UFO: il governo degli Stati Uniti pubblica video precedentemente segreti realizzati sulla costa orientale del paese

Un ex funzionario dell’intelligence del governo degli Stati Uniti, Christopher Mellon, crede che il Pentagono abbia urgente bisogno di una vero Fox Mulder.

Mellon ha sostenuto che i militari non indagano in modo appropriato su strani rapporti di UFO fatti da membri della US Navy e della US Air Force, e che questi, anche se non sono navi aliene, meritano attenzione.

A dicembre dello scorso anno, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha pubblicato due video precedentemente classificati come riservati.

Loading...

I piloti parlavano di strani aerei che sembravano accelerare rapidamente senza mezzi di propulsione ovvi. Gli oggetti volanti non identificati  sembrano  chiari e scuri sui video, erano lunghi circa 12 metri e potevano presumibilmente immergersi a migliaia di piedi in un lampo:

Scetticismo

Il New York Times ha riferito a dicembre che il Dipartimento della Difesa ha speso 22 milioni di dollari tra il 2007 e il 2012 per indagare sugli UFO.

Bigelow Aerospace, l’appaltatore per svolgere il lavoro, aveva leghe di metallo di oggetti aerotrasportati non identificati conservati a Las Vegas. Luis Elizondo, che ha guidato il programma chiamato Advanced Aerospace Threats Identification Program, ora gestisce programmi di sicurezza globale per la To the Stars Academy of Arts and Science, una società privata di ricerca scientifica e ingegneristica   cui Mellon è un consulente.

La reazione alla storia del New York Times e l’uscita dei video è stata mista. Alcuni, come Robert Sheaffer, erano scettici e sostenevano che l’intero programma del Pentagono fosse un progetto sostenuto da veri credenti UFO che presentavano pochissimo materiale per compensare i loro sforzi. Un altro fattore è che il proprietario di Bigelow Aerospace è stato un importante donatore della campagna dell’ex senatore Harry Reid, che ha guidato l’istituzione del programma.

Altri ancora hanno sottolineato che la catena di custodia dei video non era chiara, in modo che a un certo punto potrebbero essere stati cambiati.

Potrebbero non essere alieni, ma dobbiamo sapere di cosa si tratta.

Mellon, tuttavia, dice che gli avvistamenti di oggetti misteriosi sono ben noti al personale di difesa e all’intelligence, ma nessuno vuole essere ridicolizzato per aver richiamato l’attenzione su fenomeni inspiegabili.

Secondo l’ex funzionario del governo degli Stati Uniti, non è necessario che l’UFO sia un veicolo spaziale alieno che meriti un’indagine. Gli oggetti possono essere esempi di tecnologia militare straniera avanzata, che sarebbe già allarmante di per sé.

“Uno sforzo davvero serio coinvolgerebbe, tra le altre cose, analisti in grado di esaminare i dati dei satelliti a infrarossi, i database radar NORAD, i segnali e i rapporti di intelligence umana”, ha scritto Mellon per The Washington Post.

Il budget annuale dell’ intelligence degli Stati Uniti – $ 50 miliardi – potrebbe coprire questi costi. “Ciò che manca è soprattutto il riconoscimento che questo problema merita uno sforzo serio di raccolta e analisi”, ha concluso. [ LiveScience ]

Fonte: hypescience.com

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.