necessario valutare entrambi i numeri: il numero doppio e la riduzione.

SIGNIFICATO GENERALE DEI NUMERI RIDOTTI

Le caratteristiche dei Numeri sono molto più ampie, qui si riporta solo una sintesi generica e suscettibile di molte variabili:

Numero 1

Numero di polarità positiva, maschile, attiva.

SIMBOLISMO Il numero Uno è il principio divino. Ogni cosa nasce dall’Uno. L’Uno è il tutto, l’Eterno Infinito Essere, che non ha forma e possiede tutte le forme, che non ha nome e possiede tutti i nomi. Essendo indivisibile, indica principalmente l’unità, la sua forza sta nel suo valore qualitativo di unire e di origine, per questo motivo è un numero sacro venerato dall’antichità. Tutte le tradizioni parlano di un origine in cui regnava l’unità, il non-manifesto senza divisione, l’unificazione delle energie e la totalità. Da questa origine sono nate tutte le cose e la manifestazione. Dall’Uno scaturiscono due energie uguali e contrarie che formano la materia. L’unione di queste due energie, maschile e femminile, dentro l’Uno, creano la nuova vita. L’unità è il principio armonizzante, ma se questa unità si rompe lascia il posto alla molteplicità. Il pantheon della mitologia antica, contemplava una molteplicità di dei come epifania degli elementi naturali, governata da una divinità suprema, ricordo dell’unità fondamentale. Simbolo dell’Uno è il cerchio essendo senza inizio e senza fine. L’Uno, in quanto simbolo unificante, ha un grande capacità evocatrice, permette di creare legami riunendo gli elementi separati, come la terra e il cielo, il macrocosmo e il microcosmo. L’Uno nella simbologia esoterica non è considerato un numero avendo una valenza principiale come unità, da cui si originano e fanno ritorno tutti i numeri.

PSICOLOGIA Appartiene a chi è capace di impegnarsi al massimo, pronto all’iniziativa, ambizioso, energico, sicuro, fortemente predisposto alla leadership. Il numero uno ci indica una persona che avrà parecchi imprevisti nella vita, tenderà all’incoerenza, vorrà fare tante cose tutte insieme e reagirà in modo insolito agli eventi quotidiani. In genere il numero uno si realizza in tarda età. Chi ha questo numero riuscirà a emergere nella vita, spesso godendo i frutti di lavori eseguiti da altri. Non di meno tali persone saranno poi capaci di gestire responsabilmente questa posizione di autorevolezza. Non saranno però tanto leader spirituali quanto capi nel settore della politica o dell’espansione economica. Non sono persone romantiche e, di conseguenza, il successo in amore non è tra i temi forti della loro esistenza. Possono avere cali di fortuna nei mesi autunnali. È importante che reagiscano, o rischieranno chiusure pericolose.

Numero 2

Numero di polarità negativa, femminile, passiva.

SIMBOLISMO Il numero Due deriva dalla divisione dell’unità ed è il simbolo della separazione, perché da un punto di vista sacro, l’unità è per essenza una e unica. Il Due, come dìade, è l’espressione della dualità. In una visione dualistica del mondo si ha la separazione del principio materiale dal principio spirituale, e il numero Due è l’incarnazione degli opposti: maschile /femminile, giorno/notte, terra/cielo, ecc. Essendo un principio duale, indica sia il contrasto, la polarità, sia il tentativo di conciliazione. Quindi può essere considerato un numero ambivalente: nella sua funzione positiva cerca di riconciliare gli opposti, per ritornare all’unione ed è indice di saggezza, come ricerca attiva di una perduta armonia, oppure ha un carattere negativo se porta alla rottura dell’unità con la netta divisione dei contrari. Il numero Due, ci porta all’interno di una differenziazione, non multipla, bensì fondata su un conflitto binario che comporta un’esclusione e una spaccatura: vero o falso, bianco o nero, ecc. La linea è la figura geometrica raffigurante il due; infatti si ha un collegamento con il simbolismo della croce nella coppia della verticale e dell’orizzontale: la linea orizzontale indica lo sviluppo materiale, mentre quella verticale l’elevazione spirituale. Inoltre il Due essendo un numero pari, incarna le energia femminile e la passività. Infatti, nell’Antichità il numero Due era attributo della Grande Madre Terra.

PSICOLOGIA Appartiene a chi lavora volentieri in equipe, ha un carattere diplomatico, è modesto e paziente, di grande sensibilità e di fedeltà, ma se sono presenti conflitti con altri numeri, indica una persona che tende a vedere tutto in modo negativo e passivo. La personalità del numero due sarà caratterizzata da grande incertezza e indecisione, commetterà spesso gli stessi errori perché tende a ripetere le sue esperienze ciclicamente. E’ dotato di capacità intellettuali, tendenza a costruire ma con un’enorme fatica dettata dalle sue indecisioni. In genere il numero due caratterizza una personalità leale e sincera che spesso non sa dire di no. Chi ha questo numero di destino deve imparare a canalizzare le sue qualità più grandi che sono l’immaginazione e la sensibilità: caratteristiche che si possono tradurre in instabilità mentale e mancanza di determinazione, così come –se ben dirette – in capacità di capire gli altri e aiutarli a crescere. Possono diventare ottimi psicologi, attori, scrittori. Hanno spesso molti amici e una vita familiare felice, ma detestano di essere comandati. Devono tenere presente che c’è la possibilità che in molti settori riescano solo al secondo tentativo. Dopo i 35 anni sviluppano spesso un grande interesse per la vita spirituale.

Numero 3

Numero positivo, maschile e attivo.

SIMBOLISMO Il Tre è il simbolo del ternario, la combinazione di tre elementi. Il ternario è uno dei simboli maggiori dell’esoterismo. Primo numero dispari, poiché l’uno non è considerato un numero, il Tre è profondamente attivo e possiede una grande forza energetica. È il simbolo della conciliazione per il suo valore unificante. Infatti tanto il due separa quanto il tre riunisce. La sua espressione geometrica è il triangolo, simbolo esemplare del ritorno del multiplo all’unità: due punti separati nello spazio, si assemblano e si riuniscono in un terzo punto situato più in alto. Inoltre il rapporto della triade con l’unità può essere espresso da un triangolo equilatero, ovvero dall’identità del Tre, dove in ognuno dei tre angoli diversamente indicati è data ogni volta la triade intera. È il primo numero di armonia, di soluzione del conflitto dualistico, ed è per questo considerato un numero perfetto. Il Tre apre la strada della mediazione e permette di uscire dall’antagonismo, superando la visione parziale e riduttiva del dualismo, poiché due elementi non possono essere conciliati che con l’ausilio di un terzo elemento. La triade sintetizza i poli opposti della dìade. Il Tre è dunque numero simbolo di vitalità e radice di ogni ulteriore estrinsecazione delle operazioni dell’Uno nell’alterità del molteplice. Nella mitologia e nel culto è l’espressione della Trinità (una riunione di dèi in gruppi di tre), come simbolo dell’unità sostanziale.

PSICOLOGIA Appartiene a chi sa sviluppare una buona immaginazione, facile ai contatti umani, allegro con molto fascino seducente. Il numero tre avrà improvvisi momenti di fortuna sia nella sfera lavorativa che in quella affettiva e sentimentale. Inoltre nella sua vita farà molti viaggi e conoscerà svariate culture e popoli di altri paesi. E’ portato alla tolleranza, ha molto rispetto per gli altri ed avrà sempre qualcosa di nuovo da fare. Si tratta di una persona che affronterà difficoltà e ostacoli, ma con una buona dose di fortuna, tanto che spesso ha successo in politica. In molti casi però i riconoscimenti arrivano in età matura. Bisogna che impari a non sovraccaricarsi di lavoro, che eviti le imprudenze e non sia troppo presuntoso: la sua vanagloria gli aliena molte amicizie. Occhio al sesso! È un campo in cui chi ha questo numero di destino può disperdere molte energie, e anche comportarsi male. Ma può incontrare un partner innamorato e tollerante che saprà tenere in piedi ugualmente la loro vita familiare.

Numero 4

Numero di polarità negativa, femminile e ricettiva.

SIMBOLISMO Si tratta del più perfetto tra i numeri, essendo la radice degli altri numeri e di tutte le cose. Esso rappresenta la prima potenza matematica, e la virtù generatrice da cui derivano tutte le combinazioni. È l’emblema del moto e dell’infinito, rappresentando sia il corporeo, il sensibile, sia l’incorporeo. Il Quattro è scomponibile in 1 + 3, la monade (l’uno) ed il triangolo, e simboleggia l’Eterno, e l’uomo che porta in sé il principio divino. Il quaternario era il simbolo usato da Pitagora per comunicare ai discepoli l’ineffabile nome di Dio, che per esso significava l’origine di tutto ciò che esiste. È nel quaternario che si trova la prima figura solida, simbolo universale dell’immortalità, ovvero la Piramide. Secondo Pitagora, dalla Monade derivò la dìade indeterminata, dalla loro unione tutti i numeri, dai numeri i punti, dai punti le linee, dalle linee la superficie, da questa i solidi, dei quali gli elementi sono quattro: il Fuoco, l’Acqua, l’Aria e la Terra; e dai solidi i corpi, la Decade o l’Universo. È considerato dalla simbologia il numero della realtà e della concretezza, dei solidi così come delle leggi fisiche, della logica e della ragione. Il Quattro come manifestazione di ciò che è concreto immutabile e permanente ha la sua espressione geometrica nel quadrato, che ben rende tutte le sue caratteristiche. E’ il numero della materia: i 4 elementi della terra: fuoco–acqua–terra–aria, della concretezza, dell’ordine, dell’orientamento: la croce cosmica riunisce i punti solari dell’orizzonte (nord-sud, est-ovest).

PSICOLOGIA Appartiene a chi si organizza con disciplina, che è perseverante nel realizzare gli obiettivi e che fa uso di un efficace pragmatismo. Il numero quattro avrà molti amici leali disposti ad aiutarlo e consigliarlo. Riuscirà a realizzarsi nel settore lavorativo anche se crescerà un po’ lentamente. Le difficoltà iniziali che incontrerà nel relazionarsi verranno superate con successo. Va tutto bene se chi ha questo numero è una persona molto determinata, attiva, con un carattere forte, perché dovrà affrontare una vita di lavoro e di sforzi spesso non seguiti dai successi meritati. Questo comporta il rischio, per chi non ha grinta sufficiente, di diventare troppo sospettoso ed esitante, perdendo quindi altre buone occasioni. Una certa irrequietezza di fondo lo porta a cambiare spesso lavoro. I periodi più favorevoli per nuove iniziative sono in aprile e fra luglio e agosto.

Numero 5

Numero positivo, maschile e molto attivo.

SIMBOLISMO Un numero che simboleggia la vita universale, l’individualità umana, la volontà, l’intelligenza, l’ispirazione e la genialità. Il Cinque simboleggia l’evoluzione verticale, il movimento progressivo e ascendente. Essendo il numero dell’uomo, come mediano tra terra e cielo indica la possibile trascendenza verso una condizione superiore. Si tratta di un numero eminentemente umano, e come tale simbolicamente suscettibile di deviazione dall’ordine spirituale che gli conferisce invece valenze positive. Tale deviazione ha luogo allorché l’individualità e la vitalità, deducibili dal riferimento ai Cinque sensi ed all’articolazione quinaria dell’essere umano nella raffigurazione leonardesca (uomo vitruviano, stella a cinque punte), pretendono di staccarsi dall’Uno per diventare autocentriche. Il Cinque diviene allora un quaternario eccentrico, o falsato da un doppio centro, ovvero un simbolo iterativo della natura dissociata o decaduta. Lo squilibrio potenziale tipico del numero Cinque si rileva anche nella sua scomponibilità in due più tre, così come le sue valenze creative possono essere lette nella somma 1 + 4, indicatrice della discesa immediata dell’Unità nel Quaternario, una discesa imprevedibile che produce l’ispirazione e la genialità. Riassumendo, il numero Cinque, come tutti i numeri dispari genera attività, nella forma positiva di evoluzione, di movimento progressivo di elevazione, oppure in quella negativa di involuzione, di discesa e di degradazione. Il quinario collega l’alto con il basso, e può far tendere verso uno di questi poli. Il suo valore positivo o negativo è bene rappresentato dalla figura geometrica del pentagramma: quando il pentagramma è dritto si identifica con l’uomo (stella a cinque punte), nella sua valenza positiva; quando invece è capovolto assume un valore negativo, attributo delle forze del male.

PSICOLOGIA Appartiene a chi non sopporta facilmente i vincoli, ama l’avventura e gli spostamenti, stimolato dalla curiosità, creativo e indipendente. Il numero cinque è caratterizzato da una forte confusione e dalla convinzione di avere sempre ragione. Il suo intimo è instabile e le sue emozioni invadono il suo quotidiano. In generale il numero cinque è portato all’inquietudine, ma quando necessario è perfettamente in grado di autocontrollarsi. È un numero fortunato: conferisce la capacità di realizzare scoperte interessanti e di ottenere appoggi per svilupparle, realizzando anche buoni guadagni in giovane età. Quelli che hanno questo numero prendono le decisioni molto velocemente, anche troppo, ma senza danneggiare gli altri, che infatti in genere hanno simpatia per loro. Buona la vita amorosa. Possono sentirsi un po’ giù in primavera, e in questo periodo possono anche perdere del denaro.

Numero 6

Numero femminile e ricettivo, ma è più equilibrato degli altri numeri femminili.

SIMBOLISMO Il Sei è un numero mistico e ambivalente nel suo significato, in quanto è il numero dell’equilibrio e dell’ordine perfetto, può ben predisporre all’unione con il divino, ma allo stesso tempo può generare confusione, turbamento e illusione. La sua ambivalenza è rappresentata graficamente dalla stella a sei punte (Sigillo di Salomone) che permette di comprendere la contraddizione insita nel numero Sei. La stella a sei punte è formata dall’unione di due triangoli: quello con la punta verso il basso, indica la materialità; quello con la punto verso l’alto, invece la spiritualità. Mentre la stella a cinque punte corrisponde alla dimensione microcosmica, all’uomo individuale, la stella a Sei punte corrisponde alla dimensione macrocosmica, all’uomo universale. L’interazione dei due triangoli è l’incarnazione dell’unione tra cielo e terra, tra la polarità maschile e la polarità femminile, generando l’armonia degli opposti; ma allo stesso tempo indica l’oggetto e il suo riflesso, l’immagine speculare deformante. Il Sei evoca la prova iniziatica, la scelta fondamentale che implica l’impegno attivo dell’iniziato a seguire la via dell’elevazione spirituale, senza disperdersi in illusioni. Numero che nell’antichità era consacrato a Venere, e considerato simbolo della bellezza e della perfezione. Negli antichi Misteri era importante perché offriva le Sei dimensioni di tutti i corpi più quelle di altezza e profondità, ovvero i quattro punti cardinali sommati allo Zenit ed al Nadir.

PSICOLOGIA Appartiene a chi è equilibrato, responsabile, con gusto raffinato e amante della bellezza, ha una solida base idealista e senso del pudore. Il numero sei dovrà tenere sotto controllo la sua salute evitando tutto quello che per lui è dannoso. E’ necessaria una grande saggezza e la consapevolezza che è necessario pensare un po’ prima di fare una scelta. In generale il numero sei realizza le sue mete, ma quasi sempre paga un prezzo. Qui il problema è il sesso. Se il numero del cammino della vita si accompagna a un numero di personalità che prevede un’apertura armonica a questo aspetto della vita, avremo una personalità dalle molteplici passioni, però ben gestite. In caso contrario le esperienze sessuali saranno ugualmente numerose, ma subite di malavoglia, oppure saranno sentite in contrasto con la propria morale. Le persone con questo numero si sposano solo se trovano il compagno giusto da giovani perché con gli anni diventano insofferenti ai legami. Ma non restano sole perché risultano gradevoli agli amici, con cui si comportano con generosità. Invecchiano tardi.

Numero 7

Numero maschile, ma è più equilibrato rispetto agli altri numeri maschili.

SIMBOLISMO Il numero Sette esprime la globalità, l’universalità, l’equilibrio perfetto e rappresenta un ciclo compiuto e dinamico. Considerato fin dall’antichità un simbolo magico e religioso della perfezione, perché era legato al compiersi del ciclo lunare. Gli antichi riconobbero nel Sette il valore identico della monade in quanto increato, poiché non prodotto di alcun numero contenuto tra 1 e 10. Presso i babilonesi erano ritenuti festivi, e consacrati al culto, i giorni di ogni mese multipli di Sette. Tale numero fu considerato simbolo di santità dai Pitagorici. I Greci lo chiamarono venerabile, Platone anima mundi. Presso gli Egizi simboleggiava la vita. Il numero sette rappresenta il perfezionamento della natura umana allorché essa congiunge in sé il ternario divino con il quaternario terrestre. Essendo formato dall’unione della triade con la tetrade, esso indica la pienezza di quanto è perfetto, partecipando alla duplice natura fisica e spirituale, umana e divina. É il centro invisibile, spirito ed anima di ogni cosa. Il Sette è il numero della piramide in quanto formata dal triangolo(3) su quadrato(4). Quindi il Sette è l’espressione privilegiata della mediazione tra umano e divino.

PSICOLOGIA Appartiene a chi ha grande capacità di analisi, concentrazione, sviluppato senso critico. Si muove con saggezza ed ha tendenza all’isolamento, è erudito e spirituale. Il numero sette realizzerà sempre le sue ambizioni e sarà sempre a suo agio in qualsiasi situazione. Quindi si può dire che chi ha questo numero del destino, nella vita colmerà i suoi desideri accompagnato sempre dalla fortuna ed il destino gli riserverà sempre nuove possibilità per migliorare la sua posizione. Unico deterrente: la possibilità di diventare egoista. In generale il numero sette ha una grande profondità d’animo ed il fato è a suo favore. È il numero della saggezza e della perfezione, ed aiuta a potenziare le qualità di nascita, quali che esse siano. È importante saperlo, perché chi ha questo numero tende invece proprio a sottovalutare i propri pregi. Questo d’altra parte contribuisce a renderli particolarmente graditi agli altri. Emanano vibrazioni di pace e spesso riescono a comporre le dispute e dare buoni consigli. Hanno del resto spesso vere doti di chiaroveggenza. Tendono ad avere molte storie amorose.

Numero 8

Numero femminile, ma è meno passivo dei primi numeri femminili.

SIMBOLISMO Il numero Otto è il simbolo dell’infinito, il riflesso dello spirito nel mondo creato, dell’incommensurabile e dell’indefinibile. Indica l’incognito che segue alla perfezione simboleggiata dal numero sette. Incita alla ricerca e alla scoperta della trascendenza. Essendo un numero pari è formato dall’energia femminile e passiva. L’Otto è anche il numero che simboleggia la morte, in termini di transizione, di passaggio.

PSICOLOGIA Appartiene a chi ha un forte senso degli affari, è fortunato nelle iniziative, con una grande volontà di riuscita, energico e franco. Il numero otto è caratterizzato dal fatto che riesce a superare con grande serenità i problemi del quotidiano: trova sempre la soluzione. In genere non è istintivo, ma il cattivo umore potrà determinare effetti contrari. Potrebbe non essere visto di buon occhio dagli altri e ricevere critiche per i suoi atteggiamenti. Grazie al suo coraggio chi ha questo numero riesce facilmente a raggiungere il suo obiettivo, anche se incontra molti ostacoli, da cui per’altro può acquisire saggezza, ed acquisirla è il suo compito nella vita, tanto che tende a farla maturare in meditazione; ha quindi bisogno di solitudine, pur non amandola affatto. Anche la sua vita sentimentale risente di questa altalena, complicata dal costante timore di un rifiuto o di un abbandono. Nella solitudine matura la sua capacità di lasciare una traccia positiva nel mondo, come ricercatore scientifico o riformatore sociale. Si impegna per fare una brillante carriera, ed in genere ci riesce.

Numero 9

Numero maschile e attivo.

SIMBOLISMO È il numero della generazione e della reincarnazione. Numero dispari è dinamico e attivo nella sua natura e nei suoi effetti. Indica il periodo della gestazione, nove mesi per la nascita di una nuova vita. Il nove seguendo all’otto, che indica uno stato limite, è il superamento nella creazione. Il nove ha come proprietà la permanenza. Infatti il numero nove torna sempre al suo stato antecedente e non si trasforma mai veramente, conservando uno stato fisso e immutabile. Questa caratteristica lo accomuna al numero uno, diventando una sua manifestazione, nella sua funzione di unicità. Il simbolo grafico del nove è il cerchio, come per il numero 1. Anche secondo Pitagora è un numero che si riproduce continuamente, in ogni moltiplicazione, e simboleggia pertanto la materia che si scompone e si ricompone continuamente. Composto da tre volte il numero tre (la perfezione al quadrato), con l’aggiunta di un quarto tre genera il dodici, simbolo della Perfezione assoluta. Il nove serve da dissolvente per tutti i numeri, senza che mai si associ a qualcuno, né per somma né per moltiplicazione. E’ l’ultimo numero delle cifre essenziali che rappresentano il cammino evolutivo dell’uomo. E’ dunque il simbolo della realizzazione.

PSICOLOGIA Appartiene a chi pensa alla vita come una missione, con altruismo, con predisposizione alla psicologia, intuitivo, sensibile e arguto. Il numero nove è predisposto per l’arte, la musica e la letteratura. A volte i suoi sentimenti sono estetici, quindi siamo in presenza di un soggetto estroso, simpatico, portato per le avventure ed i viaggi. Le amicizie importanti lo aiuteranno ad affermarsi nella vita sociale, settore in cui può diventare un capo. In generale il numero nove deve tenere sotto controllo le spese inutili e il lato economico in generale. Può essere il numero di chi consegue la perfezione della vita spirituale e comprende il significato dell’amore cosmico, ma averlo non significa essere al termine del Ciclo delle reincarnazioni, come invece si dice, che in genere si sommano ad alcune migliaia di vite sperimentate sulla Terra, bensì alla fine di un ciclo imprecisabile di vite, in cui sono stati sperimentati vari tipi di esperienze terrene e l’Anima si prepara a rinascere con un nuovo ciclo. Chi se ne rende conto prima dei 35 anni può riuscire a espletare tutto il karma del ciclo passato ed evitare di accumularne di nuovo, superando ogni desiderio di gratificazione sensoriale, ma questo non sempre avviene perché chi ha questo numero ama molto il bello e i piaceri materiali. Può avere conflitti con i genitori nell’infanzia, che verranno poi completamente superati. Sono molto importanti gli anni fra i 18, 27, 36, 45 e 54, poichè sono numeri che sommati fra loro formano il 9.

Numero 10

Numero simboleggiante la perfezione, come anche l’annullamento di tutte le cose. 10 = 1+0 = 1 illustra l’eterno ricominciare. Il Dieci è il totale dei primi quattro numeri e perciò contiene la globalità dei principi universali. Corrisponde alla Tetraktys pitagorica, che insieme al sette lo considerava il numero più importante, in quanto è formato dalla somma delle prime quattro cifre (1+2+3+4=10), esprime la totalità, il compimento, la realizzazione finale. Esso è divino poiché perfetto, in quanto riunisce in una nuova unità tutti i principi espressi nei numeri dall’uno al nove. Per questo motivo il numero Dieci è anche denominato Cielo, ad indicare sia la perfezione che il dissolvimento di tutte le cose, per il fatto che contiene tutte le possibili relazioni numeriche. La comparazione della simbologia numerica e geometrica fa scoprire un’analogia tra il Dieci ed il punto entro il cerchio: nella tradizione esoterica il valore numerico di un centro o punto è uno, mentre quello di una circonferenza è nove, numero che moltiplicato per qualsiasi altro dà, per addizione delle cifre costituenti il risultato, sempre e soltanto sé stesso, esattamente come una circonferenza perpetuamente ritornante sul proprio tracciato. Tale simbologia suggerisce l’ipotesi che la decade rappresenti la perfezione relativa allo spazio-tempo circolare, ovvero la divina immanenza. Il Dieci indica il cambiamento che permette all’iniziato di evolvere, di crescere e di elevarsi spiritualmente.

Numero 11

Il numero Undici, insieme al 22 è un numero maestro e rappresenta la potenza, la giustizia e il potere acquisito per meriti e valori in senso positivo e la paura e la decadenza morale, in senso negativo. Considerato come la via della maturità spirituale e della conoscenza oltre il limite della comprensione umana, è associato a una forte intuizione e una grande apertura mentale. Idealismo e visione d’insieme sono aggettivi propri del numero Undici che è armonizzato con i ritmi del suo numero base, cioè il 2 (11 = 1+1=2). In questo modo si fondono sia la geniale ispirazione propria dell’11 che le forti capacità intuitive tipiche del numero 2. Questa combinazione erge il numero 11 a simbolo visionario e profetico. Caratterizzato dalla uguale presenza sia di proprietà maschili che femminili è sovente associato a segreti, legami e vincoli. E’ il numero degli amori clandestini, degli affari loschi e dei segreti personali. Il numero Undici è numero primo ed è palindromo di se stesso. Nell’alfabeto ebraico la 11esima lettera è la kaf (la lettera K, C dell’alfabeto latino), con valore numerico di 20 e rappresenta la corona e la realizzazione.

Numero 12

Viene considerato il più sacro tra i numeri, insieme al tre e al sette. Il dodici è in stretta relazione con il tre, poiché la sua riduzione equivale a questo numero (12 = 1 + 2 = 3) e poiché è dato dalla moltiplicazione di 3 per 4. Il Dodici indica la ricomposizione della totalità originaria, la discesa in terra di un modello cosmico di pienezza e di armonia. Infatti indica la conclusione di un ciclo compiuto. Il Dodici è il simbolo della prova iniziatica fondamentale, che permette di passare da un piano ordinario ad un piano superiore, sacro. Il Dodici possiede un significato esoterico molto marcato in quanto è associato alle prove fisiche e mistiche che deve compire l’iniziato. Superate le prove induce ad una trasformazione, in quanto il passaggio si compie su prove difficili, le uniche che portano ad una vera crescita. In molte culture i riti iniziatici si compiono all’età di Dodici anni, dopo di che si entra in un’età adulta.

Numero 13

Indica la rottura dell’armonia, incarnando il disordine. Infatti, è il numero che con l’aggiunta di una unita al dodici, interrompe la ciclicità, obbligando ad una trasformazione radicale. Il significato del Tredici è negativo, infatti è detto aritmico, rompendo la legge dell’equilibrio e della continuità. L’unità, aggiunta al dodici, costituisce causa di destabilizzazione all’armonia ottenuta. Dalla riduzione del tredici (13 = 1 + 3 = 4) si ottiene il quattro, che indica stabilità, solidità e certezza, mentre il Tredici al contrario indica l’instabilità e l’incertezza.

Numero 16

Il numero Sedici ha il suo corrispondente grafico nella svastica. Pur essendo un numero pari, che nella simbologia numerica ha una valenza passiva, quindi di stasi, rappresenta un eccezione esprimendo lo straordinario dinamismo proprio della svastica. Il Sedici è un numero ambivalente, simboleggia le avversità, che possono essere benefiche quando portano ad un cambiamento costruttivo, mentre sono negative quando portano l’individuo alla caduta verso la distruzione. La riduzione del Sedici lo mette in rapporto con il sette (16 = 1 +6 = 7) e dunque con la perfezione. Mentre come prodotto della moltiplicazione del quattro per se stesso (16 = 4 x 4) è il numero della realtà concreta e della terra. Può portare al pericolo un accestivo attaccamento e radicamento. In questo caso il Sedici incarna l’orgoglio, le prove della vita, la formazione attraverso gli insuccessi e le disillusioni.

Numero 17

Il diciassette è considerato il numero del Tempio e dei Cavalieri Templari assumendo così un forte significato sia iniziatico che esoterico. Scindendo il numero 17 in 1 e 7 (17=1+7) avremo per il numero 1 il significato di Essere Unico o Cosa Unica che viene posta in relazione con la Potenza Suprema, il Polo Radiante e il Centro mistico. Il 7 invece, è il numero della Conoscenza e della Sapienza: simboleggia quindi la profonda saggezza e la ricerca della verità ma anche introspezione e meditazione. Secondo la Kabbalah ebraica il 17 ottobre dell’anno 3761 a.C. avvenne la creazione dell’Universo e la somma dei numeri che compongono l’anno (3+7+6+1) da il numero 17. Altre corrispondenze per il numero 17 le possiamo trovare nel Vangelo di Giovanni nei versi che citano la pesca miracolosa: “Ascendit Simon Petrus et traxit rete in terram plenum magnis piscibus, centum quinquaginta trium”, “Simon Pietro, sali sulla barca e porta a terra la rete piena di 153 grossi pesci”. Il numero 153 è dato dalla somma di tutti i numeri interi da 1 a 17. I nomi degli angeli che si possono invocare sono 17 come il numero dei demoni evocabili. La stella a 8 punte posta sul capo della Vergine Maria ha 16 lati più 1 centro che sommati fa 17. Secondo un’antica credenza popolare il 17 simboleggia anche l’arrivo di eventi funesti. Ma com’è nata questa superstizione che ha portato questo numero a essere considerato portatore di sfortuna ? L’ipotesi forse più rispondente alla realtà si può far risalire al tempo dell’antica Roma: se, infatti, consideriamo il diciassette scritto in numero romano VXII, anagrammandolo abbiamo questo risultato: VIXI che il latino significa “vissi” quindi “sono morto”.

Numero 18

Il numero Diciotto essenzialmente femminile, rappresenta il carattere ricettivo, creativo e intuitivo dell’individuo. La riduzione del Diciotto è il nove (18 = 1 + 8 = 9), con il quale condivide un’energia simile, essendo un numero femminile rappresenta la donna, nel senso di madre che genera una nuova vita.

Numero 40

Il numero Quaranta ha lo stesso significato del numero tredici, rappresenta la morte simbolica. Infatti indica la prova iniziata, il trapasso che permette una seconda nascita, quella spirituale.

I NUMERI MASTRI

I Numeri Mastri o Maestri sono noti anche come Numeri Gemelli, poichè sono costituiti da due Numeri identici, e rappresentano la vibrazione più potente fra tutti i Numeri Doppi; inoltre accentuano il significato del Numero che si trova sommando le cifre che li costituiscono. Per esempio il Numero Mastro 22 enfatizza molto il Numero 4 in quanto la somma delle cifre che lo costituiscono è uguale a 4, poichè 2 + 2 = 4. L’Energia dei Numeri Mastri non è negativa, né positiva, ma richiede un grande impegno nella loro gestione durante il corso della vita, ma non tutti gli individui sono in grado di vivere le vibrazioni di tali Numeri. Questi Numeri, se ben gestiti, danno la possibilità di raggiungere mete particolari e di collegarsi ad un livello di consapevolezza superiore. I primi due Numeri Mastri sono l’11 e il 22 e vanno sempre considerati in ogni analisi numerologica. Inoltre nei livelli evolutivi più elevati sono attivi anche il 33, 44, 55, 66, 77, 88, 99, ma sono efficaci soltanto a livello esoterico nei Discepoli o nei grandi Iniziati, mentre dalla maggioranza degli individui sono vissuti solo nella loro riduzione a numeri singoli. Questo è un argomento che il sottoscritto non ha mai trovato nei libri di Numerologia, ma invece è di importanza fondamentale stabilire il livello evolutivo del soggetto che si esamina, altrimenti tutta l’interpretazione risulta penalizzata o errata, nello stesso modo in cui si deve tenere conto in Astrologia del livello evolutivo dell’Anima. Sono considerati anche i Numeri Mastri tripli, ad esempio 111, oppure 333, e quelli composti da due coppie di Numeri Mastri, come 11:11 oppure 33:33. I numeri Maestri energeticamente accentuano il significato delle singole cifre e sono considerati come alcune delle più potenti vibrazioni conosciute. Simboleggiano tutto il potenziale inutilizzato e assistono l’uomo a diventare più spirituale. Queste energie aspettano di essere attivate da coloro che hanno la sensibilità di riconoscerle. Ogni numero nel vostro Universo personale sta svegliando il vostro subconscio ad un nuovo modello di configurazione del DNA.

00, 000, 00:00

Il grande vuoto, l’ignoto che deve essere e che non è ancora nato. Spostarsi in un flusso dimensionale più elevato, saltando le matrici del tempo. Il portale della creazione prima della creazione. Un ricordarvi che siete sempre uno con l’universo. Sentite voi stessi al centro di tutto abbracciati dal Creatore ed amati incondizionatamente. Percorrete il cerchio interiore del completamento per completate ciò che deve essere completato.

11, 111, 11:11

Il portale della manifestazione istantanea. Lasciare andare la “manifestazione umana” e dare il benvenuto alla Creazione Cristica. Portali si aprono e portali si chiudono e voi siete tra tutti questi. Creazione consapevole con 13 secondi di intervallo tra un pensiero e l’altro. Diventare uno con l’Anima in abbondante creazione dei desideri del cuore. 22, 222, 22:22 La più alta sequenza di manifestazione/creazione senza frustrazione. Tutte le parole pensate, azioni e le intenzioni germoglieranno sia che la pioggia li aiuti a crescere o no. Uscire fuori dalla polarità. Il tempo va avanti con o senza di voi. Non create in automatico, dite la vostra nella vostra vita. Mantenete vive le vostre intenzioni, sapendo che quello che avete piantato con le vostre parole e azioni cresceranno e matureranno in accordo con le stagioni del cielo.

33, 333, 33:33

Questo numero vi offre una scelta. La trinità è attivata dentro al tetraedro nella struttura del vostro DNA. Questo numero vi offre l’opportunità di connettervi con esseri, maestri, guide e angeli altamente evoluti. La trinità è la santità in tutte le vostre scelte. Il vostro corpo, la mente e lo spirito sono in accordo con l’evoluzione della vostra Anima. Alla presenza di questo numero non potete essere indecisi. Connettetevi con la saggezza della Grande Anima e notate il sacro in tutte le vostre scelte senza guardare al risultato.

44, 444, 44:44

Nuove fondamenta di luce per la vostra vita. Nuove opportunità in arrivo senza neanche chiedere. Costruite il vostro futuro un pensiero alla volta, mattone dopo mattone. Non permettete a nessuno di buttare giù i vostri sogni con la loro negatività. Credete profondamente fino a che non vedrete i risultati. Tenete duro attraverso tutte le scelte e i cambiamenti. Restate ancorati a quello che sapete essere la divina verità e la nuova piattaforma di luce si solidificherà.

55, 555, 55:55

L’universo sta facendo dei cambiamenti per te sia che tu lo abbia chiesto o no. L’universo sta cambiando direzione per te con il permesso della tua Anima. Trattenete la visione fino a quando non approderete alla spiaggia del sé . Questo cambiamento può essere una risposta ad una lontana dimenticata preghiera. Il futuro è nascosto, per cui guardatelo con gli stessi occhi con cui guardereste un sogno tanto desiderato. Permettete alle correnti di portarvi un futuro pieno di possibilità ancora se per voi nascoste da dove vi trovate adesso.

66, 666, 66:66

La vibrazione del 6 si è trasmutata ad una vibrazione di luce ed è avvertita come un’emanazione divina. Troppo a lungo l’Umanità ha associato il 6 a tutto quello che era considerato negativo, oscuro, denso o addirittura demoniaco. Guardate semplicemente alla bellezza di un pianeta che vi ha dato forza vitale sin da quando siete nati. Il numero 6 vi sta chiedendo di tornare al seme originale della vita in riverenza per la sua numerica spiegazione. Il 6 appartiene alla Terra, ma c’è una bellezza divina nella terra e in quelli della terra. Madre Terra comincia a ritornare alla sua forma originaria anche senza il consenso dei suoi figli. Allineandovi con la vera essenza del numero 6 troverete un’armonia e una facilità inaspettata mentre percorrete le nuove vie della terra in fase di costruzione.

77, 777, 77:77

Questa è la vibrazione del guerriero spirituale. Colui che percorre quello stretto sentiero interiore. Il 7 lavora per la luce e con la luce. Il 7 mangia, beve e parla di luce. Al 7 non è consentito di uscire fuori dai confini della luce per più di un attimo. Il 7 vi riporta a casa, il luogo dove i miracoli sono ad ogni istante, il luogo dove potete volare e danzare con le stelle. Il sette è il luogo dove meraviglia, magia e miracoli sono del tutto naturali. Sette è il vostro naturale stato d’essere.

88, 888, 88:88

Come in alto così in basso. Questa configurazione apre il portale dell’Infinito e ci guida nel rilascio di tutte le limitazioni. È il numero dell’andare oltre quello che consideriamo essere il nostro limite. È pura spirituale energia atomica, pura sorgente di potere. È successo, prosperità e grandi imprese con la benedizione dell’Universo. È ricordare finalmente il nostro divino retaggio come promesso dal Creatore. È innalzare lo sguardo sopra le limitazioni terrestri e salire avanti verso un luogo di opulenza e generosità.

99, 999, 99:99

Completamento cosmico e personale. Significa passare al prossimo livello di amore e di servizio per l’evoluzione del pianeta attraverso l’auto-guarigione. Caduta libera dall’altezza del nove nella luce. Entrata e uscita sono nello stesso respiro. Attraverso il nove si ha un salto quantico verso livelli sconosciuti. Siete pronti a vedere di più e ad essere più di quello che siete in questo momento?

Significato delle Lettere corrispondenti ai Numeri

A = 1 E’ fortemente collegata alla confidenza che ci rende capaci di raggiungere gli obiettivi. Coloro che si chiamano con un nome la cui iniziale è la A, tendono ad essere vigili e audaci. Nel suo significato negativo la lettera A può essere eccessivamente critica nei confronti degli sforzi altrui. Si ritiene che il suono della vocale A abbia un significato ancestrale che può essere ritrovato nel suono dello sbadiglio e richiamerebbe la calma e il buon sonno.

B = 2 Rappresenta le reazioni emozionali. Coloro che si chiamano con un nome in cui iniziale è E sono persone amichevoli, compassionevoli alle quali piace l’ambiente domestico. Nel suo significato negativo la lettera B può essere auto-assorbita, se non un po’ avida.

C = 3 Rappresenta l’energia. Influenza particolarmente l’umore e si presta bene anche con le altre lettere. Nel suo significato negativo la lettera C può essere scrupolosa e inadempiente ai bisogni altrui.

D = 4 Rappresenta il bilanciamento. È molto potente ed è la lettera associata agli affari. Se è la prima consonante in un nome, la persona presenta un notevole senso e bisogno di ordine e giustizia. Nel suo significato negativo, la lettera D può essere testarda e intransigente.

E = 5 Rappresenta un cuore-caldo, amicizia, e passione. Se è la prima vocale nel nome è segno di una persona libera, amorevole e carismatica. Nel suo aspetto negativo la lettera E può essere instabile e poco affidabile. Il suono della E sarebbe legato alla vitalità e al risveglio.

F = 6 Rappresenta l’amore. Caratterizza persone dal cuore caldo, passionali e con la capacità di far stare meglio gli altri. Quando è la prima consonante in un nome, essa porta le vibrazioni di un individuo attaccato alla madre. Nel suo aspetto negativo la lettera F può portare un senso di malinconia.

G = 7 Rappresenta le esperienze mistiche e religiose. Questa lettera è immaginativa, creativa e cerca per soluzioni alternative ai problemi di ogni giorno. Quando è la prima consonante in un nome, la persona tende ad essere intuitiva, colta e in qualche modo solitaria. Negativamente la lettera G detesta ricevere consigli dagli altri, anche se sono i migliori.

H = 8 Rappresenta la creatività e la forza. Questa lettera ha un forte senso per gli affari e pertanto nella maggior parte dei casi aiuta a ricavare profitti. Quando è la prima consonante in un nome, la persona tende ad avere successo negli affari. Negativamente, può essere assorta ed egoista.

I = 9 Rappresenta la giustizia e generalmente è sensitiva, compassionevole ed umana. Nel suo lato negativo, la lettera I manca di autostima e si arrabbia facilmente. Il suono della vocale I può essere legato alla stabilità corporea e alla buona postura e pare che il suo suono prolungato abbia impatto sul corretto allineamento della colonna vertebrale e più in generale sia legato alla buona postura.

J = 1 Rappresenta le nostre aspirazioni. Questa lettera è veritiera, benevolente e intelligente. Quando è la prima consonante in un nome, la persona possiede un incontenibile desiderio di insistere, resistere, di non mollare mai, fino a trovare il successo o l’opportunità giusta. In negativo, la lettera J può essere pigra e smarrita.

K = 2 Rappresenta l’estremità. A volte è molto sicura di sé ed autorevole, altre volte piuttosto emotiva. Quando è la prima consonante in un nome, la persona possiede un’intuitività che spesso non viene capita o compresa dagli altri. Nel suo lato negativo la lettera K può essere insoddisfatta nella vita.

L = 3 Rappresenta l’azione. È caritatevole e ben regolata, ma a volte può essere piuttosto soggetta ad incidenti o scontri.

M = 4 Rappresenta la spiritualità. Questa lettera tende ad essere molto sicura di sé e aiuta nella realizzazione di un obiettivo di successo. È anche una lettera diligente che può essere piuttosto stacanovista. Nel suo lato negativo la lettera M può essere frettolosa e facile nell’arrabbiarsi.

N = 5  Rappresenta l’immaginazione. È intuitiva e comunicativa, ma nel suo aspetto negativo è predisposta alla gelosia.

O = 6 Rappresenta la pazienza ed è particolarmente abile nello studio. Quando è la prima vocale del nome la persona ha un buon senso della famiglia ed è un buon studente. Negativamente la lettera O necessita di molto allenamento per ottenere il controllo delle proprie emozioni. Il suono della O può essere denominato “farmacia vocale” in quanto avrebbe poteri taumaturgici, infatti il mantram della meditazione con l’OM può aiutare ad entrare in uno stato meditativo e le vibrazioni prodotte aiutano a rilassare gli organi interni con notevole beneficio di tutto l’organismo.

P = 7 Rappresenta la forza. Produce un forte senso del comando e possiede molta conoscenza e saggezza. Quando la lettera P è la prima consonante in un nome, la persona è attratta dalle materie spirituali. Negativamente la P tende a racchiudersi in sé stesso con una certa tendenza a immedesimarsi nelle preoccupazioni degli altri.

Q = 8 Rappresenta l’originalità. È una lettera misteriosa che in molti casi mostra zone che altrimenti sarebbero sconosciute. Negativamente la lettera Q può essere estremamente noiosa.

R = 9 Rappresenta le possibilità. È tollerante e umana ma ha la tendenza a diventare facilmente irascibile. Quando è la prima consonante in un nome, la persona spesso agisce come rappacificatrice.

S = 1 Rappresenta l’inizio. Ha degli attributi molto attraenti e possiede un istinto di abbondanza o di ricchezza. Negativamente la lettera S può agire in modo impulsivo e crea forti sconvolgimenti nelle persone.

T = 2  Rappresenta la crescita. È una lettera irrequieta che cerca risposte a questioni spirituali. Quando è la prima consonante in un nome, la persona ha una spiccata forza di volontà nell’aiutare le persone e tende ad essere insofferente. Negativamente la T è troppo emozionale e viene facilmente influenzata dalle opinioni degli altri.

U = 3 Rappresenta l’accumulo ed è considerata molto fortunata. Quando è la prima vocale in un nome, la persona sa amare liberamente senza restrizioni. Negativamente la U può essere egoista, avida e indecisa. Il suo suono pare sia legato all’oscurità e al superamento delle paure ancestrali collegandosi all’ululare notturno del lupo che crea paura per il suo suono minaccioso, ma che poi non risulta particolarmente pericoloso per l’uomo. Il suono prolungato e ripetuto pare tenda a fluidificare il rapporto tra la mente e il Sé, infatti fa parte del mantram AUM.

V = 4  Rappresenta la costruzione. È una lettera lavorativa, instancabile ed efficiente. Nel suo lato negativo la lettera V può essere imprevedibile.

W = 5 Rappresenta l’espressione personale. Nonostante questa lettera possa essere eccessivamente incantevole, possiede anche un’aura di mistero. Negativamente la W può essere avida e tende ad avere troppi rischi.

X = 6 Rappresenta la sensualità. Questa lettera è sempre alla ricerca sfrenata del piacere e può facilmente cadere nella promiscuità e nell’infedeltà.

Y = 7 Rappresenta la libertà e non conosce freni di nessun tipo. Negativamente la lettera Y può essere indecisa e di conseguenza può farsi scappare molte opportunità nella vita.

Z = 8  Rappresenta la speranza nel riuscire a rappacificare le persone. Negativamente la lettera Z può essere testarda e dovrebbe pensare bene prima di agire.

Il Maestro dei Numeri

Infine un piccolo accenno all’opera del francese Gerard Encausse (1865-1916), noto con lo pseudonimo di Papus, che scrisse numerosissime opere di carattere occulto, fra cui anche l’opera postuma “La Scienza Dei Numeri” tradotta in italiano e pubblicata nel 1984 dall’Editrice Atanòr, in cui è spiegata la costituzione dei Numeri, di cui le cifre sono solo il corpo, ovvero le apparenze esteriori.

Gerard Encausse “PAPUS” (1865-1916)

I Numeri hanno un triplice senso, con adattamenti diversi ai diversi sensi: 1° = Anatomia. Ogni numero è costituito da tre principi: Spirito; Astrale; Materia o corpo del numero. 2° = Fisiologia. La Legge del Ternario governa i Numeri, che si succedono in: Attivi, Passivi, Neutri. 3° = Psicologia. Se ne occupa la Cabala, con le relative chiavi che devono restare chiuse per i profani, ma di cui è fornita una classificazione in tre sezioni:

    DIVINI                 PSICHICI               NATURALI

PRIMA-TRINITA’                     1                            2                           3

SECONDA TRINITA’                4                            5                           6

TERZA TRINITA’                      7                            8                           9

Inoltre è pubblicata una chiave definitiva del sistema numerale:

Chiave del Sistema numerale

NUMERI E ASTROLOGIA

Sono state fatte diverse tabelle di correlazione fra i Numeri ed i Segni Zodiacali ed i Pianeti. Per essere imparziali, qui si citano tutte le correlazioni di nostra conoscenza, tuttavia si deve comprendere che si tratta solo di analogie, ma non di corrispondenze vere e proprie, poiché la Numerologia si occupa di aspetti diversi dall’Astrologia, infatti non tutti i numerologi hanno le stesse opinioni sulle correlazioni.

1 = ARIETE – SOLE, MARTE,

2 = TORO, VERGINE – LUNA, VULCANO

3 = GEMELLI, SAGITTARIO – GIOVE, VENERE

4 = CANCRO, TORO – URANO, TERRA, SATURNO

5 = LEONE, GEMELLI – MERCURIO, MARTE

6 = VERGINE, BILANCIA – VENERE, GIOVE

7 = BILANCIA, CANCRO – NETTUNO, LUNA, MERCURIO

8 = SCORPIONE, CAPRICORNO – SATURNO, SOLE

9 = SAGITTARO, LEONE – MARTE, SOLE, tutti i pianeti o nessuno.

10 = CAPRICORNO

11 = AQUARIO – URANO

12 = PESCI

22 = SCORPIONE – PLUTONE

33 = PESCI – NETTUNO

44 = ATLANTE

NUMERI, QUADRATI MAGICI E PIANETI

Nell’antichissima tradizione dei quadrati magici i primi 7 numeri sono legati a 7 energie planetarie:

1)      3 x  3  <>  Saturno

2)      4 x  4  <>  Giove

3)      5 x  5  <>  Marte

4)      6 x  6  <>  Sole

5)      7 x  7  <>  Venere

6)      8 x  8  <>  Mercurio

7)      9 x  9  <>  Luna

DOWNLOAD LIBRI E ARTICOLI GRATIS DI NUMEROLOGIA:

Studio sui Numeri – R.A. Schwaller De Lubicz

Esoterismo dei Numeri – Lucia Alari

Numerologia Biblica – Nereo Villa

[Andrea Fontana http://www.scienze-astratte.it]

Condiviso da:http://portalemisteri.altervista.org/blog/numerologia-e-aritmoscopia-la-magia-dei-numeri/

 

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook Pianetablunews e Beautiful exotic planet earth  € ed al nostro profilo su twitter.

 Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà  un finestrella.

Clicca sul tasto €œMi piace € e poi su €œricevi notifiche per seguirci costantemente.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog  tramite email per non perdere altri articoli, curiosità  e consigli!!

Ti è piaciuto l’€™articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Loading...

Un commento

  • francesca

    sono appassionata di numerologia da molto tempo e comunque trovo questo articolo bellissimo e molto molto interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.