loading...

Come stimolare il nervo vago per alleviare lo stress e migliorare il funzionamento del corpo

Il nostro corpo forma un tutt’uno con l’integrità. Ciascuna terminazione si unisce ad un altra in una rete di connessioni che spiegherebbe il perché il dolore in un punto potrebbe essere generato da una condizione in un’altra regione che sembra essere totalmente disconnessa.

 I nostri corpi hanno nervi derivanti dal midollo spinale all’interno della colonna vertebrale, e trasmettono impulsi sensoriali e motori al cervello; abbiamo anche dodici paia di nervi che emergono dal cranio e specificamente controllano la regione del collo e del viso.

Uno di loro è conosciuto come nervo vago , uno dei più lunghi nel corpo in quanto si estende dal cranio all’addome.

stimolare il nervo vago

Questo è il nervo principale del sistema nervoso parasimpatico,  che è responsabile di fornire le funzioni che permettono al corpo di rilassarsi; a differenza del “simpatico”, che spinge i meccanismi necessari per mantenere la vigilanza.

Così, il nervo vago consente, dopo essere stato più attivo, il rallentamento della frequenza cardiaca, la pressione sanguigna più bassa, rilassa il corpo e la digestione e regola il sonno. Il neurotrasmettitore che rende questi nervi  attivati è l’acetilcolina, un rilassante naturale che può essere attivato attraverso il respiro, come si vedrà in seguito.

Imparare a stimolare questo nervo non solo favorisce il rilassamento, ma rafforza anche le funzioni del sistema immunitario, aiuta a ridurre l’ansia (e quindi può anche favorire coloro che sono in sovrappeso), per il trattamento di tachicardia, ipertensione e depressione, tra le altre condizioni. 

nervo vago

Essendo molto lungo, il nervo vago fornisce fibre nervose alla gola, ai polmoni, al cuore, al sistema digestivo e respiratorio. In aggiunta, controlla il movimento dei muscoli.

Quindi, se siete interessati ci possono essere sintomi come disturbi gastrointestinali (gas, gonfiore, costipazione, diarrea, di tipo addominale), ansia, rabbia, depressione senza ragione o sproporzionata, apatia, difficoltà di movimento della lingua, aritmia, tra altro.

Esercizio per stimolare il nervo vago

respirazione nervo vago

Una tecnica molto semplice che può essere fatta ovunque per fare un respiro consapevole . Questa è l’unica funzione del sistema nervoso autonomo che può essere regolata, e favorisce il rilassamento, elimina le tossine, la concentrazione e la calma. 

Per eseguire un respirazione addominale o diaframmatica rfatw:

  • Inspirate attraverso il naso lentamente, contando mentalmente sino a 4.
  • Tenere l’aria nei polmoni conteggiando sino a 6, e amministrando l’addome.
  • Espirate contando fino a 4, leggermente in calo labbra.

Prova a farlo più volte ogni giorno e, in particolare, ad una situazione stressante. Farlo lentamente e profondamente, consapevoli del trasporto aereo in tutto il corpo.

In Oltre a contribuire al relax, questo esercizio, a lungo termine, può aiutare la pressione sanguigna più bassa, migliorare la frequenza cardiaca, migliorare la funzione immunitaria e riduce l’ansia.

Altri suggerimenti per stimolare il nervo vago

suggerimenti stimolare il nervo vago
  • Collocare un panno umido fresco per la tua faccia.
  • Bere un bicchiere di acqua fredda in fretta.
  • Su una superficie inclinata, la testa verso il basso.
  • Portare una dieta contenente verdure, noci e frutta, evitando i grani in eccesso (soprattutto raffinati), oli vegetali ossidati, zucchero, latticini e prodotti alimentari trasformati.

Si prega di notare che il vostro corpo ha una grande capacità di guarigione. Imparate a lavorare, e aumentate la capacità  di capire che cosa può accadevi a  sapere quando andare alla ricerca di un professionista che può aiutarvi.

Importante: E ‘ opportuno chiarire che Pianetablunews non dà consigli medici o prescrivere l’uso di tecniche come una forma di trattamento  fisico o mentale,  per eventuali problemi andare da un medico. L’intento del sito è solo di offrire le informazioni di carattere generale per aiutare nella ricerca e per la crescita personale e lo sviluppo.

FONTI:

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *