Loading...

Nuova ricerca sfida due teorie prevalenti su come è iniziata la civiltà dei Maya

Gli archeologi scoprire nuove informazioni sulle origini della civiltà Maya

Scavi a Ceibal, un antico sito Maya in Guatemala, suggeriscono che le origini della civiltà Maya precoce sono più complessi di quanto si pensasse. Credit: foto by Takeshi Inomata, University of Arizona

La civiltà Maya è ben nota per i suoi templi elaborati, il sofisticato sistema di scrittura, e le conoscenze matematiche e astronomiche, ma le origini della civiltà rimangono un mistero.

Un nuovo studio della University of Arizona, che sarà pubblicato sulla rivista Science sfida le due teorie prevalenti su come la  ha avuto inizio, e suggerisce  che le sue origini sono più complesse di quanto si pensasse.

Gli antropologi di solito rientrano in una delle due fazioni in competizione per quanto riguarda le origini della civiltà Maya. La prima è convinta che la civiltà maya si è sviluppata quasi interamente da sola nella giungla  e Messico meridionale. La seconda ritiene che la civiltà Maya si è sviluppata come il risultato di influenze dirette della più vecchia civiltà olmeca e il suo centro di La Venta.

E ‘probabile che nessuna di queste teorie racconta la storia completa, secondo i risultati di un team di  guidati dagli antropologi (marito e moglie) Takeshi Inomata e Daniela Triadan.

“Siamo molto concentrati su questo inizio di civiltà e di come questa straordinaria civiltà si è sviluppata”, ha detto Inomata, professore di  e autore principale dello studio.

Nei loro scavi a Ceibal, un antico sito Maya in Guatemala, i ricercatori hanno scoperto che Ceibal precede in realtà la crescita di La Venta come un importante centro di ben 200 anni, il che suggerisce che La Venta non avrebbe potuto essere l’influenza dominante su uno sviluppo precoce dei Maya.

Gli archeologi scoprire nuove informazioni sulle origini della civiltà Maya

Le ricerche stanno sfidando le due teorie prevalenti su come l’antica civiltà Maya ha avuto inizio. Credit: foto by Takeshi Inomata, University of Arizona

Ciò non fa la che la civilizzazione dei maya è più vecchia della civiltà di Olmeca – poiché gli Olmechi hanno avuto un altro centro prima di La Venta – non é la  prova che la civilizzazione dei maya si è sviluppata  completamente in modo indipendente, dicono i ricercatori.

Ceibal e La Venta probabilmente hanno partecipato a un più ampio cambiamento culturale che si è avuto nel periodo compreso tra 1,150-800 aC

Secondo Victor Castillo,studente laureato in antropologia e  co-autore dello studio con Inomata e Triadan,”noi riteniamo che lo scenario della cultura precoce Maya  è davvero più complessa di quanto pensassimo”

“Abbiamo un idea dell’origine della civiltà Maya come uno sviluppo indigeno, e abbiamo quest’altra idea che si trattava di un’influenza esterna che ha attivato la complessità sociale della civiltà Maya. Stiamo pensando che non è in realtà in bianco e nero.”

Non si può negare le somiglianze tra Ceibal e La Venta, come ad esempio la prova di pratiche rituali simili e la presenza di un’architettura simile – vale a dire le piramidi che sarebbero diventate il segno distintivo della civiltà mesoamericana, ma non esistevano nel precedente centro degli Olmechi di San Lorenzo.

Tuttavia, i ricercatori non credono che questo sia il caso di limitarsi a un sito che imita un altro. Piuttosto, si sospetta che sia il sito Maya di Ceibal e il sito olmeca di La Venta erano parti di un turno geograficamente di più vasta portata culturale che si è verificato intorno al 1000 aC, il momento in cui il centro olmeca fu la transizione da San Lorenzo a La Venta .

“Fondamentalmente, ci fu un grande cambiamento sociale che accade dalle pianure maya del sud, la costa del Chiapas e la costa del Golfo del sud, e questo sito di Ceibal era una parte di quel più vasto cambiamento sociale”, ha detto Inomata. “L’emergere di una nuova forma di società – con la nuova architettura, con nuovi rituali – è diventato davvero la base importante per tutte le civiltà mesoamericane successive.”

Lo studio pubblicato su Science dal titolo “Early Ceremonial Constructions at Ceibal, Guatemala, and the Origins of Lowland Maya Civilization,”si basa su sette anni di scavi a Ceibal.

Altri autori dello studio  includono ricercatori giapponesi Kazuo Aoyama dell’Università di Ibaraki, Mito e Hitoshi Yonenobu del Naruto University of Education, Tokushima.

“Eravamo alla ricerca per l’emergere di tratti culturali specifici che sono stati condivisi da molti centri mesoamericani, in particolare sotto forma di rituali e la costruzione delle piramidi”, ha detto Inomata. “Questo ci dà una nuova idea circa l’inizio della  , e ci racconta anche di come sono emersi tratti comuni condivisi da molte diverse civiltà mesoamericane in quel periodo. ”

Fonte: http://phys.org/news/2013-04-prevailing-theories-maya-civilization-began.html

 

Pianeta bluRicordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

Ecco il link della pagina: Pianeta blu

 

Beautiful exotic planet earthRicordo che pianeta blu news su facebook ha una nuova pagina da un po di tempo Beautiful exotic planet earth. La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.