Avete uno di questi problemi ai piedi? La causa potrebbero essere le infradito: ecco cosa provocano

Gli ortopedici potranno confermarlo, praticamente ognuno di noi ha una postura e un modo di camminare inesatto. Le problematiche legate alla colonna vertebrale e alle ossa dei piedi sono molto frequenti, ma c’è anche da dire che spesso decidiamo volontariamente di far soffrire il nostro corpo pur di indossare un paio di calzature che ci piacciono. Tra quelle che più di altre si rivelano particolarmente sconsigliate per il nostro corpo, ci sono le infradito. Sappiamo benissimo che in estate sono un’ottima soluzione, ma vi vogliamo mostrare esattamente cosa accade ai piedi quando le indossiamo, per convincerci che sarebbe meglio scegliere una calzatura diversa.

Le infradito sono la calzatura più indossata d’estate: ma se non volete avere problemi ai piedi, fareste meglio ad evitarle. Ecco perché…

1. Provocano l’alluce valgo

L’alluce valgo è una deformazione delle ossa del primo dito che può essere congenita, presente dalla nascita, ma anche acquisita con il tempo: quest’ultimo caso si verifica soprattutto negli individui che indossano calzature poco adeguate. Tra queste ci sono le infradito che nel ciclo del passo tendono a far gravare l’intero peso del corpo su una piccola zona del piede, corrispondente proprio a quella dell’alluce.

2. Non supportano l’arco naturale del piede.

Ognuno di noi ha un arco naturale sulla pianta del piede e la calzatura indossata deve possedere un arco plantare adeguato: quest’ultimo è fondamentale ad allineare schiena, fianchi e ginocchia. Le infradito ne sono totalmente sprovviste e tendono a far appiattire l’arco del piede, causando i cosiddetti piedi piatti.

3. Il materiale di cui sono fatte promuovono la crescita di funghi.

immagine: wsilver/Flickr

Spesso le infradito sono fatte di un materiale plastico morbido, un ambiente ideale per la crescita di colonie di funghi, soprattutto se le indossate in acqua o con i piedi bagnati. Se avete prurito, un colorito anomalo della pelle e delle unghie, e sentite un cattivo odore nonostante la pulizia, probabilmente avete contratto delle micosi e le responsabili potrebbero essere le infradito.

4. Provocano le vesciche.

Riflettiamoci su, ma quanto alla fine le infradito sono comode? Forse solo se indossate per brevi tratti o per periodi limitati di tempo. Potrebbe rivelarsi necessario fare una camminata più lunga del previsto e se avete le infradito ai piedi, questa non sarà sicuramente una buona notizia. La porzione che va ad incastrarsi tra il primo e il secondo dito provoca facilmente vesciche ai piedi per lo sfregamento prolungato con la pelle.

5. Provocano le dita a “martello”.

Come nel caso dell’alluce valgo, anche le dita a martello possono essere congenite o acquisite. Ma che le abbiate dalla nascita o meno è bene non indossare le infradito, in quanto possono accentuare o iniziare una deformazione delle ossa delle dita. L’assenza di un supporto integrale tende a far flettere le dita per tenere salda la calzatura alla piante del piede.

6. Causano distorsioni e provocano cadute.

Sarebbe meglio scongiurare qualsiasi trauma del piede, in quanto quest’ultimi richiedono riposo assoluto per guarire del tutto, anche per un periodo prolungato. Le infradito sono delle calzature che incentivano la caduta e le distorsioni.

7. Rallentano la camminata.

Indossando le infradito è normale che la camminata sia rallentata. Anzi il consiglio è proprio quello di non cercare di velocizzare il passo in quanto nel farlo verrebbero accentuati e aumentati di intensità tutti i movimenti sbagliati che deformano il piede. Ma perché costringere il resto della compagnia a stare al vostro passo? Non sarebbe meglio optare per una scarpa diversa?

8. Provocano traumi alla tallone.

Avete presente il tipico suono del passo di chi indossa le infradito? Slap-slap-slap… Quel rumore è la suola della calzatura che va a sbattere contro il tallone, ad ogni singolo passo. Non è solo questo a provocare continuamente piccoli traumi al tallone ma anche il fatto che non esiste alcun tipo di ammortizzamento del passo: la suola è troppo sottile per attutire il colpo del peso del corpo sul terreno, a scapito del tallone. Queste sollecitazioni sono anche la causa dei calli che vanno ad indurire la pianta del piede.

Dunque, le infradito saranno anche pratiche, “comode” e facili da indossare, ma sono un vero incubo per la salute dei piedi: se non vi volete ritrovare con dita a martello, alluce valgo, piedi dolenti e deformati dovreste cambiare calzatura o almeno ridurre al minimo le occasioni in cui indossate le infradito.

via Curioctopus

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *