Attenzione agli ANTI-ZANZARE che contengono il deet

Una sostanza chimica che ha ripercussioni negative sulla salute . L’Environmental Health Association of Nova Scotia, in Canada, ha pubblicato un documento, riportato da Wired.it, sui rischi connessi all’esposizione a una sostanza contenuta nei repellenti contro le zanzare. Si chiama deet (dietiltoluamide) ed è contenuto nella maggior parte dei prodotti che si possono acquistare nei negozi e supermercati. La sostanza è scelta dalle case produttrici perché è molto efficace, ma allo stesso tempo, provoca pesanti ripercussioni sugli esseri umani. «Dal punto di vista della salute – si legge nel rapporto – la puntura di una zanzara è più in fastidio che una seria minaccia, per questo scegliere un repellente naturale avrebbe più senso». La citronella, per esempio, garantisce 30-40 minuti di protezione, mentre limone ed eucalipto arrivano anche a 120 minuti. Un altro metodo è quello di dotarsi di zanzariere e di una casetta per pipistrelli, che sono i naturali predatori di questi insetti. Il deet è formalmente catalogato come un pesticida ed è utilizzato anche come solvente per rimuovere le vernici. Questa sostanza chimica viene assorbita dalla pelle e arriva fino al sangue.

IL PERICOLO MAGGIORE SONO GLI EFFETTI SUL SISTEMA NERVOSO CENTRALE

Loading...

Secondo quanto risulta dai test del Dr. Mohammed Abou-Donia della Duke University il deet provocherebbe gravi disfunzioni sulla coordinazione dei muscoli. Inoltre, se l’esposizione al deet è combinata a quella di altre sostanze, come quelle contenute nelle preparazioni alcooliche, possono verificarsi difficoltà di apprendimento e problemi di memoria. Nel nostro paese, come ha riportato Wired.it, il problema è che la legislazione in merito è «carente». I dati del 2005 raccolti dal Centro antiveleni di Milano in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità riportano 105 casi di esposizione e 20 intossicazioni l’anno. E i più colpiti sono i bambini.

 

CONSIGLI DEGLI ESPERTI PER PROTEGGERSI DA QUESTA SOSTANZA SONO

-Non applicare i repellenti sopra tagli, ferite o sulla pelle irritata;

-Evitare di usare i prodotti due in uno (crema solare più repellente, che contengono dosi superiori di agenti chimici);

-Fare particolare attenzione ai bambini e non spargere il repellente sulle loro mani, vicino agli occhi o intorno alla bocca;

-Non usarlo sotto i vestiti;

-Lavare le mani con acqua e sapone per togliere il prodotto;

-Non spruzzare il repellente in ambienti chiusi;

-Non usare dosi eccessive e non usarlo per lunghi periodi.

Fonte: http://ilfattaccio.org/2012/05/29/anti-zanzare-attenzione-a-quelli-che-contengono-il-deet/

 

Ricordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

ecco il link della pagina:

https://www.facebook.com/pages/Pianeta-blu/190882504295322

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.