loading...

Il campo magnetico della Terra si sposta verso ovest, e ora possiamo sapere perché.

Abbiamo misurato il campo magnetico terrestre per 400 anni. In tutto questo tempo si è mosso inesorabilmente verso ovest.

Non sappiamo  il motivo, ma una nuova ipotesi suggerisce che onde lente e strane nel nucleo esterno della Terra possano essere la causa di questa deriva.

Chiamate onde di Rossby, si presentano in liquidi rotanti. Sono anche conosciute come “onde planetarie” e si trovano in molti corpi grandi e rotanti, come negli oceani e nell’atmosfera terrestre, su Giove e nel sole.

Onde di Rossby

Il nucleo esterno della Terra è anche un fluido rotante, il che significa che anche le onde di Rossby circolano in questo nucleo.

Mentre le onde di Rossby oceaniche e atmosferiche hanno creste che si muovono verso ovest contro la rotazione  verso est della terra, le onde Rossby nel nucleo del  pianeta si muovono nella direzione opposta – le loro creste vanno sempre a est.

Secondo OP Bardsley, uno studente di dottorato di ricerca dell’Università di Cambridge in Inghilterra, queste onde nel nucleo esterno della terra possono spiegare uno dei misteri del nostro campo magnetico.

Il nucleo e il campo magnetico

La rotazione del ferro magnetico nel nucleo della Terra dà origine al campo geomagnetico del pianeta.

Questo campo geomagnetico, a sua volta, protegge il pianeta dalla radiazione solare, rendendolo importante per la vita sulla sua superficie. Senza questo campo saremmo bombardati da particelle cariche del sole.

Mentre tentava di capire le onde che si propagavano attraverso questo nucleo, Bardsley si rese conto che le anomalie rivelate dalle misure di declinazione magnetica avevano una tendenza a muoversi verso ovest.

Negli ultimi quattro secoli, gli scienziati hanno effettuato misurazioni della declinazione magnetica – la differenza tra il nord reale e il punto in cui punta l’ago della bussola. Poiché il campo magnetico è disseminato di piccole anomalie locali, l’ago della bussola si muove leggermente rispetto al nord vero, a seconda di dove  ci si trova. “La deriva verso ovest si manifesta principalmente come una serie di bolle sopra l’Atlantico, vicino all’equatore”, ha detto Bardsley.

L’ipotesi

Le teorie per spiegare questa deriva si sono tipicamente concentrate sulla dinamica del nucleo esterno. L’ipotesi più popolare, secondo Bardsley, è che il nucleo esterno contenga una torsione simile al getto d’aria dell’atmosfera, che si sposta verso ovest e trascina con sé il campo magnetico terrestre.

Il problema è che non esiste una ragione particolare per cui questo turno esista. Potrebbe persino esistere, ma poiché non c’è una prova diretta di ciò, sono possibili altre spiegazioni.

Una possibilità è che le onde di Rossby siano la ragione dietro la stranezza del campo magnetico sulla superficie terrestre. Le onde di Rossby nel nucleo hanno creste che si spostano verso est, a differenza della deriva che si sposta verso ovest. Ma le creste delle onde non rappresentano sempre il loro movimento totale di energia.

“È possibile avere un gruppo di onde dove le creste stanno andando verso est, ma la maggior parte dell’energia va verso ovest”, ha detto Bardsley.

Il potere

Le misurazioni della superficie del campo geomagnetico possono leggere la maggior parte della vostra energia, ma non tutti i piccoli dettagli.

Così, Rossby agita con una tendenza su larga scala a spostare la loro energia verso ovest  e questa ipotesi potrebbe spiegare lo spostamento verso ovest misurato sull’Oceano Atlantico.

I dettagli su piccola scala, come le creste che si spostano verso est, sarebbero impossibili da rilevare.

L’ipotesi del ricercatore è stata pubblicata in un articolo della rivista Proceedings of the Royal Society A. [ LiveScience ]

Fonte: hypescience.com 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

loading...