Monthly Archives: marzo 2012

Le nanoparticelle alterano le cellule intestinali

Le nanoparticelle alterano le cellule intestinali. E’ la conclusione cui giunge uno studio pubblicato su Nature Nanotechnology Le nanoparticelle alterano le cellule intestinali. Le nanoparticelle sono utilizzate in ogni settore, dai cosmetici ai vestiti fino agli snack, ma secondo un team di ricercatori delle università di Binghamton e Cornell, si sa ancora troppo poco sugli impatti negativi che esercitano sulla […]

» Read more

Stretta “parentela” tra Luna e Terra

Molti materiali di origine terrestrenella composizione del nostro satellite MILANO Uno studio dell’università di Chicago pubblicato su Nature Geoscience ha rivelato una “parentela” tra Luna e Terra molto più stretta di quanto si pensasse fino ad oggi. Gran parte dei materiali che costituiscono la luna sarebbe infatti di origine terrestre, e sarebbe stata strappata dalla Terra ancora “bambina”.

» Read more

Le cellule nervose nuotano e gattonano

Così crescono all’unisono, lo dimostra un modello italiano L’unione fa la forza, anche per la crescita delle cellule nervose: riescono a creare nuove connessioni fra loro (sinapsi) solo muovendosi simultaneamente nuotando o ”gattonando” e lo fanno a velocita’ quasi costante, indipendentemente dalle forze esterne che si oppongono al loro spostamento. La scoperta, pubblicata sulla rivista dell’Accademia delle Scienze degli Stati […]

» Read more

Tela di ragno ha conducibilità termica superiore al rame e al silicio

La tela del ragno sembra avere proprietà termiche di conducibilità del calore più efficienti rispetto alla maggior parte dei metalli usati convenzionalmente come il silicio, l’alluminio, il ferro e il rame. Un aspetto che, insieme alla sua resistenza ed elasticità, la rende un materiale adatto per future applicazioni nelle nanotecnologie.

» Read more

I mattoni della vita assemblati nell’incontro delle comete con l’atmosfera

I mattoni della vita sarebbero stati portati sulla Terra dalle comete e si sarebbero assemblati proprio durante l’impatto con l’atmosfera terrestre. Lo dimostra una ricerca coordinata da Jennifer Blank, del centro di ricerche Ames della Nasa, e presentata durante il congresso della Società Americana di Chimica.

» Read more

L’impresa di James Cameron nei profondi abissi (video)

La Fossa delle Marianne, il punto più profondo del pianeta è stato raggiunto tra domenica e lunedì dal regista James Cameron che a bordo del sommergibile Deepsea Challenger,realizzato in collaborazione tra National Geographic e Rolex, è sceso nei fondali dell’Oceano Pacifico alla scoperta delle meraviglie ancora nascoste in quell’angolo di mondo.

» Read more