loading...

Le persone con pochi amici su Facebook hanno spesso un tratto di personalità interessante

Secondo uno studio dell’Università della Ruhr a Bochum, in Germania, le persone materialiste tendono ad avere più amici su Facebook  rispetto a quelle non materialiste, “raccogliendole” come se fossero oggetti fisici.

I materialisti trascorrono molto più tempo sul social network rispetto alle persone non materialiste e hanno maggiori probabilità di confrontare le loro vite con quelle degli altri.

Il fatto di non avere molti amici sui social media,può significare che  si è un po ‘meno preoccupati dei beni materiali nella  vita di tutti i giorni.

Il metodo

531 utenti di Facebook, divisi in due gruppi, hanno partecipato ad uno studio. Il primo gruppo di 242 persone riguardava uno studio pilota; il secondo aveva l’obiettivo di replicare i risultati del primo.

Entrambi i gruppi hanno ricevuto un questionario Likert Scale (una scala di risposta psicometrica utilizzata nei sondaggi di opinione) per valutare come usano Facebook, quanto si confrontano con gli altri, il loro livello di materialismo, se vedono gli amici di Facebook come oggetti e quanto status o altri benefici pensano di poter guadagnare grazie agli  amici di Facebook.

Le opzioni  del questionario includevano affermazioni  su cui i  partecipanti dovevano essere d’accordo o in disaccordo, come “Ammiro persone che possiedono case, automobili e vestiti costosi”, “Paragono spesso le mie condizioni sociali” e “Avere molti amici su Facebook contribuisce più al mio successo nella  vita personale e professionale “. Inoltre è stato chiesto loro di fornire il numero di amici che hanno  sul social network.

Sia nel gruppo pilota che nel gruppo di replica, il team ha trovato una correlazione tra un gran numero di amici di Facebook, l’oggettivazione di questi amici, il tempo trascorso su Facebook, la propensione a confrontarsi con gli altri e il materialismo.

Teoria

I ricercatori, guidati da Phillip Ozimek, hanno escogitato una teoria per spiegare perché ciò si verifica, chiamata “Teoria dell’autoregolazione online”.

“Le persone materialiste usano Facebook più spesso perché tendono a bersagliare i loro amici- cioè gli amici sono visti come oggetti e collezionarne il  maggior numero possibile fa aumentare le loro proprietà”, ha detto Ozimek. “Facebook offre la piattaforma perfetta per confronti sociali, con milioni di profili e informazioni sulle persone. Ed è gratuito – i materialisti amano gli strumenti che non costano denaro “.

Un sondaggio del 2014 ha rilevato che le persone materialiste avevano più probabilità di “amare” le pagine dei marchi e che l’interazione con queste pagine su Facebook era parzialmente in mostra.

Gli amici non sono uguali ai marchi, ma l’immagine pubblica può ancora avere qualcosa a che fare con il fenomeno. Come notato in un articolo del 1994, il materialismo è fortemente associato a oggetti che possono essere visualizzati pubblicamente.

Ma calmati …

Ma non  bisogna dare eccessivo peso ai risultati di questo sondaggio anche se  si hanno molti amici su Facebook. Come ogni studio che coinvolge la psicologia, c’è un certo grado di incertezza e non possiamo dire che il materialismo e gli amici nei social network vanno sempre di pari passo.

Inoltre, i ricercatori sono stati attenti a sottolineare che non c’è nulla di intrinsecamente sbagliato o cattivo su come le persone materialiste usano i social network. Al contrario: è così che alcune persone raggiungono i loro obiettivi e si divertono.

Ma resta da  chiedersi se il consumo di Facebook  ci rende davvero felici o se continua ad essere una mera illusione . Questo è un problema che dovrebbe continuare ad essere affrontato nelle ricerche future.

Alcuni studi, infatti, hanno già dimostrato gli svantaggi dell’utilizzo dei social network, mettendo in evidenza come  ci rendono  più infelici(rispetto ad altre persone), distruggono  le relazioni , possono causare la perdita del lavorio creare dipendenza .

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Heliyon .

Fonte: hypescience.com 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *