loading...

Come accelerare il metabolismo dopo i 50 anni

Come accelerare il metabolismo dopo i 50 anni

L’inesorabile cambiamento fisiologico dovuto all’avanzare dell’età crea alterazioni a livello fisico e del metabolismo che una donna può riconoscere fin da subito. Maggiore difficoltà nel perdere peso, menopausa, fragilità ossea e un più alto rischio di malattie del parodonto con conseguenti gengive infiammate. Ma non c’è bisogno di abbattersi e lasciarsi andare all’inesorabile perché a tutto questo c’è una soluzione.

È assodato: a partire dai 30 anni, il corpo femminile subisce una trasformazione dal punto di vista fisiologico, estetico e personale. Il ciclo mestruale si stabilizza, il corpo cambia preparandosi ad accogliere un’eventuale gravidanza, il metabolismo comincia a rallentare e l’energia consumata giornalmente si riduce. Il culmine del cambiamento avviene poi attraverso il processo fisiologico della menopausa.

Come mantenere il corpo in salute, nonostante il passare degli anni?

  1. Perdere peso non è una mission impossible

 

È vero, il metabolismo basale rallenta e bruciare i chili di troppo diventa più difficile perché l’energia consumata tende a diminuire con l’avanzare dell’età. Conservare il proprio peso forma è però possibile adottando un regime alimentare sano ed equilibrato, in cui frutta e verdura vengono preferiti a cibi industriali, spesso ricchi di zuccheri e grassi idrogenati. Mangiare piccole quantità durante la giornata piuttosto che digiunare o saltare i pasti è inoltre l’opzione migliore per mantenere il proprio metabolismo sempre attivo.

  1. Tieni la tiroide sotto controllo

 

Soprattutto quando dimagrire sembra davvero difficile, le cause possono essere imputate all’ipotiroidismo, una condizione che porta al mal funzionamento della ghiandola tiroidea. A partire dai 45 anni è consigliabile effettuare un test (TSH, FT3 e FT4) per verificare i valori degli ormoni tiroidei.

  1. Pratica esercizio fisico

 

Non è necessario strapazzarsi in palestra: basta mezz’ora al giorno di attività aerobica per mantenere alto il metabolismo e bruciare le calorie in eccesso. Adottare uno stile di vita attivo è fondamentale per la salute di ossa, cuore e tonicità muscolare. Sì dunque a sessioni di fitness, ma anche una biciclettata al parco, una nuotata o una lunga passeggiata.

  1. Non trascurare i denti

 

È dimostrato che già nella fase precedente alla menopausa, 1 donna su 3 soffra di gengivite o gengive infiammate. Trascurare il problema, soprattutto con l’avanzare dell’età, può portare alla degenerazione di questi disturbi in malattie del parodonto molto più gravi. Effettuare controlli semestrali ed una pulizia professionale dal proprio dentista è dunque necessario per avere denti sani ed un sorriso smagliante a qualunque età.

  1. Le bevande brucia grassi

 È scientificamente dimostrato che la caffeina contenuta in 3-4 tazzine di caffè contribuisce al corretto funzionamento del metabolismo e aiuta a bruciare le calorie in eccesso. Allo stesso modo anche il tè verde ha numerosi benefici sul metabolismo, soprattutto quando il suo consumo è abbinato ad attività fisica. L’acqua infine è l’alleato numero uno contro la disidratazione. È dimostrato che integrare 2 litri di acqua nella dieta quotidiana aumenta il metabolismo fino al 40% in più.

Curare il proprio benessere fisico e psicologico, con un occhio consapevole ed un’attenzione maggiore a ciò che c’è nel piatto rispetto a quando si avevano 20 anni è la strada giusta da intraprendere per mantenere il proprio corpo bello e sano anche con l’avanzare dell’età, per godere di ogni nuova fase della vita in maniera serena e assolutamente soddisfacente.

Francesca Sassi

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

loading...