Le storie delle mitiche sirene sono ispirate da una condizione medica di vita reale?

Le sirene hanno sempre fatto parte della  nostra immaginazione per migliaia di anni. Le sirene nascono in Assiria con la leggenda della dea Atargatis, e con la diffusione del culto in Grecia e Roma. Secondo un racconto, Atargatis si trasforma  metà in donna, metà in pesce  per la vergogna di aver ucciso accidentalmente il suo amante umano. Tuttavia, in altri racconti, Atargatis è una dea della fertilità,  associata ad una dea con il corpo di pesce  Ascalon. Si pensa che il culto di Atargatis e Ascalon si fuse in uno solo, che porta alla descrizione di una ‘sirena-dea’.
Il rovescio di una moneta di Demetrio III raffigura fish-bodied Atargatis

Il rovescio di una moneta di Demetrio III raffigura fish-bodied Atargatis Il rovescio di una moneta di Demetrio III raffigura pesce-bodied Atargatis, velato, tenendo l’uovo, affiancato da steli di orzo. Fonte immagine:Wikipedia

Nella storia, le sirene sono state collegate ad eventi pericolosi nella cultura europea, africana e asiatica, tra cui inondazioni, tempeste, naufragi e annegamenti. Omero le chiamò sirene nell’Odissea, che ha attirano i marinai verso la morte. Sono state raffigurate nelle sculture etrusche, in epopee greche, e in bassorilievi in ​​tombe romane. Nel 1493, Cristoforo Colombo riferi di aver visto le sirene sul suo viaggio ai Caraibi.

Ma  il nostro concetto di una sirena poteva in realtà aver avuto origine da un vero e proprio disturbo medico?

Loading...
Ulisse e le Sirene

Ulisse e le Sirene di HJ Draper. Fonte immagine:Wikipedia

La sirenomelia, prende il nome dalle mitiche sirene greche , conosciuta anche come ‘sindrome della sirena’, è una rara e fatale malformazione congenita caratterizzata dalla fusione degli arti inferiori. La condizione si traduce in quello che sembra un singolo arto, simile a una coda di pesce, portando alcuni ad interrogarsi sulle  leggende antiche e se i casi della condizione possono  aver avuto un influenza nel passato. E ‘noto, ad esempio, che le antiche descrizioni di mostri marini derivati ​​da avvistamenti di specie di vita reale come le balene, calamaro gigante, e trichechi, che sono stati raramente visti e poco capiti in quel contesto storico.
Antichi casi di Sirenomelia

Alcuni studiosi si sono chiesti se gli antichi casi di Sirenomelia possono aver influenzato le leggende del passato. ‘A Mermaid’ di John William Waterhouse. Fonte immagine: Wikipedia

Secondo il MailOnline , lo storico della medicina Lindsey Fitzharris dalla Oxford University, e autore del blog L’Apprendista Chirurgo, è riasalito a riferimenti della condizione in testi storici, tuttavia, la prima menzione nota che poteva trovare era in un atlante di quattro volumi pubblicato nel 1891.
La sirenomelia  si verifica per l’alterazione della vascolarizzazione della parte inferiore del corpo nelle prime fasi della formazione dell’embrione  e non si ha la formare di due arterie, lasciando solo un sufficiente apporto di sangue per un arto. Purtroppo, a causa di malformazioni urogenitali e gastrointestinali gravi, i bambini nati con la malattia raramente sopravvivono più di pochi giorni. Tuttavia, con il perfezionamento in tecniche chirurgiche, ci sono ora stati alcuni casi di malati che vivono la loro adolescenza.
Un diagramma che mostra un bambino con Sirenomelia

Un diagramma che mostra un bambino con Sirenomelia a sinistra e il processo per separare le gambe in posizione centrale e destra. Fonte immagine: pickled politics

 
Tra i sopravvissuti della rara condizione  una ragazza peruviana di nome Milagros Cerron, il cui nome significa “miracolo”, ma gli amici e la famiglia con affetto si riferiscono a lei come ‘Sirenetta’. Nel 2006, un team di specialisti ha separato con successo le gambe. Mentre Milagros vive una vita piena e attiva, sarà necessario un intervento chirurgico per correggere complicazioni associate con i suoi reni, sistema digestivo e urogenitale.
La Sirenetta'

La ‘Sirenetta’ – Milagros Cerron – prima e dopo l’intervento chirurgico per correggere le condizioni di Sirenomelia.

La  condizione congenita ha dato luogo a storie di donne con la coda di pesce, ma come questo sia possibile, non sarà mai davvero scientificamente dimostrato. Tuttavia, la somiglianza tra  le donne con la coda di pesce e le mitiche sirene ha avuto un effetto positivo – ha aiutato i bambini affetti da Sirenomelia a sentirsi orgogliosi della loro somiglianza con le belle e leggedadarie sirene descritte nel nostro antico passato e che persiste attraverso i media popolari nell’era moderna.

Foto di presentazione: Atargatis da Annie Stegg. Fonte immagine:deviantart

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.