10 alimenti che creano dipendenza come i farmaci

dipendenza

Spesso viene  consigliato di stare alla larga dai farmaci a causa delle loro conseguenze negative. Come si dice spesso, una volta iniziato, è difficile smettere. Quello che molti di noi non sanno è che le droghe non sono le uniche cose che creano dipendenza. Quello che molte persone ignorano è che certi cibi possono creare dipendenza, alcuni  hanno sui nostri corpi gli stessi effetti […]

» Read more

I neurologi affermano che questa musica riduce l’ansia e lo stress del 65%: ascoltala e dicci la tua opinione

musica

Quante volte la musica è stata la medicina di cui avevamo bisogno per sentirci meglio? Più del passato, ormai la musica è diventata onnipresente, o quasi, durante tutta la giornata. La radio mentre ci prepariamo per uscire di casa trasmette musica, così come quella che ascoltiamo per raggiungere il posto di lavoro. Ogni tipo di acquisto ha sempre una musica […]

» Read more

Autismo. Rivelazioni importanti dalla scienza: italiani svelano dove e perché nascono i sintomi

autismo

Ricercatori italiani hanno dimostrato che una specifica mutazione genetica – chiamata delezione 16p11.2 – presente nella forma di autismo più diffusa determina uno ‘scollegamento’ tra la corteccia prefrontale e altre aree corticali del cervello, innescando i deficit socio-cognitivi tipici dei disturbi dello spettro autistico.

» Read more

Ci sono fossili su Marte?

Cosa ci fa una conchiglia sul suolo marziano? Ufficialmente, nulla, visto che sul Pianeta Rosso la vita- per quanto ne sappiamo finora- non c’è e non c’è mai stata. Eppure una foto scattata da Curiosity, il rover della NASA che da anni ormai sta esplorando Marte, ha acceso la fantasia della rete. Lo scatto in questione- Sol 1934 del 10 gennaio 2018- mostrerebbe infatti due […]

» Read more

Gli scienziati hanno trovato un universo multidimensionale all’interno del nostro cervello

Una scoperta sensazionale è stata fatta dagli esperti, poiché gli scienziati hanno scoperto che il cervello umano ospita strutture e forme che hanno fino a 11 dimensioni. I neuroscienziati accolgono la scoperta dicendo: “Abbiamo trovato un mondo che non avevamo mai immaginato”.

» Read more

Trovato un singolo neurone gigante che coinvolge l’intera superficie del cervello

Gli scienziati presso l’Istituto Allen for Brain Science negli Stati Uniti d’America, hanno rilevato un neurone gigante che coinvolge l’intera circonferenza del cervello di ratto. E ‘così densamente collegato in entrambi gli emisferi che potrebbe finalmente spiegare le origini della coscienza.

» Read more

Ecco cosa disse Veronesi prima di salutarci per sempre.

Lei, in Italia, vive, in media, 84 anni e lui 79. Nel 1970 lei 62 e lui 55. Ora, la grande scommessa, è quella migliorare il tempo guadagnato. Che vuol dire sì vivere più a lungo ma in buona salute. Decodificando i misteri dell’invecchiamento e mettendo a punto le strategie per fermare alcuni processi degenerativi. Di questo si occuperà la […]

» Read more

Il più antico cervello umano in Gran Bretagna si è conservato nel fango per 2.600 anni

Un cranio umano dall’età del ferro  è stato portato alla luce in una fossa fangosa alla fine del 2008 ha 2.600 anni. Dopo un esame più attento, il cranio  incrostato di terra conteneva una sostanza di colore giallo insolito che si è rivelato essere il più vecchio cervello umano superstite della Gran Bretagna. Ora, i ricercatori hanno capito come questo cervello […]

» Read more

Il corpo umano e i suoi misteri: ancora 10 cose di cui non abbiamo alcuna idea di noi stessi

Ci sono un sacco di cose che ancora non sono state scoperte nell’universo,  come i vari problemi di fisica, chimica, matematica e sociali . Ma diamo per scontato che abbiamo abbastanza familiarità con il corpo umano. Puff … Non solo è l’universo che è un mistero per noi: molte cose  del corpo umano  si  stanno appena iniziando a scoprire.

» Read more

Scienziati creano topi con cervelli per metà umani.

I ricercatori dell’Università di Rochester a New York (USA), hanno creato topi con cervelli che sono al 50% umani. Come risultato, gli animali erano intelligenti rispetto alle loro controparti. L’idea della ricerca è stata quella di migliorare la nostra comprensione delle malattie del cervello umano, studiando  cervelli interi, invece di cellule in laboratorio.

» Read more
1 2