Donna si toglie la maglietta per salvare il koala dal fuoco: video

I koala non sono fortunati: questi splendidi animali, oltre a essere nella Lista rossa delle specie minacciate dell’Unione internazionale per la conservazione della natura e delle risorse naturali, hanno sofferto di incendi nel loro habitat naturale in Australia.

Fortunatamente, alcune persone hanno fatto la loro parte per cercare di combattere il problema, come ad esempio una donna che ha incontrato un koala bruciato e si è tolta la camicia dal corpo per salvarlo.

L’australiana quindi annaffiò l’animale ferito, lo avvolse in una coperta e lo portò all’ospedale Koala Port Macquarie, specializzato nella cura di questi animali.

Loading...

Lieto fine

I koala sono molto vulnerabili al fuoco perché istintivamente si arrampicano sugli alberi, dirigendosi verso il caldo.

Anche se sopravvivono al fuoco, si bruciano quando attraversano pezzi di terra rovente.

“Questo koala maschio era molto disorientato dalle fiamme e purtroppo è stato ulteriormente bruciato quando è tornato al fuoco attivo. Si chiama Ellenborough Lewis (dal nome del nipote della donna che lo ha salvato). È stato curato e ora si trova in un alloggio a cinque stelle dell’ospedale “, hanno riferito i medici di Koala Port Macquarie.

Grave problema

Ad oggi, almeno 31 koala sono stati trattati per ustioni e disidratazione in ospedale.

Secondo il portale The Bored Panda , si stima che fino a 350 koala siano morti a causa di incendi boschivi nella regione del Nuovo Galles del Sud.

Non tutte sono cattive notizie però, tuttavia: l’ospedale e alcune altre organizzazioni hanno organizzato una campagna sul sito Web di crowdfunding GoFundMe per creare strutture di cura nelle aree bruciate per aumentare la sopravvivenza di koala e altri animali selvatici e raccogliere molti più soldi del previsto.

Mentre l’obiettivo era di $ 25.000, la campagna ha superato i $ 879.000 e il progetto è ora in fase di espansione. [ BoredPanda ]

Fonte: hypescience.com

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...