Questo squalo di 512 anni è il più vecchio vertebrato del pianeta

Gli scienziati danesi hanno scoperto il vertebrato vivente più antico del pianeta: uno squalo ( Somniosus microcephalus ) che potrebbe avere fino a 512 anni.
I risultati sono stati pubblicati in un articolo sulla prestigiosa rivista scientifica Science .

Da 272 a 512 anni

Questi squali vivono nell’Atlantico settentrionale e nei mari dell’Artico, dal Canada orientale alla Russia occidentale. Il loro tasso di crescita è estremamente lento, circa 1 centimetro all’anno.

Quindi, quando i ricercatori hanno trovato una femmina di 5 piedi, hanno subito capito che aveva alcuni secoli di vita.
Gli scienziati hanno usato la datazione al radiocarbonio per studiare le lenti oculari di questo animale e di  altri 27 squali della Groenlandia, e si è scoperto che la più grande (la grande femmina) aveva probabilmente circa 392 anni.
Poiché vi è una possibilità di errore nell’analisi, l’età effettiva dello squalo può variare tra 272 e 512 anni.

Metodo della datazione

Fino ad ora, determinare l’età di questa specie era un compito molto difficile.
In alcuni pesci, gli scienziati esaminano le ossa dell’orecchio, chiamate otoliti, che mostrano uno schema di anelli concentrici quando sezionati. Possono essere contati come gli anelli di un albero. Gli squali sono più duri, ma alcune specie, come il grande squalo bianco, hanno tessuto calcificato che si sviluppa a strati sulle ossa della schiena e può anche essere usato per datare gli animali.
Lo squalo della Groenlandia, d’altra parte, è molto morbido e non ha depositi di strati che possono essere contati. Quindi la squadra aveva bisogno di trovare un’alternativa.
“La lente dell’occhio dello squalo è composta da un materiale specializzato e contiene proteine ​​che sono metabolicamente inerti, il che significa  che le proteine ​​sono state sintetizzate dopo nel corpo, e non vengono più rinnovate. Quindi possiamo isolare il tessuto che si è formato quando lo squalo era un cucciolo e fare datazioni al radiocarbonio “, ha detto Julius Nielsen, un biologo marino dell’Università di Copenaghen e autore principale dello studio, sul sito web della BBC.

Età probabile: 400 anni

La maggior parte dei 28 squali studiati sono morti dopo essere stati catturati in reti da pesca in modo collaterale. Utilizzando la tecnica del radiocarbonio, i ricercatori hanno stabilito che il più vecchio aveva circa 392 anni.
Poiché la datazione al radiocarbonio non produce date precise, l’animale avrebbe potuto essere più”giovane” con un età di 272 anni o più vecchio con un età di 512 anni. Ma probabilmente la datazione esatta è nel mezzo, quindi circa 400 anni.
Ciò significa che è nato tra il 1501 e il 1744 e potrebbe essere stato vivo quando Galileo Galilei stava ancora mappando il cosmo. In ogni caso, stava già nuotando negli oceani quando Dom Pedro urlò l’indipendenza del Brasile sulle rive del fiume Ipiranga.

Record

Il più antico vertebrato  del mondo era una balena stimata in 211 anni.
Se gli invertebrati vengono portati in competizione per la loro età, un mollusco di 507 anni di nome Ming detiene il titolo di animale più antico del mondo.
Lo squalo della Groenlandia deve ancora essere considerato il vertebrato più anziano.

Maturità sessuale e conservazione della specie

Incredibilmente, l’età media della maturità sessuale degli squali della Groenlandia è di 150 anni. Secondo i ricercatori, ciò ha conseguenze per la conservazione della specie.
A causa della loro estrema longevità, gli animali potrebbero ancora riprendersi dalla pesca eccessiva avvenuta prima della seconda guerra mondiale.
A quel tempo, i fegati di squali della Groenlandia venivano usati per produrre olio per motori, e furono uccisi in gran numero finché non apparve un’alternativa sintetica.
“Quando si valuta la distribuzione di questi squali attraverso il Nord Atlantico, è abbastanza raro vedere femmine sessualmente mature e esemplari appena nati o giovani”, ha spiegato Nielsen.
Ci sono ancora molti “adolescenti”, ma ci vorranno altri 100 anni perché diventino sessualmente attivi.

I misteriosi squali della Groenlandia

Gli scienziati sanno molto poco di questa specie in generale. Gli squali della Groenlandia sono stati osservati a profondità fino a 2,2 chilometri e, sebbene vivano più a nord tra il Canada e la Russia, un sottomarino di ricerca ha già rilevato un esemplare nel Golfo del Messico.
Questi squali hanno un piccolo muso corto e arrotondato e occhi piccoli, e la loro pelle ruvida può essere grigia o bruno-rossastra.
Sono i migliori predatori della catena alimentare, con una dieta costituita principalmente da altri pesci. [ DailyAccord , Newsweek , BBC ]

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.