Biodiversità, sei luoghi insostituibili

Uno studio pubblicato su Science mette in evidenza le aree più importanti al mondo per la sopravvivenza delle specie. Eccone alcune 

di Jane J Lee

Biodiversità, sei luoghi insostituibili

La mappa della salvezza

Loading...

Nelle foreste, nelle savane e sulle vette del mondo molte specie a rischio di estinzione affrontano un futuro sempre più incerto. Solo se riusciremo a salvare i loro habitat da inquinamento, sviluppo urbanistico e altre minacce sapremo se riusciranno a sopravvivere.

Una recente ricerca ha cercato di individuare quali siano i luoghi sul pianeta davvero insostituibili per la sopravvivenza di mammiferi, uccelli e anfibi.

Finora le ricerche e le azioni di conservazione si sono concentrate sulla possibilità di espandere la rete globale delle aree protette, spiega Ana Rodrigues,  biologa al Centro di Ecologia Funzionale ed Evolutiva di Montpellier, in Francia. “Non abbiamo abbastanza aree protete e abbiamo bisogno di espandere la rete”, dice la studiosa. “Ma abbiamo anche bisogno di assicurarci che le aree protette già esistenti funzionino e che vengano curate al meglio”.

Secondo il rapporto 2012 dello United Nations Environment Programme (UNEP), le aree protette rappresentano il 13 per cento  della superficie terrestre e il 2 per cento dei mari.

Ma i piani e le procedure per l’applicazione delle norme e per la gestione delle aree variano moltissimo. Alcuni parchi e santuari si concentrano sulla conservazione di specie carismatiche che però non sono magari altrettanto in pericolo di altre meno celebri ma non per questo meno importanti, continua Rodrigues.

I ricercatori sperano di identificare aree ufficialmente protette eppure bisognose di maggiori attenzioni.  Rodrigues sottolinea che tutte le aree protette sono importanti: “Non possiamo permetterci di perderne neppure una”.

In questa galleria, ecco sei luoghi davvero irrinunciabili messi in evidenza nello studio pubblicato sulla rivista Science.

Biodiversità, sei luoghi insostituibili
Fotografia di Matthew Williams-Ellis/Robert Harding World Imagery/Corbis
Altopiani Centrali dello Sri Lanka
Le foreste su questi rilievi ospitano animali a rischio come Il presbite dalla faccia viola delle zone umide delle pianure settentrionali (Trachypithecus vetulus nestor) o la sottospecie di loris gracile Loris tardigradus nycticeboides, animale questo di cui restano al mendo meno di un centinaio di esemplari.

Nel 2010 gli altopiani, che ospitano i più vasti tratti intatti di foresta pluviale di montagna del paese, sono entrati a far parte della lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Biodiversità, sei luoghi insostituibili
Fotografia di Charles Besancon.
Parque Nacional Canaima, Venezuela

Questo parco venezuelano, situato nello Stato di Bolivar e patrimonio dell’umanità UNESCO dal 1994, è noto soprattutto per le sue montagne dalla cima piatta chiamatetepuis.

“La geologia di questo luogo è straordinaria”, sottolinea Rodrigues. “Ci sono queste piattaforme di roccia che emergono dalla foresta, e ognuna è un mondo a se stante”.

tepuis variano in altezza dai 1.000 ai 3.000 metri, e alcuni sono così isolati da essere raggiungibili solo in elicottero.

Ognuna di queste “isole nel cielo” ha la sua comunità di piante e animali introvabili altrove, come il minuscolo rospo Oreophrynella quelchii, nella foto.

Biodiversità, sei luoghi insostituibili
Fotografia di Kalyan Varma.
Ghati occidentali, India
I rilievi di questa catena montuosa sono più antichi dell’Himalaya.

Situati lungo la costa ovest dell’India, i Ghati occidentali influenzano l’andamento dei monsoni e sono considerati uno degli otto punti caldi più importanti per la biodiversità.

Biodiversità, sei luoghi insostituibili
Fotografia di Kalyan Varma.
Habitat a rischio

Nella foto un Trochalopteron cachinnans, passeriforme che vive sui Ghati occidentali.

Secondo il WWF, il versante settentrionale di questa catena ospita circa un terzo delle piante, quasi metà dei rettili e pressappoco i tre quarti degli anfibi di tutta l’India.

Questa area così preziosa però è minacciata dal disboscamento messo in atto dalle popolazioni locali per far posto alla coltivazione di tè, caffè, gomma e palme da olio.

Biodiversità, sei luoghi insostituibili
Fotografia di Jens Klinzing
Parco nazionale dei monti UdzungwaTanzania

Quest’area situata negli altopiani meridionali della Tanzania (nella foto, le cascate del Sanje) è stata proposta come Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO sul finire degli anni Novanta, ma nel 2011 il governo della Tanzania ha ritirato la candidatura.

Nel parco vivono specie endemiche come il colobo rosso degli Udzungwa (Piliocolobus gordonorum) o il cercocebo del fiume Sanje (Cercocebus sanjei).

Biodiversità, sei luoghi insostituibili
Fotografia di Frank Vassen
Foreste pluviali di Atsinanana, Madagascar
 
Aggiunte nel 2007 ai patrimoni dell’umanità dell’UNESCO a causa della loro biodiversità e delle specie a rischio che le abitano, le foreste pluviali di Atsinanana, in Madagascar, sono un gruppo di sei parchi nazionali che si trovano sulla parte orientale dell’isola.
Queste antiche foreste, in cui l’80-90 per cento circa delle specie sia vegetali che animali sono endemiche, raccontano la storia geologica dell’isola e la sua separazione dagli altri continenti, avvenuta oltre 60 milioni di anni fa. Un isolamento che ha permesso l’evoluzione di specie che non vivono in nessun altro luogo al mondo, come i lemuri.

Biodiversità, sei luoghi insostituibili
Fotografia di Hubert Ayasse/Sygma/Corbis
Sierra Nevada de Santa Marta, Colombia

Situata sulla costa caraibica della Colombia, è la catena montuosa costiera più alta del mondo, ma il parco, che dal livello del mare arriva anche ai 4.000 metri, comprende sia picchi costantemente innevati (nella foto), che, ad altitudini minori, foreste temperate o zone tropicali.

Quest’area dagli habitat estremamente variati è anche molto ricca di specie endemiche, ma, dice Rodrigues, l’espansione dell’agricoltura minaccia la regione.

Fonte www.nationalgeographic.it

Condiviso da:http://blueplanetheart.blogspot.it/2013/12/biodiversita-sei-luoghi-insostituibili.html

 

nuovo-logo-paginaRicordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere. Ecco il link della pagina: Pianeta blu   -Pianetablunews lo trovate anche su su twitter

 

 

Beautiful exotic planet earthRicordo che pianeta blu news su facebook ha una nuova pagina da un po di tempo Beautiful exotic planet earth. La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth
Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca!
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.