Loading...

TEOTIHUACAN; UNA CITTÀ ANTICA CHE ASSOMIGLIA AL CIRCUITO STAMPATO DI UN COMPUTER QUANDO VIENE VISTA DALL’ALTO

“Dall’alto, il layout della città di Teotihuacan assomiglia misteriosamente a un circuito stampato con due enormi chip del processore, che in questo caso sono rappresentati dalla Piramide del Sole e della Luna.

La città di Teotihuacan è una delle più antiche città precolombiane del continente americano.

Costruita da una civiltà sconosciuta, la misteriosa città fu trovata invasa da una fitta  vegetazione quando arrivarono gli antichi Aztechi.

Gli scavi hanno dimostrato che le strutture di Teotihuacan hanno una quantità anormale di Mica,un minerale incorporato in esse, un fatto che solleva numerose domande.

Una veduta aerea di Teotihuacan. Immagine di credito: Shutterstock.

Teotihuacan, la città degli dei

Teotihuacan da Nahuatl: Teōtihuācan, è il “luogo in cui gli uomini diventano dei”, il “luogo in cui sono stati fatti gli dei, o città degli dei”. Il nome di origine nahuatl era usato dai Mexica, gli Aztechi, per identificare questa città costruita da una civiltà precedente alla  loro e che era già in rovina quando i Mexica la videro per la prima volta.

Ad oggi il nome dato dai suoi abitanti originali è sconosciuto.

I resti della città si trovano a nord-est della Valle del Messico.

La città è avvolta nel mistero per una serie di motivi. Nonostante sia stata una delle città più influenti del continente americano, ne sappiamo molto poco. In realtà, le origini di Teotihuacan sono ancora oggetto di ricerca tra  gli esperti.

All’inizio dell’era cristiana, Teotihuacan era un villaggio che acquisì importanza come centro di culto nel bacino di Anáhuac.

Si ritiene che le prime costruzioni significative siano state erette in quel momento, come dimostrato dagli scavi effettuati alla Piramide della Luna.

La città divenne importante durante il periodo classico (dal 3 ° al 7 ° secolo d.C.).

Un’illustrazione di un circuito di computer. Credito immagine:History

A quel punto, la città era un importante nodo commerciale e politico che raggiungeva un’area di quasi 21 km2, con una popolazione che andava da 100.000 a 200.000 abitanti.

L’influenza di Teotihuacan fu avvertita in tutte le direzioni della Mesoamerica, come dimostrano le scoperte in città come Tikal, Monte Albán e altri siti che avevano un importante rapporto con Teotihuacan.

Gli studiosi non sono sicuri dell’identità etnica dei primi abitanti di Teotihuacan.

Tra i candidati ci sono i Totonacs e i Nahuas.

Un’illustrazione di Teotihuacan. Confrontandola con l’immagine qui sopra, assomiglia a un circuito moderno? Credito immagine:History

Le ipotesi più recenti suggeriscono che Teotihuacan fosse una città cosmopolita in cui erano coinvolti gruppi fiorenti di diversa origine etnica.

Tuttavia, queste sono semplici supposizioni.

Come notato in precedenza, l’identità delle persone che fondarono Teotihuacan è un mistero.

Teotihuacan era stata a lungo abbandonata prima dell’arrivo degli spagnoli in Mesoamerica. Ciò significa che i pochi riferimenti alla città che sono stati conservati nelle fonti storiche prodotte negli anni dopo la conquista del Messico non parlano correttamente degli abitanti di Teotihuacan, ma della rappresentazione di coloro che vissero dopo il crollo di Teotihuacan.

Gli informatori di Nahua di Bernardino de Sahagún pensavano che Teotihuacan fosse il luogo in cui gli dei si incontrarono per dar vita a Nahui Ollin, il Quinto Sole secondo la mitologia nativa, un periodo che illumina l’era contemporanea.

Secondo fonti coloniali, i Nahuas pensarono che Teotihuacan fosse stata  costruita dai quinametzin, una razza di giganti che popolò il mondo durante l’era precedente e i cui sopravvissuti si nascondevano.

I templi, le piramidi della città erano immaginati come enormi tombe degli Dei che fondarono la città, un luogo sacro dove dopo la morte gli uomini sarebbero diventati dei.

Per ragioni che non sono ancora state completamente chiarite, Teotihuacan crollò verso la metà dell’VIII secolo, dando origine al Periodo Epiclassico Mesoamericano.

Sembra che anche Teotihuacan sia stata  costruita imitando le tre stelle di Orione.

Secondo gli archeologi, il design avanzato di  Teotihuacan suggerisce che gli antichi costruttori possedessero la conoscenza non solo dell’architettura ma di complesse scienze matematiche e astronomiche. Uno dei dettagli più sorprendenti su Teotihuacan, e ciò che la  rende diversa da altri siti antichi è che quando osservati dall’alto,  il layout della città di Teotihuacan somiglia stranamente a un  circuito stampato  con due grandi  chip di processore : la Piramide del  Sole  e la Piramide della  Luna .

I ricercatori hanno anche trovato numerose e notevoli somiglianze con le  Grandi Piramidi d’Egitto .

Tuttavia, se l’idea di Teotihuacan che assomiglia a un computer moderno non risveglia la vostra immaginazione, forse una grande quantità di mica, un minerale  incorporato nei monumenti di Teotihuacan lo farà.

Gli archeologi hanno scoperto che nelle strutture di Teotihuacan  vi è incorporata un’enorme quantità di mica.

Questo minerale si trova a  3.000 miglia di distanza in Brasile  e si trova in quasi tutti gli edifici, complessi residenziali, templi e lungo le strade di Teotihuacan.

Gli scavi hanno rivelato che la piramide del sole a  Teotihuacan  conteneva notevoli quantità di  mica in strati fino a 30 cm .

Certamente,la   Mica  non è stata inclusa in queste costruzioni per scopi  decorativi  perché non si poteva effettivamente vederla, quindi è chiaro che questo minerale è stato incorporato nei monumenti per un altro scopo.

La mica è stabile se esposta ad elettricità, luce, umidità e temperature estreme . Ha proprietà elettriche superiori come isolante e dielettrico e può supportare un campo elettrostatico mentre dissipa l’energia minima sotto forma di calore; può essere  molto sottile (da 0,025 a 0,125 mm o più sottile) pur mantenendo le sue proprietà elettriche, ha un’alta scarica dielettrica, è termicamente stabile a  500 ° C ed è resistente alle scariche della corona.

A Teotihuacan, abbiamo fondamentalmente un’enorme città antica, i cui costruttori sono sconosciuti alla storia, con le piramidi e le strutture circostanti che assomigliano a una scheda computerizzata vista dall’alto.

Oltre a ciò, sappiamo che i costruttori della città antica hanno incorporato  la Mica nelle strutture della città. La  Mica non è stata collocata lì per scopi estetici, il che solleva numerose domande. C’è forse un’influenza ultraterrena dietro a Teotihuacan? E ‘possibile che l’intera città non sia stata costruita solo per servire come città, ma per sfruttare una sorta di energia?

Fonte: www.ancient-code.com

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...