loading...

Impiego pratico dell’ Aloe: apparato circolatorio linfatico, osteo articolare, cura della pelle

L’Aloe, con le sue innumerevoli proprietà antiinfiammatorie, antisettiche, antibatteriche, gastroprotettive, può trovare utilizzo in moltissime patologi e disturbi. Ecco un comodo elenco delle patologia su cui poù essere utile un trattamento con l’ aloe

APPARATO DIGERENTE:

Alitosi:

Nei casi in cui sia dovuta ad una infiammazione boccale spalmare su denti e gengive il succo puro due volte al giorno.
Nei casi in cui sia legata ad una cattiva digestione utilizzare il succo per via interna.

Appetito:

Specialmente nei casi di inappetenza infantile.
25 ml prima dei pasti principali.

Colite:

L’azione antinfiammatoria, disintossicante e lenitiva lo rendono un ottimo rimedio per tutti i problemi legati al colon di natura infiammatoria e dolorosa.

Diarrea:

Sembrerebbe quasi un paradosso, ma la presenza di sostanze ad azione antibatterica, antisettica ed antinfiammatoria rende l’aloe un valido aiuto anche in questo caso. Inoltre regolarizza le funzioni dell’apparato gastro-digerente e dell’organismo.

Difficoltà digestive:

Funge da delicato equilibratore nei casi di cattiva digestione, indigestione, pesantezza di stomaco che creano una serie di problemi più o meno gravi. L’aloe risulta efficace nel togliere il tipico malessere definito come“ peso sullo stomaco” con fitte e bruciori.
Efficace è l’assunzione di 25 ml succo dopo i pasti.

Iperacidità:

Grazie alla sua azione gastroprotettiva ed alla capacità di ridurre l’acidità gastrica, da sollievo ai dolori derivati da ulcere e gastriti ipersecretive.

DISINTOSSICAZIONE STAGIONALE:

È un ottimo elisir disintossicante e ricostituente, grazie all’azione sinergica dei suoi costituenti.
Si consigliano 4 cucchiai al mattino a digiuno ed eventualmente la sera prima di coricarsi.

Esofagite:

Essendo un’infiammazione della mucosa dell’intero tratto tra bocca e stomaco, trova un rapido sollievo con la sua somministrazione per le sue capacità antinfiammatorie, antidolorifiche e cicatrizzanti.
Assumere 4 cucchiai 3 volte al dì.

Gastrite:

Utilizzare 2 cucchiai 3 volte al dì almeno 15’ prima dei pasti.

Stomatite:

Per la risoluzione delle mucose infiammate, ma anche per gengive deboli e sanguinanti. Si utilizza il gel mescolato a miele, conservato al buio, viene poi messo sullo spazzolino e passato con movimenti circolari.

Stipsi:

il succo dell’aloe interviene nella risoluzione di questo problema senza avere gli effetti collaterali classici dei lassativi.
Si consiglia l’assunzione di 2 cucchiai di succo ai pasti.

APPARATO CIRCOLATORIO E LINFATICO:

Emorroidi:

L’aloe può fornire due vie di intervento, sia per via locale applicando il gel puro o una crema a base di aloe nella parte interessata, oppure assumendo il succo 3 volte al dì prima dei pasti fino alla scomparsa della sintomatologia.

Geloni:

Per ottenere una risoluzione ottimale si consiglia la contemporanea somministrazione del succo con piante attive sul microcircolo.
Insieme si può utilizzare una crema a base di aloe almeno 4 volte al dì.

SISTEMA OSTEO-ARTICOLARE:

Artrite:

Grazie alle potenti proprietà antinfiammatorie, riduce il dolore e migliora il movimento.
2 cucchiai al mattino ed alla sera, a cui si può associare una crema o il gel di aloe per uso topico, specialmente nei momenti di forte nevralgia.

APPARATO TEGUMENTARIO:

Acne:

Grazie alle sue proprietà antimicotiche ed antifungine, insieme a quelle stimolanti e rinforzanti del collagene, fanno si che si abbia una potente azione sia nella fase acuta che nella risoluzione delle cicatrici.
Si consiglia di utilizzare un sapone detergente, poi applicare il gel 3 volte al dì nei casi gravi e due volte in quelli più lievi. Se l’applicazione locale porta ad una secchezza della pelle, tipica dopo applicazione del rimedio, si può aggiungere al trattamento una crema idratante, possibilmente all’aloe.

Cicatrici:

Le sostanze contenute nell’aloe stimolano la coordinata produzione del tessuto cicatriziale, evitando la formazione di segni perenni.
Nel caso di cicatrici di vecchia data la somministrazione e l’applicazione topica deve essere protratta per lungo tempo ma si riescono ad ottenere risultati eccellenti.
Lo stesso discorso vale per le smagliature dove l’applicazione per alcuni mesi del gel permettono una riduzione consistente dei segni antiestetici.

Cura della pelle:

Vista la ricchezza di sostanze nutrienti e medicamentose presenti nell’Aloe, si hanno degli ottimi risultati per diversi trattamenti della pelle.
Il gel applicato tutti i giorni, deterge, rinfresca e rigenera la pelle, fornendo il corretto apporto vitaminico e stimolando una buona irrorazione sanguigna, garantendo una migliore ossigenazione ed una più veloce espulsione delle tossine. La pelle risulta più levigata, idratata ed elastica, inoltre risulta maggiormente protetta dai radicali liberi e dalla loro attività degenerativa.
A tutto ciò si aggiunge l’efficacia dell’effetto decongestionante e lenitivo grazie alla sua azione antinfiammatoria, particolarmente indicata per pelli screpolate ed arrossate.
È stato dimostrato che in seguito ad applicazione topica, il gel di aloe stimola la produzione di collagene, indispensabile per il tono e l’elasticità cutanea. Tale attività si traduce in una marcata azione eutrofica e regolatrice del derma e dell’epidermide con accelerazione dei processi di cicatrizzazione e riepitelizzazione.

Eczema:

Antico rimedio per questa patologia, utilizzato per via interna assumendo 4 cucchiai al giorno la mattina nello yogurt o succo di frutta. Associare l’applicazione topica sulla parte.

Ferite:

dovrebbe essere sempre presente come medicamento di pronto soccorso per le sue proprietà ad ampio spettro.
Agisce su ferite ed abrasioni ma anche su ustioni ed eritemi.
Distrugge il tessuto guasto, possiede azione antinfiammatoria, antibiotica, antibatterica ed antidolorifica. Accelera i processi di riepitelizzazione. Si utilizza il succo puro direttamente sulla lesione, nel caso di ferita profonda è necessario applicare il gel con un impacco chiuso per tutto il giorno.

Piaghe da decubito:

Detergere la parte 2 volte al dì con una soluzione ottenuta con 8 cucchiai di succo puro in ½ lt di acqua tiepida, fare toccature.

Psoriasi:

La malattia può essere tenuta sotto controllo, se non proprio curata.
Si raccomanda il trattamento sia per via esterna che per via interna.
Applicare localmente il succo o il gel sull’area interessata più volte al dì insieme ad un olio o crema idratante per impedire alla pelle di seccarsi. Il succo va assunto per via os nella misura di 1-2 cucchiai 2 volte al giorno.

Pruriti:

L’aloe è particolarmente efficace nell’alleviare sia i pruriti lievi che quelli intensi; la sua applicazione nella zona interessata del gel o del succo agisce come analgesico.

Punture d insetto:

Sia come repellente cospargendosi con il succo puro oppure con applicazione topica dopo la puntura.

Ragadi:

L’aloe agisce in maniera molto efficace, si utilizza spalmando la parte con il gel mattino e sera, facendo attenzione che venga completamente assorbito.

Rughe:

Le sostanze contenute nell’Aloe agiscono sia come astringente cutaneo, sia come stimolanti della produzione di collagene, associato all’effetto protettivo dai danni delle radiazioni, dette sostanze riescono a migliorare l’aspetto della pelle in maniera visibile in seguito all’applicazione del succo direttamente sulla pelle, sia come crema da usare tutti i giorni.

Scottature solari:

I vari composti agiscono in maniera sinergica bloccando la reazione infiammatoria, stimolando le difese dell’organismo, accelerando la fase di riepitalizzazione e lenendo i dolori.
Cospargere la pelle con il succo in modo delicato, ripetendo l’operazione più volte al giorno.

CANDIDA Vaginale:

L’utilizzo del gel dell’aloe è molto efficace nel risolvere i pruriti legati a questa patologia.
Può essere integrato con la somministrazione del succo ( 2 cucchiai) 2 volte al dì.

Infezioni delle vie urinarie:

Unire l’azione del succo d’Aloe con l’azione di piante ad azione sulle vie urinarie, come l’Uva ursina, il tea tree oil, semi di Pompelmo, Timo. ( CYST_CARE : per i primi 4 giorni diluire 50 ml in 1 lt di acqua da bere durante la giornata, poi 25 ml in 1 lt) utile nelle infiammazioni , pruriti, dolori legati alla minzione.

Secchezza vaginale:

Utilizzando un gel studiato appositamente per questo utilizzo, in cui vengono unite le proprietà dell’aloe ad altre piante ad azione lenitiva e lubrificante, favorendo il riequilibro della mucosa.

DETERGENTI INTIMI:

Nelle forme allergiche, arrossamenti ed irritazioni. Momenti delicati durante la gravidanza o post-parto, dopo interventi o patologie in atto.
Per le sue proprietà riequilibranti ed antinfiammatorie.

Herpes

Per le sue proprietà astringenti, antinfiammatorie, ed immunomodulanti, il succo risulta un efficace rimedio utilizzato sia esternamente che per via interna nella misura di 25 ml 2 volte al dì.

Dr. Angela Tabarrini

Fonte: www.naturopataonline.org

via   lospillo.info 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *