Monthly Archives: febbraio 2012

Una “faccia” sulla Luna

I resti di due massi lunari disgregatisi in numerosi frammenti al termine della loro corsa lungo un pendio del cratere da impatto Schiller. (NASA/GSFC/Arizona State University) La telecamera ad altissima risoluzione a bordo della sonda Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) ha ripreso recentemente questa coppia di roccioni sbriciolati. 

» Read more

Una specie di verme sfida l’invecchiamento

I ricercatori dell’Università di Nottingham hanno dimostrato come una specie di verme piatto supera il processo di invecchiamento e può essere potenzialmente immortale. La scoperta, pubblicata negli Atti della National Academy of Sciences , potrebbe far luce sulle possibilità di alleviare le caratteristiche di invecchiamento e legati all’età nelle cellule umane .

» Read more

Una battaglia cosmica raccontata dalle sculture azteche

Un totale di 23 sculture azteche risalenti a oltre 550 anni sono state scoperte dagli archeologi di fronte al Templo Mayor della città di Tenochtitlán, oggi Città del Messico. Le pietre illustrano le origini mitologiche della civiltà azteca tra cui la nascita del dio della guerra Huitzilopochtli, dio del sole e della guerra, nonché protettore di Tenochtitlán. (INAH)

» Read more

Un grande asteroide potrebbe minacciare la Terra nel 2040. Partito il monitoraggio degli scienziati

Gli scienziati stanno tenendo d’occhio un grosso asteroide che potrebbe costituire una seria minaccia di impatto sulla Terra tra pochi decenni. L’oggetto spaziale, che prende il nome di 2011 AG5, misura circa 140 metri di larghezza. Esso potrebbe passare molto vicino alla Terra e addirittura colpirla nel 2040, tanto che gli scienziati stanno cominciando a vagliare ipotesi per

» Read more

Macchie Solari e spiaggiamenti di cetacei, c’e’ un legame?

E’ NOTO E ANCHE BEN DIMOSTRATO come certi uccelli migratori utilizzano il campo magnetico terrestre, per orientarsi durante, appunto, le loro migrazioni. Nel sistema visivo di alcune specie sono state trovate cellule sensibili ai campi magnetici. E’ stato ipotizzato che altri animali possano utilizzare una certa sensibilità magnetica per “navigare” e orientarsi, ad

» Read more

L’occhio straordinario di Hubble

La galassia nana Antlia è stata scoperta soltanto nel 1997, benché si trovi relativamente vicina a noi: solo 4 milioni di anni luce. E’ un insieme di stelle piuttosto sparse e di luminosità totale piuttosto debole. Tuttavia, Hubble è riuscito a coglierla in tutto il suo splendore, risolvendo le singole stelle e facendola assomigliare a una zona della nostra stessa Via Lattea. Eccovi la bellissima […]

» Read more
1 2 3 15