Archeologi scoprono nuovo monumento Maya con iscrizioni che fanno riferimento al 2012

Gli archeologi che lavorano nel sito di La Corona in Guatemala hanno scoperto un vecchio  testo Maya di 1300 anni che fornisce solo il secondo riferimento noto alla cosiddetta “data finale” per il calendario Maya il 21 dicembre 2012. La scoperta, uno dei più significativi geroglifici trovati in decenni, è stata annunciata  al Palazzo Nazionale in Guatemala.

Archeologi Maya scoprire nuova 2012 monumento

Loading...

“Questo testo parla dell’ antica storia politica piuttosto che della profezia”, dice Marcello A. Canuto, Direttore del Tulane americano per il Medio Research Institute e co-direttore degli scavi presso le rovine Maya di La Corona.”Questa nuova prova suggerisce che la data 13 Bak’tun è stato un evento calendariale importante che sarebbe stato celebrato da antichi Maya, tuttavia, essi non fanno profezie apocalittiche di sorta per quanto riguarda la data”.

La Corona per molti decenni è stata conosciuta come l’enigmatico “Sito Q”, la fonte di molte sculture saccheggiate la cui sorte era rimasta un mistero fino alla sua riscoperta,solo quindici anni fa. Negli ultimi cinque anni, Marcello A. Canuto e Tomás Barrientos Q. (Direttore del Centro de Investigaciones y Arqueologicas Antropológicas presso l’Universidad del Valle de Guatemala) hanno diretto La Corona Archeologico Regionale Project (PRALC), che ha studiato questa intrigante  città Maya e i suoi dintorni nella giungla.

Nel 2012, Canuto e Barrientos hanno deciso di scavare davanti a un edificio che era stato gravemente danneggiato circa 40 anni fa da saccheggiatori in cerca di pietre scolpite e tombe. “L’anno scorso, ci siamo resi conto che i saccheggiatori di un particolare edificio aveva scartato alcune pietre scolpite,  ha detto il co-regista Barrientos “, quindi sapevamo che hanno trovato qualcosa di importante, ma abbiamo anche pensato potrebbero aver perso qualcosa. “In effetti, nel 2012, gli scavi non solo hanno permesso di recuperare più di 10 pietre con geroglifici scartati, ma anche qualcosa che i saccheggiatori  hanno lasciato incontaminato, con una serie di 12 pietre squisitamente intagliate ancora nella loro posizione originale (in totale , 22 pietre intagliate sono state recuperate). In combinazione con i blocchi saccheggiati, la scala originale  aveva un totale di non meno di 264 geroglifici, che lo rende uno dei più lunghi testi antichi Maya conosciuti, e il più lungo in Guatemala.

Archeologi Maya scoprire nuova 2012 monumento

Mentre la squadra di archeologi ha studiato come e quando questa scala particolare è stata costruita, il dottor David Stuart, direttore del Centro Mesoamerica dell’Università del Texas a Austin ha intrapreso la decifrazione dei tanti nuovi testi geroglifici. Stuart faceva parte della prima spedizione archeologica a La Corona nel 1997,che si è occupata  della  ricostruzione della storia del sito.L’iscrizione della scalinata si riferisce a 200 anni di storia politica di La Corona, ai suoi alleati e ai suoi nemici.Coerentemente con questi temi, alcune di queste pietre ritraggono governanti in varie pose ad accettare omaggi, scene di  danza, e a prepararsi a giocare al ballgame Maya.

Un’altra scoperta del tutto inaspettata è stata fatta su un altro blocco che porta 56 geroglifici finemente scolpiti. Stuart  ha riconosciuto che commemorava la visita reale a La Corona in AD 696 del sovrano più potente Maya di quel tempo, Yuknoom Yich’aak K’ahk ‘di Calakmul (che si trova nella moderna Campeche, Messico), noto anche come Fuoco Claw o Jaguar Paw. Calakmul era stato un regno molto potente per secoli sino a quando il suo re fu sconfitto in battaglia dal suo rivale di lunga data Tikal (che si trova nella moderna Peten, Guatemala) il 3 agosto, 695. “Gli studiosi avevano ipotizzato che il re Calakmul è morto o è stato catturato in questo impegno”, dice Stuart, “ma questo nuovo testo straordinario  ci dice il contrario.”

Archeologi Maya scoprire nuova 2012 monumento

Si scopre che il re Calakmul  fu sconfitto e non fu né ucciso né catturato, infatti, sulla scia della sua sconfitta ingloriosa, era in visita a La Corona con gli alleati di fiducia,forse per dissipare i loro timori dopo la sua sconfitta. Perché il riferimento all’anno 2012? Non prevede una profezia di quello che verrà? No, il riferimento a questo importante appuntamento ha molto più a che fare con gli eventi del 7° piuttosto che del 21 ° secolo.

La chiave per comprendere il riferimento al 2012 è un titolo unico che questo re Calakmul dona a se stesso. Nel testo, si chiama ” signore13 K’atun “, cioè, il re che ha presieduto e celebrato una conclusione importante del calendario, il ciclo di 13 K’atun (9.13.0.0.0). Questo evento era accaduto pochi anni prima in AD 692. Al fine di esaltare  ancora di più la sua figura e  il suo regno e proittarsi in una dimensione eterna, si collega in avanti nel tempo a quando il prossimo periodo superiore del calendario Maya, avrebbe raggiunto lo stesso numero 13, cioè 21 dicembre 2012 (13,0 .0.0.0).

Archeologi Maya scoprire nuova 2012 monumento

Il riferimento al 2012 è servito a proiettare il regno di questo re  in un più ampio contesto cosmologico. “Questo era un momento di grande agitazione politica nella regione Maya e questo re si sentì obbligato ad  alludere a un più ampio ciclo di tempo che arriva alla fine del 2012”, dice Stuart. Questa evidenza è coerente con l’unico altro riferimento alla data del 2012 delle antiche iscrizioni Maya nel Monumento 6 di Tortuguero, in Messico. “Questo testo ci mostra che in tempi di crisi, gli antichi Maya hanno usato il loro calendario per promuovere la continuità e la stabilità, piuttosto che prevedere l’apocalisse”, dice Canuto.

Il progetto continua a studiare e registrare queste pietre scolpite di recente, le quali  registrano altri episodi importanti dell’antica storia dei Maya. Inoltre, il progetto prevede di continuare a lavorare sul campo a La Corona,sotto la direzione della  Tulane University e l’Universidad del Valle de  , sostenuta dal Ministero della Cultura del Guatemala

Immagini (c) Tulane University.

Fonte: http://phys.org/news/2012-06-maya-archaeologists-unearth-monument.html

Ricordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

ecco il link della pagina:

https://www.facebook.com/pages/Pianeta-blu/190882504295322

Loading...