Brian Schmidt, premio Nobel in fisica nel 2011:meglio non farci trovare dagli alieni,sarebbe pericoloso

Altro che incontri ravvicinati del terzo tipo, meglio stare lontani dagli extraterrestri. Dopo il fisico Stephen Hawking che avvertì che gli alieni potrebbero avere intenzioni bellicose in caso di incontro, è la volta di un altro luminare che lancia l’allarme. Un incontro con gli alieni potrebbe non essere molto piacevole e potrebbe essere rischioso diffondere le coordinate del nostro pianeta nello spazio, per cercare un eventuale incontro con gli extraterrestri. E’ l’opinione di Brian Schmidt, premio Nobel in fisica 2011 per aver fornito le prove che l’espansione dell’Universo sta accelerando, che dalla 28esima Assemblea Generale dell’International Astronomical Union che si sta tenendo a Pechino ha dichiarato: “Non sarebbe la cosa piu’ intelligente far sapere dove siamo, perche’ quello con gli alieni potrebbe essere un incontro non proprio felice“.

Loading...

Ma secondo lo scienziato, è il caso di stare tranquilli, il problema non dovrebbe preoccuparci troppo, dato che gli extraterrestri dovrebbero compiere un viaggio incredibilmente lungo: e’ infatti “molto difficile raggiungere un altro pianeta, in un Universo che si sta espandendo a una velocita’ che aumenta sempre, e quindi sara’ poco probabile incontrare vita intelligente extraterrestre superiore, in futuro“, ha aggiunto. “Il futuro dell’Universo sembra essere buio. Le cose stanno andando sempre piu’ veloci: in termini di ricerca planetaria da parte degli alieni, trovarci sara’ una bella sfida. Potrebbe non succedere mai“, ha concluso Schmidt.

Il precedente monito questa volta di Hawking

Hawking nel 2012 mise in guardia l’umanità dal possibile incontro con forme di vita intelligente: «Il contatto con la vita aliena potrebbe essere disastroso per la razza umana». Il motivo? Gli alieni potrebbero tentare di sfruttare la nostra Terra per le sue risorse, per poi proseguire. Lo scienziato paragona tale situazione con la quella della scoperta dell’America nel 1492: «Quando Colombo sbarcò in America, le cose non sono più andate così bene per gli indigeni». Hawking ha in mente degli alieni-nomadi che, dopo aver esaurito tutte le risorse del proprio pianeta, vanno a caccia attraverso le galassie di altri pianeti da sfruttare. Oltretutto, immagina l’esperto: «Questi esseri potrebbero sottomettere e colonizzare i pianeti a bordo di navi giganti». E sottolinea: «Basta guardare a noi stessi per vedere come potrebbe svilupparsi la vita intelligente in qualcosa che non vorremmo incontrare».

Di Ufoonline

Fonte: http://www.ufoonline.it/2012/08/29/il-premio-nobel-brian-schmidt-meglio-non-farci-trovare-dagli-alieni/

Ricordo ai visitatori di pianetablu news che su facebook è stata creata la pagina pianeta blu in cui vengono riportati gli articoli di pianetablu news ed anche altre notizie.Se la pagina è di vostro gradimento cliccate in alto a destra sul bottone mi piace e fatela conoscere anche ai vostri amici per aiutarla a farla crescere.

ecco il link della pagina: Pianeta blu

Immagine del profilo

Da oggi su facebook trovate una  nuova pagina di pianeta blu: Beautiful exotic planet earth.

La sola intenzione di questa nuova pagina è quella di mostrare quanto sia incredibilmente bello il nostro pianeta attraverso foto ,video di animali e piante o paesaggi esotici,con qualche descrizione anche sulla gastronomia.Questa pagina non ha alcuna finalità di lucro o politica.

ecco il link della pagina: Beautiful exotic planet earth

Loading...