L’appetito dei ragni è così incontrollabile che potrebbero mangiare tutta la specie umana e non essere ancora sazi

I ragni, sono così numerosi e così voraci che, se volessero, potrebbero mangiare tutta la specie umana in un solo anno e comunque, non sentirsi ancora sazi. Il Professor Klause Birkhofer e il Dottor Martin Nyffeler, hanno cercato di stimare quanto cibo gli aracnidi sono in grado di mangiare in un solo anno. Quello che hanno scoperto, è che i ragni in un solo anno ingeriscono tra le 400 e le 800 milioni di tonnellate tra insetti, lucertole, uccelli e altre sfortunate creature viventi.

“Il numero stimato di ragni che popolano la terra, è impressionante,” hanno detto i ricercatori, in un’intervista per la rivista ‘Science in Nature’. “Sono pochissimi, i gruppi di artropodi che si possono paragonare al numero di ragni esistenti al mondo. Tra questi troviamo le formiche, ma la loro dieta è diversa e comunque, consumano sicuramente molto meno carne rispetto ai ragni”. I ricercatori inoltre, hanno stimato che nel mondo per ogni metro quadro di terreno, ci sono una media di 131 ragni.

Recenti ricerche condotte in America inoltre, hanno cercato di capire quante fossero le case abitate almeno da un ragno. Il risultato? Il cento per cento. Quasi il 70% dei nostri bagni e il 65% delle nostre camere da letto infatti, sono delle case perfette per i ragni. Ma non c’è da disperare, secondo Bill Shear, ex Presidente dell’American Arachnological Society, i ragni non sono neanche lontanamente interessati agli esseri umani e ci vedono esattamente come ‘grandi rocce. Siamo così grandi per loro, da far semplicemente parte del paesaggio circostante’. Cercate solo di ricordarvi, che il vostro nuovo compagno di stanza, non rappresenta esclusivamente un ospite indesiderato o una minaccia per voi. Il ragno in questione infatti, è colui che vi salva da mosquitoes, falene e scarafaggi, che al contrario potrebbero girare indisturbati all’interno delle vostre case.

Fonte www.news.com.au

Condiviso da: www.diregiovani.it
Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *