loading...

Segni per rilevare quando si viene manipolati e come non cadere in trappola

Ti è mai successo che anche se non volevi  fare qualcosa, qualcun altro ti ha fatto cambiare idea come per magia? O ti sei sentito in colpa perché hai pensato diversamente da un altro? Forse ti è successo qualcosa  di simile  o forse no. Ma in entrambi i casi, è importante che tu sappia che puoi affrontare un comportamento manipolativo .

Una persona con questo tipo di comportamento di solito si distingue perchè cerca di imporre a tutti i costi la propria visione del mondo , così come il proprio modo di sentire e fare le cose. Di proposito o senza rendersene conto coscientemente, qualcuno che agisce in questo modo cerca di controllare l’altro per raggiungere i propri obiettivi, e può persino destabilizzarlo per metterlo al servizio dei propri bisogni personali.

Questo può accadere in qualsiasi tipo di relazione: in una coppia, in famiglia, tra amici, al lavoro, ecc.

In generale, una persona con un comportamento manipolativo è così seducente o persuasiva che può persino controllarti senza che tu  te ne accorga . Pertanto, in queste note puoi individuare alcuni segni per stare attento e imparare a riconoscere un soggetto manipolatore se si presenta nella tua  vita.

1. Non stai facendo quello che vuoi
Una delle prime cose da fare  per rendersi conto che qualcuno sta avendo un comportamento manipolativo nei tuoi confronti è  quello di fermarti e constatare se  provi un po ‘di disagio. Potresti fare qualcosa o comportarti in un certo modo senza capire il motivo. Solo chiedendoti se quello che stai facendo è ciò che vuoi veramente, stai già facendo un passo verso la tua personale determinazione.

2. Provi paura, responsabilità o senso di colpa

Uno dei primi segni che puoi notare per riconoscere che qualcuno sta avendo un comportamento manipolativo è la sensazione di paura, di  colpa o di responsabilità ,che provi non agendo in base a ciò che quella persona si aspetta o vuole da te;e, a volte,agisci in un determinato modo solo per compiacere l’altra persona,anche  arrivando a “tradire” i tuoi  principi o convinzioni. Questo è molto importante perché devi sempre difendere il tuo diritto di pensare e sentire come vuoi.

3. Dubbi su  te stesso

Se ti senti confuso e inizi a dubitare di quello in cui credi, pensa e fermati. Una persona con quel comportamento può mentire, omettere informazioni o regolare le circostanze per fare ciò che vuole. È anche possibile che il soggetto manipolatore ti inciti a prendere decisioni affrettate, spingendoti in situazioni inopportune o  fuori dal  tuo campo di sicurezza. Comunque sia, fidati sempre di chi sei.

4. Ti senti “nudo” emotivamente

In generale, una persona con questo comportamento può facilmente riconoscere i tuoi  punti deboli  e non esiterà a fare leva proprio su di essi  per ottenere ciò che vuole. Quindi, se senti che l’altro si sta concentrando solo sui tuoi aspetti personali o intimi e non lo percepisci come un modo per aiutarti, ma come un modo per renderti più vulnerabile, ti trovi  di fronte a qualcuno con cui dovresti ripensare il rapporto.

Comportamenti che ti aiuteranno a riconoscere un soggetto manipolativo

  • Il soggetto manipolativo non si assume la sua responsabilità. Di solito incolpa gli altri.
  • Cambia opinione e modo di agire in base a dove si trova o in che situazione si trova.
  • Può essere molto razionale, molto seducente o molto carismatico.
  • Si arrabbia se gli altri non rispondono come vuole.
  • Può essere vittimizzato.
  • Sa come usare i principi morali degli altri per soddisfare i suoi bisogni.
  • Gli piace mostrare superiorità.
  • Può mentire o distorcere le cose.
  • È egocentrico.
  • Non ammette critiche.
  • Non è empatico.
  • Le sue richieste sono imperative.
  • In una relazione può essere geloso e / o controllante.

 
Cosa fare? 

La cosa più importante per affrontare queste situazioni è essere in connessione con te stesso, sviluppare la tua sicurezza, definire ciò che vuoi e ciò che non vuoi far entrare nella tua vita, e agire con determinazione. Ciò non significa perdere dei legami, ma, al contrario,alimentare quelli che nutrono la tua anima e provengono da un amore genuino, e imparare a separarti da quelle persone che su di te hanno effetti negativi. 

Se pensi di avere problemi a riconoscere o superare queste situazioni, chiedi aiuto a un professionista. Queste cose possono essere cambiate e tu hai la possibilità di farlo.

Tutto è un apprendistato!

FONTI:

 

Fonte: www.labioguia.com

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *