loading...

Scoperti per la prima volta pianeti in un altra galassia,si trovano a 3,8 miliardi di anni luce di distanza

Per la prima volta in assoluto, gli astronomi hanno scoperto una serie di pianeti in una galassia, ben oltre la Via Lattea. Fino ad ora, gli scienziati non avevano mai trovato prove di pianeti esistenti al di fuori della Via Lattea. I pianeti si trovano in una galassia a 3,8 miliardi di anni luce di distanza.

Eureka! Gli astrofisici presso l’Università di Oklahoma hanno scoperto la prima popolazione di pianeti al di fuori della nostra galassia.

La scoperta rivoluzionaria è stata possibile grazie ad una tecnica rivoluzionaria chiamata microlensing, che ha permesso agli astrofisici di individuare oggetti celesti in galassie che si trovano troppo lontane per essere osservato direttamente.

Prima di questa scoperta, gli astronomi non avevano evidenza di pianeti alieni al di fuori della Via Lattea.

Gli astrofisici fanno notare che questa scoperta indica che ci sono circa 2.000 i pianeti che variano nel formato dalla Luna a Giove come massa per sequenza principale della stella. A partire da gennaio 2018, ci sono più di 3.500 pianeti confermati al di fuori del nostro sistema solare .

Prima di questa scoperta, i ricercatori non avevano mai trovato prove di pianeti esistenti in altre galassie. Ciò è dovuto al fatto che rilevare pianeti alieni è difficile a causa delle grandi distanze coinvolte. In realtà, non è facile trovare pianeti anche all’interno della via lattea. I pianeti più lontani scoperti all’interno della Via Lattea sono SWEEPS-04 e spazia-11, due mondi alieni situato a circa 27.000 anni luce dalla Terra, che  curiosamente si trovano solo a circa un quarto della larghezza della Via Lattea.

Utilizzando tecniche di microlensing, che sfruttano le distorsioni di luce da una sorgente di fondo molto simile a una lente di ingrandimento per vedere oggetti distanti, gli astronomi trovato una famiglia di pianeti. oggetti massicci come buchi neri per esempio che letteralmente curvano il tessuto spazio-tempo, tanto che si piega qualsiasi luce che passa da essa.

“Siamo molto entusiasti di questa scoperta. Questa è la prima volta che qualcuno ha scoperto pianeti al di fuori della nostra galassia,”Xinyu Dai, professore del Homer L. Dodge Dipartimento di Fisica e Astronomia, UO College of Arts and Sciences.

“Questi piccoli pianeti sono il miglior candidati che abbiamo osservato in questo studio con la tecnica del microlensing. Abbiamo analizzato l’alta frequenza della firma modellando i dati per determinare la massa.”

Si stima che ci sono bilioni di pianeti nel centro della galassia ellittica in questa immagine. Credit: University of Oklahoma

 Fino ad ora, le tecniche di microlensing sono state utilizzate solo per rilevare mondi alieni all’interno della Via Lattea.

“Questo è un esempio di quanto siano potenti le tecniche di analisi del microlensing extragalattico. Questa galassia si trova 3,8 miliardi di anni luce di distanza, e non v’è la minima possibilità di osservare questi pianeti direttamente, nemmeno con il miglior telescopio che si può immaginare in uno scenario di fantascienza “, ha detto il ricercatore post-dottorato UO Eduardo Guerras.

“Tuttavia, siamo in grado di studiarli, svelare la loro presenza e anche avere un’idea delle loro masse. Questa è scienza molto cool.”

I ricercatori hanno utilizzato Chandra X-ray Observatory della NASA allo Smithsonian Astrophysical Observatory per fare la scoperta.

Il ritrovamento storico è stato pubblicato in The Astrophysical Journal

Fonte:  University of Oklahoma

Fonte: ancient-code.com 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

loading...