Una semplice abitudine notturna in grado di prevenire l’alito cattivo della mattina

refluxo-e-mau-halito

Tutti abbiamo sofferto di alito cattivo, almeno una volta nella vita.Quando l’alitosi inizia a disturbarti  può essere che questo è un sintomo di un altro problema di salute, come ad esempio sinusite o reflusso.

Lo specialista dell’orecchio, naso e gola, Erich Voigt spiega che coloro che hanno la sinusite di solito tossiscono meno spesso quando stanno dormendo, e il muco si accumula nella gola e non viene staccato il rapidamente come accade durante il giorno. Questo catarro accumulato contiene batteri che rendono il respiro sgradevole.

 

Un altro problema che potrebbe causare l’alito cattivo è il reflusso.  Il movimento naturale del cibo  segue per l’intestino, e non ritorna alla bocca, ma se l’esofago non può contenere questa cartella alimentare, può ritornare alla bocca.

Quando la persona che soffre  reflusso durante il sonno normalmente dorme orizzontalmente, e questo facilita il ritorno del cibo. Questi avanzi di cibo parzialmente digerito si accumulano nella gola e sulla bocca, provocando cattivo odore.

La punta d’oro per il medico è proprio il quello che i nonni di solito consigliamo ai nipoti: non andare a un letto a stomaco pieno. Il consiglio ufficiale è di aspettare tre ore dell’ultimo pasto prima di andare a letto. Gli snack nella notte dovrebbero essere evitati. [ Business Insider ]

Fonte: hypescience.com

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine Facebook “ Pianeta blu  e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter

Per l’iscrizione:passa il mouse sul tasto ti piace,aspetta due secondi si aprirà un finestrella.

Clicca sul tasto “Mi piace” e poi su “ricevi notifiche” per seguirci costantemente.

Pianetablunews lo trovi anche su google plus

Segui anche il nostro blog tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *