loading...

Le trappole che i supermercati usano per farci spendere di più.Ora non potranno più ingannarci

“Acquista di più, spendi di meno”. Sembra che questo motto esista quasi  da quando siamo nati. Ma  trovare ciò di cui abbiamo bisogno ad un prezzo equo è diventato qualcosa di sempre più complesso nel corso degli anni.

Ora, in un periodo di consumo di massa in cui i confini esistono per le persone, ma non per i prodotti , un supermercato ha tutto ciò che si può immaginare e possiamo essere sicuri che cercheranno di farci acquistare sempre più prodotti  rispetto  a quelli di cui abbiamo realmente bisogno.

mercato

Il marketing, l’amministrazione aziendale, la psicologia e molte altre discipline studiano il comportamento degli acquirenti per assicurarsi di fargli spendere più di quanto hanno in mente. Alcune trappole sono ovvie, ma anche se crediamo di non essere ingenui, il nostro cervello si identifica facilmente con certe cose e che ci piaccia o no, tendiamo a cadere nel tranello dello shopping.

Grandi carrelli

carrello della spesa

I carrelli dei supermercati sono stati introdotti decenni fa, ma quello che è iniziato come una comodità per aiutare le persone a portare  la spesa senza problemi, è diventato uno strumento infallibile. Se pensiamo di aver notato che i carrelli dei supermercati sono più grandi, abbiamo ragione . Le aziende forniscono carrelli più grandi per darci l’impressione che ciò che acquistiamo non è abbastanza, perché l’idea di “carrello pieno, acquisti completi” è nella nostra testa, quindi non importa se abbiamo acquistato  più che abbastanza, se il carrello non è pieno , cercheremo altre cose da portare a casa.

Acquisti più costosi in vista

acquistare

I prodotti che sono in vista sono solitamente i più costosi, mentre i più economici si trovano nella zona più bassa. Anche se a volte i costi variano a seconda della qualità dell’articolo, spesso i prodotti nei livelli inferiori sono buoni come i più costosi, ma sono relegati per generare più profitti per il negozio. Anche  nella sezione dedicata ai bambini, i prodotti più costosi vengono messi più in evidenza,in questo modo vengono notati di più  e sono i bambini stessi che  li trovano ed esercitano una pressione sui loro genitori per comprarli.   

Corridoi confusi

corridoi

I corridoi principali dei supermercati si assomigliano sempre di modo che le persone si confondano e girovaghino mentre cercano ciò di cui hanno bisogno . Ovviamente, facendo ciò ci  costringono  a “trovare” cose di cui non abbiamo  realmente bisogno ma  che finiremo per comprare.

Aree di sosta

elettronico

Ci sono negozi che ci invitano a fermarci più a lungo mettendo a disposizione piccole aree di riposo dallo shopping. Di solito si trovano nella sezione elettronica e mentre ci sediamo e guardiamo le tv e i videogiochi che abbiamo davanti,le nostre menti si predispongono ad acquistare di  più .

La musica non è tua amica

Una delle scoperte più recenti è che la musica ci fa spendere di più . Questo non dovrebbe sorprendere se la ricetta perfetta per un bar è l’alta temperatura e la buona musica, ma  anche i supermercati non hanno perso tempo. È stato dimostrato che jazz, bossa nova e remix classici rilassano le persone e le mettono di buon umore, invitandole a spendere di più.

Se pensiamo che queste cose non ci accadano, che non ci lasciamo abbindolare così facilmente e che non spendiamo più del necessario, prestiamo attenzione alla prossima volta che facciamo la spesa, sicuramente canteremo una canzone che ci piace e metteremo una scatola di caramelle nell’ immenso carrello della spesa senza che ce  ne accorgiamo.

Fonte: www.labioguia.com 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *