Le cause dell’alopecia da stress

alopecia

La correlazione tra la caduta dei capelli e lo stress non è stata ancora dimostrata a livello sperimentale, eppure le statistiche mettono in chiaro la sua esistenza, così come l’evidenza empirica che è ben nota a tutti gli specialisti del settore e a tutti i tricologi. Si parla, a questo proposito, di alopecia psicogena a indicare un disturbo di carattere psicosomatico che è determinato dalle tensioni nervose e, più in particolare, dallo stress, nello stesso modo in cui ciò accade per la dermatite atopica, per l’orticaria o per alcuni tipi di psoriasi. Ecco perché questo genere di alopecia deve essere ben distinto da quella da tricotillomania, che a sua volta è originata da motivi psicologici, ma consiste in un vero e proprio disturbo del comportamento di natura non psicosomatica.

Stando alle ricerche più nuove, lo stress induce nell’organismo umano una reazione biologica che coinvolge l’ipofisi e l’ipotalamo: accade, quindi, che vengano rilasciati degli ormoni corticotropi che, dopo essere entrati in circolo, entrano in contatto con cellule che hanno un ruolo importante sia nella formazione dei capelli che nella loro alimentazione, come per esempio i sebociti, i fibroblasti, i cheratinociti e le cellule immunitarie. L’alopecia da stress non di rado è caratterizzata da un eccesso di produzione di sebo nella porzione di cute dei capelli, proprio per l’influenza che viene esercitata nei confronti dei sebociti.

I sintomi dell’alopecia da stress

Come si può scoprire rivolgendosi agli esperti di cesareragazzi l’alopecia da stress femminile non ha niente a che vedere con l’alopecia areata, che comporta una perdita di capelli a chiazze: in questo caso, infatti, il diradamento dei capelli è diffuso e interessa tutte le zone del cuoio capelluto, anche se si concentra in modo particolare in corrispondenza dell’area centrale dove c’è l’attaccatura frontale collegata al vertice della testa. Dal lato maschile, il diradamento generale è abbinato a una stempiatura precoce con l’aggravarsi dei diversi fattori che danno origine al problema.

Loading...

I sintomi dell’alopecia androgenetica rischiano di essere confusi con quelli dell’alopecia da stress, sia nelle donne che negli uomini: la prima, tuttavia, può essere esclusa se la persona interessata non ha una storia familiare di quel tipo. In altri casi si potrebbe scambiare l’alopecia da stress per alopecia seborroica, in quanto in entrambe le circostanze si nota un eccesso di produzione di sebo. La differenza tra le due circostanze va individuata nel fatto che la seborrea nell’alopecia da stress è una causa indiretta della caduta dei capelli che è originata dallo stress stesso mentre nell’alopecia seborroica è una causa diretta.

Il prurito in testa

Al di là della perdita dei capelli, uno dei sintomi più comuni dell’alopecia psicogena è il prurito in testa, che si concretizza in una spiacevole sensazione di bruciore e di fastidio che interessa il cuoio capelluto: si ha l’impressione di avere la cute infiammata e proprio per questo motivo si ha la tendenza a grattarsi di continuo, a maggior ragione in circostanze ansiogene. La dermatite seborroica è un altro fenomeno che si accompagna al disturbo, in correlazione all’ipersecrezione sebacea: il sebo in eccesso finisce per ostruire i follicoli, e così i capelli sono come soffocati. Infine, non si può sottovalutare la cosiddetta tricodinia, che corrisponde a un dolore della cute dei capelli che può essere paragonato al fastidio che avvertono le persone che soffrono di alopecia androgenetica.

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...