E se potessimo riavere i ricordi perduti?

Uno studio californiano indica che potenzialmente potremmo ripristinare i dati persi nella nostra memoria.  “La memoria a lungo termine non è archiviata nelle sinapsi. È un’idea radicale, ma è quello che ci dicono le evidenze. Il sistema nervoso sembra essere capace di rigenerare le connessioni sinaptiche che sono andate perse. E riparando le connessioni sinaptiche, la memoria torna. Non è […]

» Read more

Come controllare i geni con la forza del pensiero

“Essere in grado di controllare l’espressione genica con la forza del pensiero è un sogno che abbiamo inseguito per oltre un decennio”, afferma Martin Fussenegger, professore di biotecnologia e bioingegneria nel Department of Biosystems (D-BSSE) a Basilea, in Svizzera. Oggi questo sogno, degno dei migliori film di fantascienza, sembra esser diventato finalmente realtà. Pubblicato su Nature Communications, lo studio del […]

» Read more

Il pericolo di giudicare gli altri dal loro aspetto

I tratti somatici degli altri influenzano le nostre decisioni. Questo il risultato di una ricerca pubblicata su Trends of Cognitive Science, che può avere importanti implicazioni sulla nostra società “Anche se ci piace pensare che i nostri giudizi e le nostre scelte siano razionali, imparziali, coerenti e basati unicamente su informazioni pertinenti, la verità è che sono spesso influenzati da fattori superficiali e irrilevanti”, afferma Christopher Olivola della Carnegie Mellon University’s Tepper School of Business di […]

» Read more

Come Internet influenza la memoria

Qualcuno sostiene ci renda più superficiali, meno attenti, più introversi. Ma, fortunatamente, pare ci sia un rovescio della medaglia: Internet fa bene al cervello. E in particolare alla memoria. Lo sostengono gli scienziati della Universidade do Sul de Santa Caterina, in Brasile, in uno studio appena pubblicato suJournal of Gerontology: “L’alfabetizzazione digitale”, scrivono nelle conclusioni dello studio, “potrebbe aiutare a ridurre ildeclino cognitivo tra le persone di età compresa […]

» Read more

Perché chi non dorme rischia la depressione

Dormire è una questione seria. La privazione di sonno non è solo un effetto collaterale dei disturbi dell’umore ma li può anche causare I molteplici stress a cui siamo quotidianamente sottoposti possono provocare disturbi del sonno. Gli effetti immediati dell’insonnia li conosciamo bene: stanchezza, perdita di concentrazione e irritabilità. Cosa succede però se la difficoltà a dormire diventa cronica? Secondo diversi studi si può […]

» Read more

Cosa succede al cervello quando si medita

Un team internazionale svela quali aree cerebrali vengono attivate durante le diverse tecniche di meditazione Un’antica leggenda narra che gli dei nascosero la divinità nell’essere umano e solo successivamente gli insegnarono un metodo, lameditazione, per riscoprirla. E ora sappiamo anche qualeprodigio genera nelcervello grazie a un team di ricercatori dell’Università norvegese della Scienza e della Tecnologia (Ntnu), dell’Università di Oslo e dell’Università di Sydney. […]

» Read more

Controllare i sogni con la stimolazione elettrica

Immaginate di poter controllare i sogni a vostro piacimento: no, non siete finiti in una scena di Inception, si tratta di un fenomeno chiamato sogno lucido, o onironautica, un affascinante stato del sonno in cui è possibile rendersi conto del fatto che si sta sognando. In questo modo, si riesce in qualche modo a controllare alcuni degli eventi del sogno, riuscendo ad esempio a far sparire un […]

» Read more

Insonnia, cosa accade nel cervello

Più attivo e più plastico. E’ così che si presenta il cervello di chi soffre di insonnia, il più diffuso disturbo del sonno. Un cervello, scrivono i ricercatori della Johns Hopkins University School of Medicine, paragonabile a una lampadina accesa 24 ore su 24, a un motore sempre pronto, eccessivamente, a processare le informazioni che provengono dal mondo esterno, a discapito del sonno.

» Read more

Audio-dimenticanze

 Diceva Confucio: “se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco”, e 2492 anni dopo l’Università dell’Iowa ha dimostrato scientificamente che Confucio aveva proprio ragione! La nostra mente processa e immagazzina memoria in maniera differente per quanto riguarda le esperienze sensoriali, visive e uditive e le ultime sono quelle più reticenti a fissarsi. Un velo di esperienza comune in questo […]

» Read more

Come funziona la memoria

  L’amore a prima vista? È più probabile che sia un trucco della nostra memoria che un momento degno di un film di Hollywood, almeno secondo uno studio condotto alla Feinberg School of Medicine della Northwestern University e pubblicato sul Journal of Neuroscience. Secondo la ricerca, infatti, la nostra memoria agirebbe come un astuto viaggiatore nel tempo, che raccoglie frammenti del presente e li inserisce in […]

» Read more
1 2