loading...

Scoperta una larva capace di mangiare la plastica

I sacchetti di plastica hanno bisogno di centinaia di anni per decomporsi. Ma è stato appena scoperto un verme in grado di mangiare e degradare in pochissimo tempo il materiale

Diamo la spazzatura in pasto ai vermi. La plastica, più precisamente: in futuro, auspicabilmente, saranno delle larve ad aiutarci nel riciclo di sacchetti, bottiglie e shopper di polietilene, uno dei materiali plastici più comuni. La notizia si deve a uno studio appena pubblicato su su Current Biology, i cui autori hanno scoperto che le larve della tarma della cera (Galleria mellonella), noti parassiti degli alveari, sono in grado di mangiare e degradare la plastica, fornendo così un valido strumento per combattere l’inquinamento dovuto alì materiale, che ha lunghissimi tempi di decomposizione. “La natura è sorprendente”, spiega Federica Bertocchini del Consiglio nazionale delle ricerche spagnolo. “Guardando intorno a noi, abbiamo trovato la soluzione”.

La ricerca, coordinata dall’Università di Cambridge in collaborazione con l’Istituto di biomedicina e biotecnologia della Cantabria (Spagna) è avvenuta per caso, quando Bertocchini, apicultrice amatoriale, ha cominciato a pulire le sue arnie dai parassiti della cera delle api.

Dopo averli posti in una busta di plastica, la ricercatrice ha notato che in pochissimo tempo il sacchetto si era riempito di piccoli forellini.“Mentre pulivo le mie arnie, ho raccolto i vermi in un sacchetto di plastica”, spiega la ricercatrice. “Dopo un po’ ho notato che il sacchetto di plastica era pieno di buchi”.

Bertocchini si è così messa subito in contatto con Paolo Bombelli e Chris Howe dell’Università di Cambridge per svolgere alcuni esperimenti in laboratorio.

Di Marta Russo

Foto:Ansa

Fonte: www.wired.it

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *