Loading...

Astronomo dilettante ha individuato una supernova al suo inizio

L’astronomo dilettante Victor Buso, combinando le sue conoscenze con  un’ incredibile fortuna, ha fatto  una scoperta particolarmente rara: individuando una supernova nel momento esatto in cui stava per iniziare.

Buso stava testando la sua installazione di telecamere telescopiche nella sua casa in Argentina nel settembre 2016, quando puntò il suo telescopio newtoniano su una galassia a spirale chiamata NGC613.

Ha osservato  la luce dalla galassia nell’ora e mezza successiva. Guardando le immagini, si rese conto di aver catturato una possibile supernova – un enorme lampo di luce, che equivaleva all’energia di rottura di una stella che moriva.

Buso raccolse più dati e informò gli osservatori astronomici argentini. Oggi,la prestigiosa rivista scientifica Nature con un  articolo annuncia ufficialmente “la scoperta di una nuova supernova di tipo IIb neonata”.

La scoperta

Le immagini di Buso forniscono la prova della breve onda d’urto iniziale di una supernova, un fenomeno che i telescopi raramente catturano, dal momento che hanno bisogno di guardare esattamente nel posto giusto al momento giusto nel cielo.

“Questo è  un fatto completamente unico”, ha detto l’astronoma Melina Bersten dell’Istituto di astrofisica di La Plata, in Argentina, e autrice principale dell’articolo sul portale Gizmodo.

Bersten e il suo team hanno seguito le osservazioni di Buso con altri telescopi, incluso Swift, e li hanno confrontati con i dati precedenti del sito della supernova archiviati dal telescopio spaziale Hubble.

Questo lavoro ha permesso agli scienziati di classificare l’evento, ora chiamato SN 2016gkg, come uno di tipo IIb, il tipo di supernova che coinvolge stelle giganti che espellono i loro strati esterni di idrogeno.

L’importanza dei dilettanti

Tale onda d’urto  emanata dalla supernova al suo inizio è una fase critica dell’evento,   un’esplosione di energia di lunga data.

Tuttavia, è difficile generalizzare da una singola supernova. Ci sono molti altri telescopi nel cielo che stanno cercando di fare esattamente quello che ha fatto Buso: scoprire  una supernova . L’articolo mette in luce la sua fortuna: le probabilità sono almeno una su un milione, “ipotizzando una durata di un’ora e una supernova per secolo per galassia”.

Questa ricerca sottolinea anche che gli astronomi dilettanti – sebbene con attrezzature di soli $ 2000 – possono fare scoperte straordinarie.

“In particolare in un paese senza grandi telescopi, è importante essere in contatto con i dilettanti che possono fare molte cose preziose per la scienza”, ha detto Berstein. [ Gizmodo ]

Fonte: hypescience.com 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.