LE INCREDIBILI IMMAGINI AEREE DELLO SCONTRO TRA DUE PLACCHE TETTONICHE IN ISLANDA

Le immagini mostrano la placca tettonica eurasiatica e quella nordamericana che si incontrano aprendo giganteschi crepacci
Redazione Blue Planet Heart
Tratto da www.dailymail.co.uk

Questa zona dell’Islanda è meta di turisti che possono esplorare le meraviglie che la natura offre, sia sulla terra chee sott’acqua. Infatti alcune delle fratture generate dallo scontro delle faglie, si sono riempite con acqua fredda e limpida che i subacquei possono esplorare. I  I turisti sembrano giocattoli in questa vista aereai che mostrano un suggestivo paesaggio della spaccatura dove due terre si incontrano.

Loading...
Le spaccature nella terra, che ha molti difetti, valli, vulcani e sorgenti termali, sono causate dalle piastre eurasiatiche e nordamericane in Islanda tirando a parteIl terreno, dove si può osservare la giunzione tra due placche tettoniche, formato da diverse spaccature nella terra, costituita da molte faglie, valli,  vulcani e sorgenti termali.
Alcune delle fratture sono riempite con acqua fredda dove i subacquei spesso può essere visto esplorare le fessure sottomarine, che può essere fino a 61 metri (200ft) di profondità
Per scattare le fotografie a colori Jassen Todorov, 40, è volato in un aereo Cessna 170 intorno 600m (2.000 piedi) di altezza
Split decisione: La frattura può essere trovato nel parco nazionale di Thingvellir, che è una popolare destinazione turistica

La frattura tra le placche si trova nel parco nazionale di Thingvellir, che è una popolare destinazione turistica. Alcune delle fratture sono piene di acqua chiara e fredda, molto particolare per le immersioni subacquee, fratture che possono essere profonde fino a 61 metri. L’acqua pulita è colorata dalla sabbia, limo e altri minerali, e le spaccature profonde possono essere chiaramente viste dall’alto.

Thingvellir National Park became a Unesco World Heritage Site in 2004. In this image divers can be seen exploring the rift

Il Thingvellir National Park è diventato sito internazionale protetto dell’Unesco nel 2004. In questa immagine si possono osservare diversi sub che esplorano il rift

'Everything in Iceland is interesting and unusual. The canyons, rivers, black-sand beaches: it's all a wonder to see and photograph,' said Todorov

Condiviso da: www.blueplanetheart.it

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.