Fai bollire una banana in acqua, poi bevi il succo. Ecco cosa accade durante il sonno.

Hai difficoltà a dormire alla notte? A volte può succedere, soprattutto quando si vivono dei periodi di forte stress, agitazione e tensione, di avere difficoltà ad addormentarsi o spesso ci si sveglia durante la notte e non si riesce più a prendere sonno.

» Read more

SE AVVERTI QUESTI SINTOMI, SEI AFFETTO DA QUESTA MALATTIA SENZA NEMMENO SAPERLO…

La fibromialgia è una malattia molto diffusa, ma spesso non riconosciuta tanto che viene soprannominata la “malattia invisibile“. In Italia colpisce circa 1.5-2 milioni di persone, sia adulti che bambini, ma sopratutto donne tra ai 40 e i 50 anni.

» Read more

ANNUNCIO DI ALCUNI SCIENZIATI: “ABBIAMO TROVATO TRACCE DELL’IMMORTALITÀ DELL’ANIMA!”

“Ancora un’altra conferma che la coscienza è il paradigma fondamentale. Sempre più il materialismo appare come una religione scientifica”. (Stephan A. Schwartz) Dr. Rolf Froböse www.fisicaquantistica.it

» Read more

Alzheimer: nuovo esame oculistico può individuare la malattia prima che i sintomi si presentino

Quanto prima il morbo di Alzheimer è diagnosticato, il paziente risponde  meglio al trattamento. Idealmente, il paziente deve iniziare ad avere trattamenti prima di visualizzare i sintomi neurologici. Per cercare di superare in astuzia la malattia, i ricercatori hanno creato  giochi di memoria e la posizione spaziale per identificare il discreto peggioramento nella funzione del cervello.

» Read more

Resuscitare i morti: società biotech vince il permesso di provare

Con una mossa almeno discutibile, una società biotech statunitense ha ricevuto il permesso di reclutare 20 pazienti clinicamente morti per cercare di portare il loro sistema nervoso centrale in vita. Se riescono a far rivivere con successo porzioni del midollo spinale superiore, dove si trova il tronco cerebrale inferiore, vi è la possibilità che essi possono restituire le funzioni vitali del corpo di […]

» Read more

Una proteina inverte i sintomi dell’Alzheimer nei topi in una settimana

Un nuovo studio pubblicato negli atti del giornale della National Academy of Sciences ha scoperto che l’iniezione di una proteina chiamata IL-33 può invertire i sintomi del morbo di Alzheimer e il declino cognitivo nei topi, ripristinando la loro memoria e la funzione cognitiva a livelli dei topi sani in uno settimana.

» Read more

L’origine dell’occhio nelle braccia delle stelle marine

Le stranezze percettive del mondo animale non smettono mai di stupire. Gli uccelli si orientano con il becco (Oggiscienza ne ha parlato qui), i grilli odono con le zampe, le farfalle gustano con i piedi e le stelle marine “vedono” con le braccia. Le stelle marine – per spostarsi nel loro ambiente con il loro curioso sistema idraulico – usano occhi primitivi […]

» Read more

Una nuova speranza per i malati di sclerosi multipla

  Ingannare il sistema immunitario per bloccare la distruzione dellamielina nei pazienti affetti da sclerosi multipla. È questo il nuovo approccio terapeutico proposto da uno studio condotto dallaNorthwestern’s Feinberg School negli Stati Uniti, l’University Hospital di Zurigo e l’University Medical Center Hamburg-Eppendorf in Germania, pubblicato su Science Translational Medicine. Secondo gli autori è possibile bloccare la reazione autoimmune alla base della malattia “resettando” il sistema immunitario, ovvero facendo in modo che riconosca la mielina come […]

» Read more

Attenzione agli ANTI-ZANZARE che contengono il deet

Una sostanza chimica che ha ripercussioni negative sulla salute . L’Environmental Health Association of Nova Scotia, in Canada, ha pubblicato un documento, riportato da Wired.it, sui rischi connessi all’esposizione a una sostanza contenuta nei repellenti contro le zanzare. Si chiama deet (dietiltoluamide) ed è contenuto nella maggior parte dei prodotti che si possono acquistare nei negozi e supermercati.

» Read more