loading...

Caduta dei capelli stagionale: come contrastarla

I capelli, purtroppo, cadono: questa è una legge di natura che non riguarda solo l’avanzamento dell’età e la chiusura dei follicoli piliferi dovuta all’invecchiamento dell’organismo, ma anche al cambio di stagione, che spesso porta a registrare un aumento dei capelli che, ogni mattina, abbandonano la nostra testa per depositarsi sul pettine e sul lavandino. Non si tratta di una grande preoccupazione, dato che come già detto fa parte del ciclo di vita del nostro corpo: nella maggior parte dei casi, si tratta di una fase di ricambio che serve a sostituire i capelli vecchi con una nuova generazione di fusti. Eppure, alle volte capita che la perdita di capelli diventi più massiccia del normale: quando la caduta supera la soglia dei 70 fusti giornalieri, arrivando oltre i 100, potrebbe esserci dietro un problema.

I rimedi per contrastare la caduta dei capelli stagionale

Esistono diversi motivi che possono aumentare la caduta dei capelli stagionale, come ad esempio gli sbalzi ormonali o una cattiva alimentazione, che possono creare degli scompensi a livello di sostanze nutritive, e che di conseguenza indeboliscono i fusti. Ecco perché una delle migliori soluzioni per contrastare l’eccessiva caduta è correre subito ai ripari con dei prodotti specifici: il modo migliore è utilizzare delle fiale anticaduta per capelli, come ad esempio queste, che intervengono direttamente sui fusti per potenziarne la struttura e il film protettivo, così da consentirgli di resistere alla caduta stagionale tipica dell’inizio dell’autunno. Poi, mai sottovalutare il potere delle vitamine, degli acidi grassi, dei minerali e delle proteine: elementi presenti in cibi quali la frutta, la verdura e ovviamente il pesce, preziosa fonte di Omega 3. Anche i latticini possono diventare un valido supporto per i capelli, così come i decotti a base di erbe, officinali e non.

Quando preoccuparsi della caduta dei capelli?

In realtà preoccuparsi non serve a nulla, soprattutto se si è bravi a prevenire il problema e a intervenire immediatamente. Ma va anche detto che la conoscenza in merito alla caduta dei capelli può aiutare a capire quando occorre darsi una mossa: nello specifico, è importante sottolineare che la caduta stagionale dei capelli (dunque ogni 3 mesi) avviene a causa dell’effluvium telogen, ovvero quella fase durante la quale il ciclo di vita del capello tende a rimpiazzare i capelli morti con i nuovi fusti. Si tratta ovviamente di una fase temporanea, ma conoscerla significa anche evitare di farsi prendere dal panico. Poi, però, la cura del capello dev’essere costante per evitare di andare incontro a una caduta massiccia durante il telogen: meglio rivolgersi a un tricologo per capire se ci sono altri fattori organici che intervengono e che non hanno a che fare con il ciclo di vita dei fusti.

Di L.P.

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *