loading...

Impianti alieni: la prova definitiva dei rapimenti alieni?

Ogni volta che parliamo di alieni, parliamo di avvistamenti UFO.Sono moltissime le persone che  affermano di essere state vittime di  rapimenti alieni e quando si legge di un caso in cui qualcuno afferma di essere  stato rapito, si finisce per conoscere gli impianti alieni.

Ma quali sono i misteriosi dispositivi in ​​miniatura? Realtà o finzione? Se si dimostrerà che sono  autentici, questi impianti potrebbero essere considerati come prove di una presenza aliena sulla Terra.

Per anni, il pubblico è stato tormentato da storie di avvistamenti UFO e, in alcuni casi, persino da racconti di incontri  con gli alieni.

Tuttavia, verificare queste storie è  molto  difficile.

Nella maggior parte dei casi, si  ha semplicemente  la parola di una persona,che è impossibile provare.

In alcuni casi sono state scattate fotografie, ma, inevitabilmente, vengono sempre alla luce le domande sulla loro autenticità.

Pertanto, quando si tratta di alieni e UFO, le prove fisiche sono state trattate come il Santo Graal della ricerca sugli UFO.

La quantità di informazioni “ufficiali” sul fenomeno UFO rese disponibili grazie ai rapporti ufologici in tutto il mondo è impressionante.

Negli ultimi anni, vari governi di tutto il mondo hanno fatto un passo verso la divulgazione, in quanto hanno iniziato a rilasciare una grande quantità di documenti top-secret sul fenomeno UFO.

Non molto tempo fa, la NASA ha riunito scienziati, teologi, filosofi e storici per esaminare come preparare il mondo per i contatti alieni, che si tratti di organismi microbici o esseri intelligenti.

Recentemente, materiali declassificati hanno rivelato che il Pentagono ha speso almeno 22 milioni di dollari per studiare il fenomeno UFO in un programma segreto che esiste da almeno tre anni.

Secondo i rapporti, dal 2008 al 2011, il Pentagono ha speso un budget di circa 22 milioni di dollari per un programma che indagava sugli UFO. Definito programma di identificazione delle minacce aerospaziali avanzate, il misterioso programma segreto è stato presumibilmente chiuso nel 2012.

Comunque, tornando agli impianti alieni …

Sono presenti strani segni sul corpo e protesi estratte da persone che affermano di essere state rapite dagli alieni.

Il caso degli innesti estratti è molto affascinante e, se dimostrato autentico, questo materiale potrebbe essere considerato come la ricerca scientifica a lungo ricercata dell’esistenza di alieni e rapimenti alieni.

Il dott. Roger Leir è senza dubbio la persona migliore con “esperienza” nell’estrazione di protesi extraterrestri.Il Dr. Leir, ha eseguito 17 interventi chirurgici in cui ha estratto piccoli oggetti di origine sconosciuta.

Realtà o finzione? Immagine di credito: MUFON .

Secondo il Dr. Leir, una caratteristica è che queste presunte incrostazioni delle dimensioni di un punto di penna erano di natura magnetica e alcune emettevano anche frequenze radio.

Altri oggetti esaminati avevano frammenti di meteorite al loro interno; metalli come gallio, germanio, platino, rutenio, rodio e iridio.

Secondo Alex Mosier, che ha un dottorato di ricerca in Filosofia, Chimica e Fisica, che ha esaminato i pezzi insieme a Leir,  fibre molto simili  furono trovate in nanotubi di carbonio, suggerendo che i frammenti erano stati progettati o fabbricati:

“Queste cose non si trovano  in natura, devono essere elaborate, richiedono un’ingegneria complessa e non sono facili da produrre. ”

Come notato da mufon . com , sono stati eseguiti test sia sugli impianti alieni rimossi che sugli individui diversi anni dopo la rimozione chirurgica.

Come notato nell’articolo di mufon Alien Implant Removals: Before And After Effects ;

I presunti impianti rimossi dal primo set di interventi chirurgici sono stati studiati da due diversi patologi e poi inviati a diversi laboratori indipendenti per un’analisi scientifica approfondita. I test eseguiti su questi presunti impianti alieni sono stati: valutazione di patologia / tessuto, spettroscopia di rottura indotta dal laser (LIBS), test metallurgici estesi con test di immersione a densità, spettroscopia a dispersione di energia a raggi X, microscopia elettronica a scansione, modello di diffrazione ai raggi X   analisi delle proprietà di elettroni / magneti e fluorescenti. Sono in corso anche i test dell’intervallo isotopico. I test sono stati condotti dall’Istituto Nazionale di Scoperta della Scienza (NIDS), dal New Mexico Tech e da altre fonti indipendenti.

“I risultati di questi interventi chirurgici di impianti sono molto insoliti”, ha riferito il dottor Leir. “In tutti questi casi, non c’era praticamente alcuna risposta infiammatoria”.

Questo non è il solito riscontro nelle reazioni estranee ai tessuti. In genere, corpi estranei incorporati nei tessuti provocano un tipo di risposta infiammatoria acuta o cronica e possono includere la fibrosi e la formazione di cisti.Non è così in  questo caso. Le relazioni patologiche dei primi due interventi chirurgici hanno rivelato che gli oggetti metallici erano racchiusi in una membrana grigia molto densa e resistente costituita da coagulo proteinaceo, emoseridina e cheratina pura.

Sono stati trovati anche “bozzoli” biologici che racchiudono gli impianti per contenere i propriocettori nervosi: cellule nervose e di pressione del tipo di tessuto sbagliato per quella parte del corpo. Questi bozzoli implantari hanno anche una fluorescenza di un colore verde brillante in presenza di una sorgente di luce ultravioletta.

Il dottor Leir, che lavorava anche come consulente medico presso la rete di mutui UFO, sosteneva che le persone dalle quali estraeva gli oggetti alieni non avevano cicatrici visibili o interruzioni nell’integrità della pelle.

Non c’erano segni di infiammazione, ma i raggi X mostravano l’incrostazione, che sembrava quasi impossibile.

Lo specialista in podologia è morto il 14 marzo 2014 ,  ciò ha impedito un’ulteriore comprensione dei risultati.

Fino ad ora, la medicina, e probabilmente altri campi scientifici, hanno avuto una fobia per quanto riguarda l’esecuzione di test su persone che sostenevano di essere state rapite.

Ci sono pochissimi scienziati e medici che hanno osato avventurarsi nell’UFOlogy, soprattutto a causa della perdita di prestigio che ciò comporta. Tuttavia, se vogliamo arrivare al fondo del mistero UFO, scienziati, medici e altri esperti dovrebbero iniziare a pensare di partecipare in modo proattivo alla discussione sugli UFO, poiché solo allora saremo in grado di comprendere appieno cosa sta succedendo sulla Terra.

Fonte: ancient-code.com 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *