loading...

Strana scoperta sul vulcano Kilauea: il suo campo magnetico va in direzione opposta, ecco cosa significa

Gli esperti sono riusciti a spiegare il perché di questo evento insolito ed è più incredibile di quanto si possa pensare

Il vulcano Kilauea, sulla Grande Isola delle Hawaii, ha un campo magnetico che va in direzione opposta al resto del pianeta, hanno svelato gli scienziati. La bizzarra scoperta, che ha mandato in tilt le bussole, ha lasciato perplessi gli esperti, mentre i residenti locali hanno collegato il caso alla tradizione hawaiana che conferisce un significato spirituale al vulcano.

Ora gli esperti sono riusciti a spiegare il perché di questo evento insolito ed è più incredibile di quanto si possa pensare.

Secondo i geologi, la roccia fusa al di sotto della caldera del Kilauea contiene grandi quantità di ferro ed è effettivamente un mare di magneti in movimento. Circa 780.000 anni fa la roccia si è raffreddata e allo stesso tempo il campo magnetico della Terra si è inspiegabilmente capovolto: il Polo sud è diventato Polo nord e viceversa. Ma il mare di magneti di ferro sotto il Kilauea è ora raffreddato e intrappolato nella roccia solida, con i poli rivolti nella direzione opposta rispetto a qualunque altra cosa sul pianeta.

eruzione vulcano kilauea hawaii
Hilo Civil Air Patrol

Gli studi sui flussi di lava sopra e sotto la superficie della Terra stanno lentamente svelando le ragioni dell’inversione del campo magnetico del pianeta.  Brad Singer, professore di geologia dell’Università del Wisconsin-Madison, ha spiegato: “Quando i flussi di lava eruttano e si raffreddano, acquisiscono una “registrazione” del campo magnetico di quel periodo. Questa è molto difficile da distruggere in un flusso di lava una volta che si è formata”.

Singer ha aggiunto che l’inversione si verifica durante periodi di riduzione della forza del campo magnetico terrestre e che il pianeta si sta rapidamente avvicinando ad uno di questi periodi. Singer e Kenneth Hoffman (Polytechnic State University at San Luis Obispo e UW–Madison) si stanno concentrando sulle rocce che contengono le prove delle volte in cui il principale campo nord-sud si è indebolito, che rappresenta un segno che la polarità potrebbe cambiare direzione.

Singer ha spiegato: “Le prove attuali suggeriscono che ci stiamo avvicinando ad uno di questi stati di transizione poiché il principale campo magnetico è relativamente debole e sta diminuendo rapidamente. Mentre l’ultima inversione di polarità si è verificata diverse centinaia di migliaia di anni fa, la prossima potrebbe avvenire entro poche migliaia di anni. Proprio ora, le registrazioni storiche mostrano che la forza del campo magnetico si sta riducendo molto rapidamente. Con una previsione veloce, in 1.500 anni il campo sarà debole al punto da entrare in uno stato di inversione della polarità”.

A cura di Beatrice Raso

Fonte: www.meteoweb.eu

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

loading...