Sardegna: sulla spiaggia de La Pelosa raccolti oltre 20mila mozziconi di sigarette in un weekend

A quanto pare, divieti e sanzioni fanno il loro dovere (finalmente!) e aiutano, almeno in parte, a debellare la terribile piaga dell’inquinamento sulle spiagge. Ancheil senso civico sembra aumentare tra i nostri connazionali; la dimostrazione pratica di questa piacevole inversione di tendenza è il nuovo successo raggiunto su una famosa spiaggia della Sardegna, in cui sono stati raccolti ben 20.000 mozziconi di sigaretta in un solo fine settimana. Rifiuti che si sarebbero riversati nella sabbia e in acqua, andando ad inquinare uno dei mari più belli d’Italia.

Loading...

Sulla spiaggia de La Pelosa a Stintino, nel nord della Sardegna, sono stati raccolti 20mila mozziconi in un solo fine settimana. I mozziconi sono stati correttamente gettati negli appositi contenitori presenti nelle “aree fumo”, delle zone adibite ai fumatori incalliti che non vogliono rinunciare al piacere di fumarsi una bella sigaretta in spiaggia. Il sindaco di Stintino, Antonio Diana è molto soddisfatto dei risultati: “I sistemi che abbiamo adottato funzionano e la risposta dei turisti mi sembra eloquente”. Lo stesso sindaco ha poi precisato che “la presenza degli steward aiuta a sensibilizzare i bagnanti al rispetto delle altre regole, come usare le stuoie e risciacquare i piedi quando si lascia la spiaggia”, in modo da continuare a preservare e rispettare un paradiso naturale.

Per ora, insomma, le “aree fumo” stanno funzionando. Non sono mancati i soliti trasgressori, che sono stati prontamente sanzionati. Speriamo che, presto, Stintino diventi solo uno dei tanti esempi di spiagge “smoke free” d’Italia.

Fonte: www.curioctopus.it 

SEGUICI SENZA CENSURA SU TELEGRAM

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...